password

Password: da ACN e Garante Privacy le linee guida per la loro conservazione e sicurezza

650 0

Dall’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN) e dal Garante per la protezione dei dati arrivano le Linee guida in materia di conservazione delle password, fondamentali per la protezione dei dati e delle informazioni anche sensibili degli utenti.

Le Linee Guida, pubblicate con comunicato nella Gazzetta Ufficiale: vediamo a chi si rivolgono, qual è il loro scopo e quali sono i dati sui furti di password più diffusi ed i dati maggiormente rubati.

Protezione delle Password: le Linee guida

Le Linee guida, infatti, intendono innalzare il livello di sicurezza sia dei fornitori di servizi digitali sia degli sviluppatori di software: si vuole salvaguardare gli utenti dalle tante violazioni dei dati personali e furti di identità causati dall’utilizzo di credenziali di autenticazione informatica archiviate in database non adeguatamente protetti con funzioni crittografiche.

A chi si rivolgono le Linee Guida Password 2023

 Le Linee Guida sono rivolte a tutte le imprese e le amministrazioni che, in qualità di titolari o responsabili del trattamento, conservano sui propri sistemi le password dei propri utenti, le quali si riferiscono a un numero elevato di interessati (es. gestori dell’identità digitale SPID o CieID, gestori PEC, gestori di servizi di posta elettronica, banche, assicurazioni, operatori telefonici, strutture sanitarie, etc.), e soggetti che accedono a banche dati di particolare rilevanza o dimensioni (es. dipendenti di pubbliche amministrazioni), oppure a tipologie di utenti che abitualmente trattano dati sensibili o giudiziari (es. professionisti sanitari, avvocati, magistrati).

Le Linee guida: a cosa servono?

Le Linee guida Password 2023 contengono importanti indicazioni sulle misure tecniche da adottare per la creazione delle password e la loro protezione

L’obiettivo delle Linee Guida è quello di fornire raccomandazioni sulle funzioni crittografiche ritenute attualmente più sicure per la conservazione delle password, in modo da evitare che le credenziali di autenticazione (username e password) possano venire violate e finire nelle mani di cybercriminali, per essere poi messe online o utilizzate per furti di identità, richieste di riscatto o altri tipi di attacchi.

Password: gli errori più comuni degli utenti

Il Garante Privacy ricorda che gli attacchi informatici sfruttano la cattiva abitudine degli utenti di utilizzare la stessa password per l’accesso a diversi servizi online, con la conseguenza che la compromissione delle credenziali di autenticazione di un singolo servizio potrebbe causare l’accesso non autorizzato a una pluralità di sistemi.

Secondo il Rapporto “Censis-DeepCyber” 2022 sulla sicurezza informatica in Italia, l’81,7% degli utenti del web teme prima di tutto “di essere vittima di furti e violazioni dei propri dati personali sul web.”

Nel 2021 il Rapporto rileva che nel web sarebbero stati 4,5 i miliardi di dati sottratti tra e-mail, carte di credito, Carte di Identità e passaporti”.

I dati che interessano maggiormente ai criminali informatici sono:

  • le informazioni anagrafiche, ovvero tutte quelle che permettono di impersonare un utente;
  •  le credenziali di accesso, (nome utente e password) di servizi e piattaforme;
  • informazioni bancarie per l’accesso a conti correnti e carte di credito.

Furto di password: cosa succede dopo?

Il furto di username e password consente ai cybercriminali di commettere numerose frodi a danno delle vittime. I dati rubati vengono utilizzati per

  • entrare illecitamente nei siti di intrattenimento (35,6%),
  • accedere ai social media della vittima (21,9%)
  • entrare nei portali di e-commerce (21,2%). In
  •  accedere a forum e siti web di servizi a pagamento (18,8%)
  • Accedere ai servizi finanziari (1,3%).

Come creare una password efficace?

Ricordiamo che ogni anno il 4 maggio si celebra il WORLD PASSWORD DAY. Quest’anno AIPSA, l’Associazione Italiana dei Professionisti di Security Aziendale ha diffuso cinque regole da tenere presenti per creare password più forti e difficili da intercettare.

Come salvaguardare le Password?

Fra gli strumenti utili per una corretta gestione delle password sono disponibili alcuni strumenti informatici come Password Manager, un software che memorizza le password e le salva all’interno di una cassaforte personale virtuale, accessibile solo dal titolare dell’account tramite la Master Password.

LastPass, un password manager tra i più diffusi, n software freeware per la gestione delle password web, sviluppato da LogMeIn di cui abbiamo spiegato le funzionalità

Terrorismo e tutela della security – libri e corsi di formazione

Terrorismo e Soft-target, EPC Editore, marzo 2020, Scaini Stefano, Petrosini Claudia

Terrorismo e Soft-target

Scaini Stefano, Petrosini Claudia

Libro

Edizione: marzo 2020

Pagine: 160

Formato: 150×210 mm

€ 14,25

Infrastrutture critiche ed attacchi terroristici, EPC Editore, ,

Infrastrutture critiche ed attacchi terroristici
data di inizio 19/12/2023

Corso di formazione

Valido come
– Aggionamento RSPP, ASPP e Coordinatori sicurezza cantieri (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)
– Mantenimento Certificazione “Professionista della security aziendale” e formazione del Manager HSE – Area tecnica in materia di sicurezza sul lavoro (CERSA – 8 crediti formativi per ciascuna giornata)

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore