Rifiuti RAEE

Ritiro dei RAEE dagli installatori: nuove regole e condizioni

495 0

Il CdC RAEE ha aggiornato i documenti “Condizioni di servizio” e “Convenzione operativa” per il ritiro dei RAEE da parte degli installatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche, ovvero elettricisti, termoidraulici, tecnici frigoristi, centri di assistenza tecnica, ecc..

Esclusi, al momento, gli installatori di pannelli fotovoltaici per i quali saranno definite regole specifiche.

Cosa prevedono le nuove condizioni di servizio del CdC RAEE?

Installatori di AEE: nuove regole per la gestione RAEE presso i punti di raccolta

Gli installatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche che stoccano presso propri punti di raccolta i rifiuti elettronici domestici ritirati al momento dell’istallazione di un nuovo prodotto possono registrarsi sul portale del CdC RAEE e ricevere il servizio di ritiro gratuito erogato dai Sistemi Collettivi.

Devono però:

  • iscrivere il punto di raccolta in cui vengono stoccati i RAEE appartenenti a uno o più raggruppamenti sul portale del CdC RAEE e sottoscrivere la “Convenzione operativa”;
  • garantire una quantità minima annua di rifiuti per i raggruppamenti gestiti pari a 1.200 kg per R1, R2, R3, R4 e 120 kg per R5;
  • garantire una suddivisione dei RAEE nei cinque raggruppamenti in maniera conforme a quanto previsto dal Decreto 40/2023;
  • essere iscritti all’Albo Nazionale Gestori Ambientali per le attività di raccolta e trasporto dei RAEE domestici (categoria 3bis).

Condizioni di Servizio RAEE

La Convenzione operativa 2023 è un contratto che regola i servizi di gestione dei RAEE ai sensi del D. Lgs. 49/2014 e del D.M. 65/2010.

Il Documento: “Condizioni di servizio” descrive invece le modalità operative e livelli di servizio uniformi per tutti i punti di raccolta costituiti dagli installatori e iscritti al portale del CdC RAEE e regola :

  • il peso minimo di RAEE da raccogliere per ogni servizio di ritiro al fine di evitare inefficienze del sistema;
  • gli obblighi delle parti coinvolte – installatori e Sistemi Collettivi – nella gestione dei punti di raccolta;
  • le inefficienze o mancanze che generano l’erogazione di sanzioni e l’importo delle stesse;
  • la documentazione necessaria per ogni servizio di ritiro svolto dai Sistemi Collettivi;
  • gli importi economici erogati dai produttori di AEE tramite i Sistemi Collettivi per tutti i ritiri che rispettano i requisiti di efficienza.

Rifiuti: aggiornamento e formazione per gli operatori della tutela ambientale

La gestione documentale e la tracciabilità dei rifiuti, EPC Editore, ottobre 2021 (III ed.), Sassone Stefano

La gestione documentale e la tracciabilità dei rifiuti

Sassone Stefano
Libro
Edizione: ottobre 2021 (III ed.)
Pagine: 304
Formato: 150×210 mm
€ 19,95

Vademecum dell'ambiente, EPC Editore, maggio 2020 (IV ed.), Sassone Stefano

Vademecum dell’ambiente

Sassone Stefano
Libro
Edizione: maggio 2020 (IV ed.)
Pagine: 472
Formato: 150×210 mm

Corsi di formazione per l’esperto ambientale in gestione dei rifiuti

RIFIUTI

Istituto Informa organizza il corso per professionisti della tutela ambientale e dell’energia:
La gestione documentale e la tracciabilità dei rifiuti
Le novità su RENTRI e il nuovo Formulario Trasporto Rifiuti (Vi.Vi.FIR)
8 Crediti Formativi (CFP) CNI
INFORMA- Roma

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore