Norme tecniche per le Costruzioni 2018
FINANZIAMENTI
Bando ISI: 307 milioni per la sicurezza delle imprese
fonte: 
INAIL
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Bando ISI: 307 milioni per la sicurezza delle imprese L'INAIL ha pubblicato il nuovo bando Isi con il quale l'Istituto mette a disposizione delle aziende altri 307 milioni a fondo perduto per la realizzazione di interventi di prevenzione, l'adozione di modelli organizzativi orientati alla sicurezza e la sostituzione o l'adeguamento delle attrezzature di lavoro


I 307 milioni di quest'anno rappresentano la somma più rilevante destinata finora alle imprese che vogliono investire in prevenzione. Per l'intero progetto, a partire dal 2010 sono stati stanziati oltre 800 milioni di euro, che comprendono anche i circa 80 milioni dirottati nel 2012 sulle aree dell'Emilia Romagna, della Lombardia e del Veneto colpite dal terremoto per interventi di messa in sicurezza dei capannoni e degli impianti industriali.

Le novità introdotte dal bando

Per fronteggiare la situazione di difficoltà economica che le imprese stanno attraversando, il nuovo bando ha introdotto alcune importanti novità. La copertura dei costi, in particolare, è stata elevata dal 50% al 65% dell'importo complessivo e il contributo massimo erogabile per ogni progetto ammesso al finanziamento è stato aumentato da 100mila a 130mila euro. "Il contributo - sottolinea il presidente dell'Inail, Massimo De Felice - è cumulabile con i benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito, come quelli gestiti dal Fondo di garanzia delle piccole e medie imprese e da Ismea". Un'ulteriore novità è rappresentata dall'introduzione di un terzo asse di finanziamento, con fondi trasferiti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, per la sostituzione o l'adeguamento delle attrezzature di lavoro, in linea con i requisiti previsti dal Testo unico sulla sicurezza.
La procedura per l'assegnazione degli incentivi Inail invece ricalca quella adottata nelle edizioni precedenti. Dal 21 gennaio all'8 aprile 2014 le imprese potranno inserire sul sito dell'Istituto i propri progetti e, nel caso in cui abbiano raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità, otterranno un codice identificativo da utilizzare al momento di inoltrare la domanda online nelle date di apertura dello sportello telematico. I finanziamenti, ripartiti in budget regionali che tengono conto del numero dei lavoratori e dell'indice di gravità degli infortuni rilevato sul territorio, saranno assegnati fino all'esaurimento sulla base dell'ordine cronologico di invio.
Il varo del nuovo bando Isi sarà accompagnato da una campagna informativa su quotidiani, periodici, tv e Internet. La campagna promuove le politiche attive dell'Istituto per la prevenzione: oltre agli incentivi alle imprese per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, anche la riduzione del premio assicurativo riconosciuta alle aziende attive da almeno due anni che abbiano realizzato interventi per la prevenzione nell'anno precedente alla richiesta. Per informazioni e chiarimenti è possibile contattare il contact center dell'Istituto ai numeri 803164 (gratuito da telefono fisso) e 06-164164 (a pagamento da telefono cellulare).

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: