fbpx

Legionella: come gestire il rischio esposizione sul luogo di lavoro

772 0

Cosa si intende per Legionellosi? come gestire il rischio di esposizione a legionellosi sui luoghi di lavoro?

Fa luce un factsheet INAIL dal titolo: “Il rischio di esposizione a legionella spp. in ambienti di vita e di lavoro” liberamente scaricabile dal sito dell’Istituto.

Cos’è la Legionellosi?

Con il termine ‘legionellosi’ si indicano le forme morbose causate da batteri appartenenti
al genere Legionella: nota anche come “Malattia del legionario” è una malattia sottoposta a sorveglianza speciale da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità, della Comunità europea (European Legionnaires’ Disease Surveillance Network, ELDSNet) e dell’Istituto superiore di sanità presso il quale è istituito il Registro nazionale dei casi di legionellosi.

Legionella, malattia

La famiglia delle Legionellaceae comprende un solo genere Legionella con attualmente 66 specie di cui
L. pneumophila (Figura 1) è quella più frequentemente isolata, essendo responsabile del 95% delle infezioni in Europa e dell’85% nel mondo; altre specie di interesse clinico sono L. micdadei, L. dumoffii, L. bozemanii, L. gormanii, L. anisa e L. longbeachae.

Legionella Sintomi

Si distinguono due forme di Legionella

La “Malattia del Legionario” è la forma più grave della malattia che si manifesta con febbre alta, tosse ed un quadro polmonare non distinguibile da altre forme di polmoniti batteriche o atipiche (letalità del 10 – 15% che, nei casi nosocomiali, può arrivare fino al 30 – 50%).

La ‘Febbre di Pontiac’ è invece una forma lieve di legionellosi, senza interessamento polmonare, con un’evoluzione benigna della malattia anche in assenza di trattamento antibiotico.

Legionella: come si prende?

La legionellosi è acquisita a seguito dell’inalazione di aerosol o di particelle da esso derivate per essiccamento contenenti legionelle o, più raramente, a seguito di aspirazione di acqua contaminata. Più piccole sono le dimensioni delle goccioline inalate (< 5μm) e più facilmente queste possono raggiungere le basse vie respiratorie. I principali sistemi in grado di generare aerosol potenzialmente contaminato dal batterio sono rappresentati dagli impianti di distribuzione dell’acqua, torri evaporative, vasche idromassaggio, ecc

Diffusione della Legionella

Secondo i dati dell’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC) relativi a 27 Paesi europei, nel 2020 sono stati notificati un totale di 8.372 casi di legionellosi, di cui il 72% segnalati da quattro paesi europei con l’Italia al primo posto seguita da Spagna, Francia e Germania.

I dati del 2021 segnalano una incidenza della legionellosi in Italia pari a 46,0 casi per milione di abitanti, con un considerevole incremento rispetto all’anno precedente (34,3/1.000.000), che in concomitanza con la pandemia, aveva fatto registrare l’incidenza più bassa dal 2017 (dati Epicentro).

Legionella: valutazione del rischio

Per quanto riguarda la valutazione del rischio legionella sui luoghi di lavoro ai fini della valutazione del rischio (art. 17, comma 1, lettera a e art. 271 del d.lgs. 81/2008), il datore di lavoro (DL) deve individuare potenziali sorgenti di rilascio del microrganismo negli ambienti lavorativi e specifiche attività che possono comportare un rischio di esposizione a Legionella spp.

Legionella: cosa deve valutare il datore di lavoro?

Il Datore di lavoro deve valutare la presenza di potenziali pericoli per i lavoratori rappresentati da impianti
e apparecchiature (impianti di distribuzione acqua, impianti di raffreddamento a torri vaporative/condensatori, impianti di irrigazione, ecc.) in cui sono presenti fattori ambientali (acqua stagnante, sporcizia, biofilm, ecc.) che favoriscono la proliferazione batterica.

Prevenzione dal rischio legionellosi: cosa fare?

Il DL deve attuare interventi finalizzati a ridurre al più basso livello possibile la contaminazione microbiologica ambientale e, conseguentemente, l’entità dell’esposizione ad aerosol potenzialmente infettanti. In particolare, ai fini della prevenzione e controllo della contaminazione degli impianti di distribuzione dell’acqua devono essere programmati interventi di manutenzione sia a breve (decalcificazione e disinfezione di serbatoi, soffioni, filtri, ecc.) che a lungo termine (sistemi di disinfezione
dell’acqua di comprovata efficacia).

Impianti di trattamento: la manutenzione

Per gli impianti di trattamento aria, questi dovranno periodicamente es sere sottoposti a manutenzione, pulizia e disinfezione, prestando attenzione alle sezioni/componenti (bacino delle torri evaporative, sezione di umidificazione, ecc.) in cui la Legionella prolifera in presenza di condizioni ambientali ottimali e di nutrienti.

Legionellosi: le misure di protezione

Al termine della valutazione del rischio, il DL individuerà misure di protezione collettiva e individuale conformi alle disposizioni legislative a tutela della salute occupazionale. L’efficacia degli interventi adottati sarà infine valutata stimando l’entità dei rischi residui attraverso monitoraggi microbiologici
negli ambienti di lavoro.

Legionella: valutazione del rischio e parametri europei – Direttiva 2020/2184

Nella DIRETTIVA (UE) 2020/2184 concernente la qualità dell’acqua per il consumo umano, l’Europa ha introdotto nell’Allegato I un parametro pertinente la valutazione del rischio Legionella nell’acqua dei sistemi di distribuzione domestici.
Il superamento di tale valore (< 1000 UFC/l) implica la necessità di attuare misure di controllo nei confronti di questo batterio. La valutazione del rischio Legionella nei sistemi di distribuzione domestici interesserà in primo luogo gli edifici definiti ‘prioritari’ ovvero strutture sanitarie, strutture alberghiere, rispetto ad altri quali condomini, uffici, negozi, ecc.

Per approfondire sulla Direttiva, leggi il contributo dell’Unione europea sulla Direttiva 2020/2184 e l’articolo di InSic sugli altri aspetti trattati dalla Direttiva .

Per approfondire sul rischio biologico su InSic – news e approfondimenti

Rischio biologico: libri, corsi e poster informativi

InSic suggerisce tra i libri di Salute e sicurezza editi da EPC Editore, i seguenti ABC per i lavoratori e volumi dedicati al rischio biologico.

Abc del rischio biologico <i>con focus sul COVID-19</i>, EPC Editore, ottobre 2020, De Grandis Daniele, Frusteri Liliana , Pontuale Giorgio

Abc del rischio biologico con focus sul COVID-19

De Grandis Daniele, Frusteri Liliana , Pontuale Giorgio

Manualistica per i lavoratori
Edizione: ottobre 2020

Pagine: 112
Formato: 115×165 mm

€ 6,00

Manuale per la valutazione del rischio biologico, EPC Editore, settembre 2019 (II ed.), De Grandis Daniele, Frusteri Liliana , Pontuale Giorgio, Scarlini Francesco

Manuale per la valutazione del rischio biologico

De Grandis Daniele, Frusteri Liliana , Pontuale Giorgio, Scarlini Francesco

Libro

Edizione: settembre 2019 (II ed.)

Pagine: 624

Formato: 170×240 mm

InSic suggerisce tra i Poster dedicati al mondo della Sicurezza, quelli legati specificamente al rischio biologico!

Rischio biologico, EPC Editore, Aprile 2010,

Rischio biologico

Poster

€ 10,00 + iva

Rischio biologico, EPC Editore, Aprile 2010,

Rischio biologico

Poster

Corso di formazione sul rischio biologico

InSic suggerisce fra i corsi di salute e sicurezza organizzati da Istituto Informa, il Corso specifico sulla valutazione del rischio biologico!

formazione videconferenza

La valutazione del rischio biologico nei luoghi di lavoro

Approfondimenti, metodi di valutazione e gestione del rischio biologico
Focus sul rischio di esposizione al SARS Cov 2

Valido come corso di Aggiornamento per RSPP, ASPP e Coordinatori per la progettazione e l’esecuzione dei lavori (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore