Documentazione ambientale

VIA, valutazione di impatto ambientale: dal 31 maggio 2024 l’invio è solo telematico

3679 0

A partire dal 31 maggio 2024 la trasmissione telematica delle istanze di VIA diventa esclusivamente digitale.

Nell'articolo gli ultimi aggiornamenti e le ultime novità normative in materia di VIA – Valutazione di Impatto Ambientale e le ultime variazioni documentali riportate dal sito: "VALUTAZIONI E AUTORIZZAZIONI AMBIENTALI: VAS - VIA - AIA".

  1. Valutazioni ambientali: dal 31 maggio 2024 l’invio è telematico
  2. Istanze di verifica di assoggettabilità a VIA, di Verifica dell’Ottemperanza, del PUA e di proroga VIA (Ottobre 2022)
  3. Modulo Istanza VIA e nuovo Modulo presentazione integrazioni progettuali (Luglio 2022)
  4. Modulistica VIA e PUA (agg. Marzo 2022)
  5. Documentazione di VIA e VAS: l’ultimo aggiornamento del MiTe – agg. Sett. 2021
  6. Decreto Semplificazioni: le novità nel DL 76/2020 convertito
  7. Valutazione di Impatto sanitario: le linee guida 2019
  8. Il D.Lgs. 104/2017

Valutazioni ambientali: dal 31 maggio 2024 l’invio è telematico

A partire dal 31 maggio 2024 la trasmissione telematica delle istanze di VIA diventa esclusivamente digitale.

La trasmissione digitale era cominciata già dal 1° febbraio 2024, ma fino al 31 aprile 2023 l’invio delle istanze poteva venire anche a mezzo posta/brevi manu e/o PEC. La Direzione Generale Valutazioni Ambientali a partire dal 31 maggio 2024 non darà seguito alle istanze di VIA presentate con modalità differenti da quella telematica.

Lo riporta il Ministero dell’Ambiente ricordando che ulteriori funzionalità saranno disponibili dal 1° maggio 2024. Vediamo quali sono.

Procedure di Valutazione di Impatto ambientale: nuove funzionalità dal 1° Maggio 2024

Dal 1 maggio 2024 le nuove funzionalità agevoleranno il proponente nella presentazione delle istanze attraverso le nuove telematiche messe a disposizione dalla piattaforma attraverso il portale web, dedicato alla pubblicazione delle procedure di VIA/VAS/AIA:

  • Elenco Elaborati: il proponente non dovrà più caricare in piattaforma l'elenco elaborati, che sarà generato automaticamente sulla base della documentazione allegata;
  • Nuovi sportelli per l'acquisizione di documentazione integrativa o di perfezionamento: la trasmissione della documentazione integrativa o di perfezionamento delle istanze di VIA presentate attraverso la piattaforma dovrà avvenire tramite l'utilizzo degli appositi sportelli.

Istanze di via precedenti al 31 aprile 2024: cosa succede?

Per le istanze di VIA presentate nella precedente modalità non telematica, la eventuale trasmissione di documentazione integrativa dovrà avvenire secondo la medesima modalità.

Per le istanze relative agli altri procedimenti di valutazione ambientale restano valide unicamente le modalità di presentazione delle istanze già in uso.

VIA telematica dal 1°febbraio 2024: la digitalizzazione e velocizzazione delle procedure

Secondo il Ministro Fratin ciò agevolerà la velocizzazione delle procedure e aiuterà sia il proponente pubblico e privato.

Una digitalizzazione, sostenuta dalla Direzione Generale Valutazioni Ambientali, che prevede una procedura guidata di istanze di VIA complete, già alla fase di start, di maggiori informazioni, essenziali per evitare passaggi successivi per richiederle e riceverle.

Il mondo delle valutazioni ambientali, peraltro, si appoggia ormai da anni al portale web https://va.mite.gov.it/it-IT, dedicato alla pubblicazione delle procedure di VIA/VAS/AIA.

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati.

Registrati gratuitamente per continuare a leggere!
Se non hai ancora un account registrati ora

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it