Modulistica_antincendio

Modulistica di prevenzione incendi per attività PNRR, PNC o inserite in ZES – dal 3 luglio 2023

2374 0

Con la circolare n. 9663 del 23 giugno 2023 (in allegato pdf) il Dipartimento dei Vigili del fuoco ha emanato la nuova modulistica da utilizzare per i procedimenti di prevenzione incendi attinenti agli interventi e gli impianti che beneficiano del regime previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), dal Piano nazionale per gli investimenti complementari (PNC) o che siano inserite nelle Zone Economiche Speciali (ZES).

Si tratta della nuova modulistica per la presentazione delle valutazioni progetto (art.3) e della SCIA (art.4 del DPR 151).

La nuova modulistica in vigore dal 3 luglio 2023 consentirà un più puntuale rilevamento e monitoraggio statistico delle attività presenti nelle ZES ai fini della verifica del raggiungimento degli obiettivi generali di sviluppo e di transizione energetica del PNRR e PNC. Va adottata obbligatoriamente per le sole attività comprese nel PNRR, PNC o ZES.

Valutazioni di Progetto e SCIA antincendio: nuova Modulistica VVF per le ZES

Pertanto, anche per le PES il Comando ha voluto predisporre specifica modulistica per la presentazione delle valutazioni progetto (art.3) e delle SCIA (art.4 del DPR 151), per le attività che beneficiano del regime previsto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), dal Piano nazionale per gli investimenti complementari (PNC) o che siano inserite nelle Zone Economiche Speciali (ZES)

La modulistica indicata come PIN 1-2023 PNRR e PIN 2- 2023 PNRR, è del tutto identica a quella attualmente vigente nelle parti sostanziali ma presenta unicamente una sezione integrativa ove il richiedente indicherà, ai soli fini statistici, alcune informazioni relative allo specifico procedimento, come ad esempio, la tipologia di piano utilizzato (PNRR, PNC o ZES) e se l’intervento progettuale ha riguardato alcune specifiche tipologie di attività, di particolare rilevanza nel contesto attuale, come quelle relative all’idrogeno, al GNL/GNC, ai rifiuti o alle chiusure d’ambito degli edifici.

Le attività che non sono ricomprese nei particolari regimi fissati dal PNRR, PNC o ZES, continueranno ad utilizzare la vigente modulistica di presentazione delle istanze, segnalazioni e dichiarazioni che resta quella normalmente e attualmente in uso. Ricordiamo che la precedente modulistica è stata aggiornata di recente: nell’approfondimento sotto, l’elenco completo.

PNRR e dotazioni Vigili del Fuoco, a che punto siamo?

Il PNRR, Piano nazionale di ripresa e resilienza interessa anche il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco: la Missione che interessa il Corpo è la M2C2 Investimento 4.4.3: Rinnovo del parco veicoli dei Vigili del Fuoco, che prevede un Importo di euro 424 milioni per l’ammodernamento del proprio parco automezzi. In particolare si prevede l’acquisto di

  • 200 veicoli destinati al soccorso aeroportuale e 100 veicoli pesanti alimentati a biometano e destinati al soccorso urbano.
  • 3500 veicoli, che potranno essere classificati come 100% ecologici in quanto totalmente elettrici e ricaricati attraverso 875 stazioni, alimentate tramite pannelli fotovoltaici.

Inoltre, la graduale sostituzione dei veicoli leggeri in uso al Corpo Nazionale, del 10% dei veicoli pesanti e del 60% dei veicoli aeroportuali da destinare al soccorso tecnico nelle principali aree urbane.

A tal proposito ricordiamo che l’articolo 8 del  il DECRETO INCENDI – Dl 8 settembre 2021, n. 120 convertito con Legge 8/11/2021 n.155 destina 150 milioni di euro disponibili nell’ambito del PNRR, Missione 2, Componente 4, alle misure di lotta contro gli incendi boschivi, e in particolare alla realizzazione di un sistema avanzato e integrato di monitoraggio del territorio.

Sul sito VVF (Cosa stiamo facendo) aggiornata al 30 Aprile 2023 si riporta che sono in fase di esecuzione i contratti di appalto sottoscritti in data 14/12/2022 per le forniture di 100 Autopompaserbatoio (APS) alimentate a gas bio-metano e 100 Autobottepompa (ABP) alimentate a gas bio-metano. L’entrata in servizio dei 200 nuovi mezzi è prevista per il 30/11/2024.

Zone Economiche Speciali: la normativa

Le Zone Economiche Speciali (ZES) sono state istituite con Decreto-legge 20 giugno 2017 n. 91, convertito con modificazioni dalla legge 3 agosto 2017 n. 123 e s.m., nell’ambito degli interventi urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno: al suo interno le imprese già operative o di nuovo insediamento possono beneficiare di agevolazioni fiscali e di semplificazioni amministrative.

Con il DPCM 25 gennaio 2018 è stato adottato il Regolamento recante l’istituzione di Zone Economiche Speciali (ZES) (GURI Serie Generale n. 47 del 26 febbraio 2018).

La Mappa delle ZES è disponibile su:

Codice di Prevenzione incendi: libri e corsi

InSic suggerisce i seguenti libri di prevenzione incendi, editi da EPC Editore sul Codice di Prevenzione incendi ed i corsi di formazione organizzati da Istituto Informa sulle evoluzioni normative del Codice.

Codice di prevenzione incendi commentato + Esempi applicativi del Codice di prevenzione incendi, EPC Editore, luglio 2022 e novembre 2020,

Codice di prevenzione incendi commentato + Esempi applicativi del Codice di prevenzione incendi

Libro

Edizione: luglio 2022 e novembre 2020

Pagine: 568 + 640 a colori

Formato: 197×270 mm

Esempi applicativi del Codice di prevenzione incendi + ADDENDA 2022 Le Regole Tecniche Verticali di prevenzione incendi commentate IN OMAGGIO, EPC Editore, novembre 2020 (addenda genn. 2022),

Esempi applicativi del Codice di prevenzione incendi + ADDENDA 2022 Le Regole Tecniche Verticali di prevenzione incendi commentate IN OMAGGIO

Libro

Edizione: novembre 2020 (addenda genn. 2022)

Pagine: 640 a colori + 128

Formato: 197×270 mm

corso di formazione

Analisi del rischio di incendio e Codice di Prevenzione incendi

INFORMA- Roma

D.M. 03/09/2021 (Decreto “Minicodice”) e D.M. 03/08/2015 aggiornato al D.M. 12/04/2019

Valido come corso di Aggiornamento per RSPP, ASPP e Coordinatori per la progettazione e l’esecuzione dei lavori (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.) 8 Crediti (CFP) CNI.

Coordinamento editoriale Portale InSic.it – Formatore in salute e sicurezza sul lavoro – Content editor e Social media manager InSic.it

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it