fbpx

Comunicazione dei dati aggregati e sanitari di rischio: obblighi e scadenze per i Medici competenti – proroga al 31 luglio 2022, ultimi aggiornamenti

838 0

In questa pagina approfondiamo l’obbligo annuale di comunicazione dei dati aggregati sanitari di rischio, previsto dal Testo unico di Sicurezza (D.Lgs. n.81/2008, art. 40) per il Medico competente.

Comunicazione dati aggregati e sanitari di rischio: obbligo per il medico competente

In attuazione delle disposizioni in materia di salute e sorveglianza sanitaria dei lavoratori, il decreto legislativo 81/2008, all’art. 40 comma 1 prevede che:

“Entro il primo trimestre dell’anno successivo all’anno di riferimento il medico competente trasmette, esclusivamente per via telematica, ai servizi competenti per territorio le informazioni, elaborate evidenziando le differenze di genere, relative ai dati collettivi aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori, sottoposti a sorveglianza sanitaria secondo il modello in ALLEGATO 3B”.

  • Pertanto, entro il 31 marzo di ogni anno, i medici dovrebbero comunicare attraverso l’invio dell’Allegato 3B i dati della sorveglianza sanitaria dell’anno precedente.
  • Vediamo di seguito la normativa di dettaglio sull’obbligo di trasmissione dei dati della sorveglianza sanitaria, in che modo è possibile comunicare i dati e per quale finalità. Inoltre la scadenza prevista e le sue proroghe, in particolare per l’anno presente: per la comunicazione dei dati 2021, ci sarà tempo fino al 31 luglio 2022.

A cosa servono i dati aggregati e sanitari di rischio?

Tale obbligo riveste una notevole importanza per il monitoraggio della sorveglianza sanitaria a cui sono sottoposti i lavoratori. L’importanza di questa fonte di dati è in più parti richiamata anche nel Piano Nazionale della Prevenzione 2020-2025, si tra le linee di azione centrale sia nei piani predefiniti.

Uno specifico gruppo tecnico presso la Direzione Generale INAIL , composto da istituzioni e società scientifiche, collabora al miglioramento dell’utilizzo dei dati e all’ottimizzazione della richiesta e della raccolta di informazioni da parte dei medici competenti.

Comunicazione dei dati aggregati e sanitari di rischio

L’obbligo previsto dall’art. 40 del TUS è stato ulteriormente dettagliato da atti intervenuti in attuazione o modifica temporale delle scadenze dell’obbligo.

Comunicazione dati sorveglianza sanitaria 2021-22: da quando?

Con Circolare del 16 febbraio 2022 il Ministero della Salute ha prorogato al 31 luglio 2022 il termine per l’invio delle informazioni relative ai dati collettivi aggregati e sanitari di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria nell’anno 2021 in relazione alla difficoltà della situazione legata alla gestione dell’emergenza Covid-19, al fine di consentire ai medici competenti una migliore gestione dell’inoltro dei dati.

Come effettuare la comunicazione dei dati della sorveglianza sanitaria dei lavoratori?

In applicazione dell’art. 4, co. 1 del d.m. 9 luglio 2012, come modificato dal d.m. 6 agosto 2013 e dal successivo d.m. 12 luglio 2016, la comunicazione dei dati va effettuata  esclusivamente per via telematica, tramite l’utilizzo della piattaforma informatica Inail “Comunicazione medico competente”, disponibile sul portale istituzionale www.inail.it>Servizi per te>Operatori della sanità>Medico competente.

INAIL, nel Maggio 2022 ha reso disponibile l’aggiornamento della funzionalità “Rinnova associazioni” della piattaforma informatica “Comunicazione medico competente“.

Leggi il nostro approfondimento sulla comunicazione dei Dati

La normativa sulla comunicazione dei dati aggregati e sanitari

Il Decreto Ministeriale del 09/07/2012 ha dettato i contenuti e le modalità di trasmissione delle informazioni relative ai dati sanitari e di rischio dei lavoratori.

Con Decreto 12 luglio 2016, in modifica del DM 9/7/2012, i Ministeri della Salute e del Lavoro hanno aggiornato i contenuti sia dell’Allegato 3A “CONTENUTI MINIMI della cartella sanitaria e di rischio” che dell’Allegato 3B “Contenuti e modalità di trasmissione delle informazioni relative ai dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori utili alla trasmissione dei dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori”.

Medico competente: ruolo, funzioni e nomina

Per approfondire sulla funzione e sul ruolo del medico competente in azienda suggeriamo i seguenti approfondimenti:

Per informazioni sul ruolo e sugli obblighi del medico competente

Il ruolo del medico competente ai tempi del Coronavirus
Camisa Vincenzo, Di Palma Pasquale, Ferraro Pietro, Zaffina Salvatore
Edizione: giugno 2020
Pagine: 224
Formato: 150×210 mm

Il medico competente. Guida pratica alla professione
Sacco Angelo
Edizione: gennaio 2020 (II ed.)
Pagine: 464
Formato: 150×210 mm

Testo Unico di Sicurezza: analisi e commento

Per approfondire sui contenuti del Testo Unico di Sicurezza suggeriamo:

Testo unico per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro pocket
Edizione: gennaio 2022 (X ed.)

Manuale per l’applicazione del D.Lgs. 81/2008
D’Apote Michele, Oleotti Alberto
Edizione: settembre 2021 (V ed.)

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore