fbpx

Scuole e rischio amianto le dichiarazioni del ministro Giannini

385 0
Risparmio energetico, bonifica dall’amianto e sicurezza antisismica costituiscono tre priorità che il governo si é dato per il recupero del patrimonio edilizio scolastico”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, rispondendo al question time alla Camera e ha aggiunto: “Su questi punti il Governo sta lavorando per stanziare ulteriori risorse, pari a circa 300 milioni, al fine di recuperare e riqualificare il patrimonio immobiliare pubblico, dando priorità agli edifici scolastici

Secondo Giannini, già il cosiddetto decreto del fare ha destinato “150 milioni a interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici, con particolare riferimento agli edifici “in cui é stata censita la presenza di amianto. Tali finanziamenti sono stati recentemente assegnati agli enti locali e a oggi risultano affidati 602 progetti, destinati, per oltre il 30%, alla sola bonifica dell’amianto. Mancano all’appello ancora due regioni, la Puglia e la Campania, le cui graduatorie sono state oggetto di impugnativa, ma entro il 30 giugno i lavori dovranno essere affidati. In tal modo, stimiamo di poter arrivare a circa 670 interventi appaltati, i cui lavori in molti casi sono già stati conclusi”.

Giannini ha confermato “ulteriori risorse, pari a 300 milioni, che saranno finalizzate allo scorrimento delle graduatorie del ‘decreto del fare’ e che andranno a finanziare circa 1.800 progetti esecutivi aggiuntivi di edilizia scolastica, immediatamente cantierabili. Anche rispetto a questi é prevista la priorità per gli edifici in cui é stata censita la presenza di amianto”.

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore