RAEE

Gestione RAEE da sorgenti luminose: modifiche alle condizioni di servizio dal CdC-RAEE

1146 0

Dal Centro di Coordinamento RAEE arriva il rinnovo del Documento che regola le condizioni di servizio per la gestione dei RAEE derivate da sorgenti luminose presso i siti di raccolta costituiti dagli installatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Le novità verranno implementate sul portale dei Servizi RAEE

Vediamo tutte le novità del provvedimento che verranno implementate prossimamente.

RAEE: cambia la qualifica di installatore

Il nuovo testo estende la qualifica di installatore che può identificarsi come tale nell’ambito del sistema RAEE a tutti i soggetti che installano apparecchiature elettriche ed elettroniche e che raggruppano i rifiuti provenienti dalle utenze presso i propri siti di raccolta serviti, a seguito dell’iscrizione al portale del CdC RAEE, dai Sistemi Collettivi dei Produttori.

Agli installatori di sorgenti luminose si aggiungono pertanto i soggetti che installano tutte le altre tipologie di dispositivi elettronici, a eccezione degli installatori di pannelli fotovoltaici per i quali saranno emanate regole specifiche.

Attualmente il CdC sta apportando le modifiche al Portale del CdC RAEE per i soggetti installatori, necessarie a dare piena applicazione a quanto previsto dal documento.

Installatori di sorgenti luminose: chi sono e cosa fanno

Prima dell’estensione, fra gli attori del Sistema RAEE, come installatori figuravano solo gli installatori di sorgenti luminose. Questi possono realizzare propri punti di raccolta presso i quali stoccare i rifiuti provenienti dalle utenze a seguito dell’installazione di nuove lampade o lampadine.

Per usufruire del servizio di ritiro dei RAEE da parte dei Sistemi Collettivi occorre però:

  • sottoscrizione della convenzione operativa e iscrizione del punto di raccolta sull’apposito portale messo a disposizione dal CdC RAEE;
  • garanzia di una quantità annua minima pari a 200 kg di rifiuti derivanti da sorgenti luminose;
  • garanzia di una suddivisione dei RAEE appartenenti al raggruppamento delle sorgenti luminose in maniera conforme a quanto previsto dal Decreto 40/2023, come definito nel documento condizioni di servizio.

Modalità di gestione RAEE, caratteristiche del rifiuto elettrico ed elettronico da gestire

Il Documento modifica le modalità di gestione dei RAEE ovvero:

  • il peso minimo di RAEE da raccogliere per ogni servizio di ritiro al fine di evitare inefficienze del sistema;
  • gli obblighi delle parti coinvolte – installatori e Sistemi Collettivi – nella gestione dei punti di raccolta;
  • le inefficienze o mancanze che generano l’erogazione di sanzioni e l’importo delle stesse;
  • la documentazione necessaria per ogni servizio di ritiro svolto dai Sistemi Collettivi.

Non appena l’attività di aggiornamento della piattaforma RAEE  sarà conclusa, il CdC RAEE ne darà comunicazione a tutti i possibili interessati, ufficializzando in questo modo l’entrata in vigore delle condizioni rinnovate, che verranno pubblicate sul sitoweb del Consorzio.

Resta informato con InSic – Newsletter

Newsletter InSic

Ogni settimana, InSic ti aggiorna sulle ultime news di attualità e news normative del mondo della salute e sicurezza sul lavoro, tutela ambientale, prevenzione incendi, edilizia dei cantieri e privacy!

Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita del Martedì per avere tutti gli aggiornamenti settimanali con tutte le notizie di approfondimento normativo sul mondo della Sicurezza!

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore