Norme tecniche per le Costruzioni 2018
APPROFONDIMENTO
Sulla Rivista Ambiente&Sicurezza sul lavoro n. 5 si parla di...
fonte: 
Redazione Ambiente&Sicurezza sul Lavoro
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Sulla Rivista Ambiente&Sicurezza sul lavoro n. 5 si parla di... Il numero di Maggio della Rivista Ambiente&Sicurezza sul lavoro apre con un articolo di analisi sui valori limite d'esposizione al rumore. Fra gli approfondimenti, i risultati di una ricerca sulle malattie professionali ed i disturbi muscolo-scheletrici, ed un'analisi delle diverse parti dell'ADR 2013. Infine, il commento ad una sentenza del TAR Lazio in materia di scarichi industriali.

I contenuti del numero di maggio

Nell'articolo, "Esposizione al rumore, rispetto dei valori di riferimento" di Pierangelo Tura (Arpa Piemonte) vengono evidenziati i cambiamenti nella caratterizzazione e valutazione del rischio rumore, attraverso la ridefinizione dei valori di riferimento, valori d'azione e valore limite definiti dal D.Lgs. 277/91. In particolare il valore limite d'esposizione (VLE) è stato ridotto di 3 dB(A). Ma questa riduzione, sostiene l'autore, in realtà contiene alcune criticità di carattere applicativo, che la rendono discutibile in termini prevenzionistici e di fatto poco incisiva.

L'articolo "Prevenzione incendi, gli sviluppi normativi dopo l'emanazione del DPR 151/2011" dell'Ing. G Giomi, (direttore regionale VV.F. Umbria) passa in rassegna tutti i provvedimenti più significativi di prevenzione incendi emanati nel 2012, dal DM 7 agosto 2012 che ha stabilito la nuova modalità di presentazione delle istanze dui prevenzione incendi (i cui moduli sono stati regolati dal D.direttoriale 200 del 31/10/2012, passando per diverse circolari VVF che hanno regolamentato aspetti specifici dei controlli di prevenzione incendi e per il decreto 20/12/2012 che disciplina gli impianti di protezione attiva contro l'incendio.

Un interessante approfondimento riguarda i disturbi muscolo-scheletrici: nell'articolo "Malattie professionali, uno studio sui disturbi muscolo-scheletrici", di M. Giovannone (Direttore scientifico ANMIL Sicurezza) si riportano i risultati di una ricerca svolta in collaborazione con ANMIL Sicurezza e la Clinica Ortopedica dell'Università degli Studi di Milano sulle patologie muscolo-scheletriche e da sovraccarico biomeccanico dei lavoratori nel settore del commercio.

L'articolo di R. Montali, "ADR Edizione 2013, le novità per il trasporto di merci pericolose" passa in rassegna le nove Parti di cui è composto l'Accordo europeo obbligatorio dal 1 luglio 2013. Il DM 21 gennaio 2013 ha infatti recepito la direttiva 2012/45/UE rendendo le sue disposizioni obbligatorie per tutti i trasporti internazionali di merci pericolose: l'articolo fa dunque il punto sui nuovi obblighi per gli operatori del trasporto.

Infine G. Amendola, (Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Civitavecchia), commenta per noi la sentenza del TAR Lazio del 19 febbraio 2013, relativa alle acque reflue urbane e ai limiti applicati per lo scarico dell'impianto di depurazione. In caso di reflui urbani contenenti acque reflue industriali, è infatti onere del Gestore comunicare alla Provincia i dati dai quali risulti se siano stati autorizzati scarichi industriali in fognatura nella zona di riferimento

Per maggiori informazioni:

Per avere una panoramica degli articoli presenti consultare il sommario del n.5 della Rivista, allegato in formato PDF.
Per maggiori informazioni sulla rivista Ambiente & Sicurezza sul Lavoro, clicca qui.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.epc.it 
oppure scrivi a amsl@epcperiodici.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: