Agenda 203_obiettivi ESG

Sviluppo Agenda 2030: 5,5 milioni nel Bando del MASE per Città, Regioni e Province

792 0

Con Avviso del 20 dicembre 2023 il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica (MASE) stanzia 5,5 milioni per attuare la nuova Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile e l’Agenda 2030 dell’ONU, in continuità con i due precedenti Bandi del 2018 e del 2019/2020.

Destinatari gli Enti locali; l’obiettivo è sostenere concretamente i territori nella piena realizzazione dell’Agenda 2030.

Vediamo allora come sono ripartite le risorse, quali progetti sono ammessi e in quali categorie e come concretamente si sta dando attuazione agli obiettivi ONU dell’Agenda 2030.

Bando MASE per Agenda 20230: cosa finanzia

Il Bando ed i finanziamenti del MASE andranno a finanziare la sottoscrizione di accordi di collaborazione con Regioni, Province Autonome e Città metropolitane, che diano piena attuazione alle direttrici di azione dei tre “vettori di sostenibilità” della Strategia: coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile, cultura per la sostenibilità e partecipazione.

Le risorse a disposizione per attuare l’Agenda ONU

Il bando distingue:

  • € 3.500.000,00 (tremilionicinquecentomila/00) da destinare alla copertura finanziaria delle proposte presentate da Regioni e Province Autonome;
  • € 2.000.000,00 (duemilioni/00) da destinare alla copertura finanziaria delle proposte presentate da Città Metropolitane.

Progetti per Agenda 2030: categorie di intervento

Le Regioni, le Province Autonome e le Città Metropolitane potranno presentare una proposta di intervento integrata che includa azioni riferibili ad almeno due delle seguenti categorie di intervento:

  •  Categoria 1. Coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile
  • Categoria 2. Cultura per la sostenibilità
  • Categoria 3. Partecipazione per lo sviluppo sostenibile.

Le attività incluse nelle proposte presentate dovranno essere avviate entro e non oltre due mesi dalla data di sottoscrizione dell’Accordo di collaborazione di cui all’art. 6 e concluse entro e non oltre i diciotto mesi successivi alla data di avvio attività.

Agenda 2030: l’attuazione in Italia

Attraverso questo nuovo Bando l’Italia si impegna nella “localizzazione” degli SDGs dell’ONU e nel pieno coinvolgimento nelle attività di attuazione, monitoraggio e rendicontazione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, spiegano dal Ministero

“Cominciamo così – spiega il Ministro Gilberto Pichetto – a dare concreta attuazione alla nuova Strategia, sulla quale prevediamo di investire nel prossimo biennio circa 17 milioni di euro. Presupposto di tutto è la piena connessione e collaborazione con i territori, che devono sentirsi diretti protagonisti – aggiunge il Ministro – di una sfida che si può vincere solo tutti insieme”.

Anche i precedenti bandi hanno accompagnato il pieno impegno dei territori, portando all’approvazione di diciassette Strategie regionali e provinciali per lo sviluppo sostenibile, insieme a otto agende metropolitane.

Cos’è la Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile

La Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (qui il testo della SNSvS) disegna il quadro strategico di riferimento delle politiche settoriali e territoriali in Italia in materia di sostenibilità ambientale per istituzioni e società civile sino al 2030. il suo obiettivo è disegnare una visione di futuro e di sviluppo incentrata sulla sostenibilità, quale valore condiviso e imprescindibile per affrontare le sfide globali del nostro Paese.

Il testo aggiornato della Strategia è stato approvato il 18 settembre 2023: la revisione è il risultato di un percorso altamente partecipativo che ha coinvolto amministrazioni centraliRegioni, Città metropolitane, nonché società civile e attori non statali riuniti nel Forum nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, con il comune obiettivo di definire e attuare il modello italiano per la sostenibilità.

Cos’è l’Agenda ONU 2030

L’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU. Ingloba 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals, SDGs – in un grande programma d’azione per un totale di 169 ‘target’ o traguardi. L’avvio ufficiale degli Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile ha coinciso con l’inizio del 2016, guidando il mondo sulla strada da percorrere nell’arco dei prossimi 15 anni: i Paesi, infatti, si sono impegnati a raggiungerli entro il 2030.

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore