Impianti distribuzione GNL: il commento VV.F. alla regola Tecnica

2230 0

Nei giorni scorsi è stata pubblicata la regola tecnica di prevenzione incendi per gli impianti fissi di distribuzione di carburante per autotrazione alimentati da serbatoi fissi di gas naturale liquefatto (GNL) via Decreto 30 giugno 2021 (leggi il nostro approfondimento).

Tale tipologia di impianti consente l’erogazione di carburanti alternativi, innovativi e a basso impatto ambientale, costituiti da GNL e da gas naturale compresso da rigassificazione del GNL (L-GNC) per l’alimentazione di autoveicoli industriali pesanti e di autovetture.

Di seguito, il commento alla Regola tecnica, da parte del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

Impianti GNL: a chi si applica la regola tecnica antincendio?

La regola tecnica allegata al decreto, predisposto in concerto con il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, si applicherà alla progettazione, alla realizzazione e all’esercizio degli impianti fissi di distribuzione carburante per autotrazione alimentati da serbatoi fissi di gas naturale liquefatto di capacità complessiva non superiore a 50 tonnellate.

Regola tecnica impianti GNL: quali vantaggi per gli operatori?

La regola tecnica consente di definire un quadro di riferimento tecnico-normativo nell’ambito della sicurezza antincendio revisionando la guida tecnica e gli atti di indirizzo diramati il 18 maggio 2015 e riguardanti la redazione dei progetti di prevenzione incendi relativi ad impianti di distribuzione di tipo L-GNL, L-GNC e L-GNC/GNL per autotrazione.

Che cos’è il GNL?

Il GNL è una miscela complessa di idrocarburi, composta principalmente da metano, ma che generalmente include quantità sensibilmente minori di etano, propano e idrocarburi superiori e alcuni gas non combustibili come, ad esempio, azoto e anidride carbonica (UNI EN ISO 14532). Il vantaggio principale è che, a parità di quantità di gas, il volume occupato dal GNL è circa 600 volte inferiore al volume della stessa quantità in forma gassosa. La soluzione tecnologica per lo stoccaggio di gas naturale liquefatto risulta innovativa.

Quali sono le principali novità della regola tecnica per Impianti GNL?

Particolare attenzione è stata riservata alla previsione di una specifica metodologia di erogazione dei carburanti “self-service”, in coerenza con le norme relative agli impianti fissi di distribuzione di gas naturale compresso (GNC).

Il provvedimento è stato predisposto dopo un articolato iter istruttorio che ha visto, innanzitutto, un prolungato confronto con le associazioni di categoria, che hanno fatto parte del gruppo di lavoro incaricato della redazione del testo normativo, e contribuirà al raggiungimento dell’obiettivo del quadro strategico nazionale per lo sviluppo dei combustibili alternativi che prevede, entro il 31 dicembre 2025, la realizzazione di un adeguato numero di punti di rifornimento per GNL in modo da assicurare la circolazione dei veicoli alimentati con questo tipo di combustibile.

Regola tecnica Impianti GNL e guide tecniche di progetto

In linea con gli obiettivi del quadro strategico nazionale, nell’adunanza del Comitato Centrale Tecnico Scientifico per la prevenzione incendi di cui all’art. 21 del D.Lgs. 139/2006 del 20 luglio 2021 sono stati approvati,

  • La Guida Tecnica ed atti di indirizzo per la redazione dei progetti di prevenzione incendi relativi ad impianti di alimentazione di GNL con serbatoio criogenico fisso a servizio di impianti di utilizzazione diversi dall’autotrazione (impianti industriali e metanodotti)
  • La Guida Tecnica per l’individuazione delle misure di safety per il rifornimento in porto delle navi a GNL (rifornimento truck to ship e ship to ship).

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore