albergo_inail

Attività ricettive turistico-alberghiere: indicazioni di prevenzione incendi da INAIL

178 0

Da INAIL una nuova pubblicazione “Prevenzione incendi per attività ricettive turistico-alberghiere” affronta la progettazione di un’attività ricettiva turistico-alberghiera, utilizzandone e confrontandone gli esiti sia mediante il d.m. 9 aprile 1994 (regola tecnica verticale tradizionale pre-Codice) che secondo la Regola Tecnica Verticale V.5 che integra il Codice di Prevenzione Incendi.

Prevenzione incendi per attività ricettive turistico-alberghiere

La Guida, realizzata in collaborazione con il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e Consiglio Nazionale degli Ingegneri analizza le differenze tra l’approccio prescrittivo e quello prestazionale, illustra le previsioni del Codice di prevenzione incendi e ricontestualizza la normativa applicabile alle Attività ricettive.

Contiene inoltre un caso di studio relativo ad un albergo ubicato in un edificio esistente risalente agli anni ’70: un’attività esercita fino al 1992 allorquando l’immobile è stato adibito ad attività uffici.
Il progetto antincendio oggetto della Guida è finalizzato a consentire la nuova apertura dell’albergo, con 126 posti letto, in ossequio alla normativa vigente.

Attività ricettive quale normativa si applica?

alberghi

Per la progettazione di un’attività ricettiva, con oltre 25 posti letto, è valido il doppio binario, e quindi è possibile seguire due strade, alternative fra loro:

Secondo INAIL, individuata una delle due scelte progettuali, occorre percorrere per  intero l’iter previsto dalla norma individuata, essendo le due RTV alternative e non  complementari.

Quanto alle attività ricettive sotto soglia, ovvero con meno di 25 posti letto, la  nuova RTV V.5, riguardando le attività ricettive con oltre 25 posti letto, non è  applicabile sebbene, al par. V.5.5, siano riportate le misure da adottare per opere da  costruzione con un numero di posti letto ≤ 25.

Per approfondire sulle attività ricettive e sulla normativa di riferimento

Per approfondire sulla normativa antincendio delle attività alberghiere e ricettive suggeriamo

  • la ricostruzione della normativa tecnica della ultima RTV V5
  • Un quesito presentato alla rivista Antincendio
  • La news sulla proroga prevista per il 2023 e 2023 per l’adeguamento antincendio di strutture ricettive e rifugi alpini
  • l’approfondimento dalla rivista Antincendio per la progettazione di un’attività ricettiva: articoli tratti dalla rivista Antincendio.
Aprile 2023 Il Codice di Prevenzione Incendi in pratica: caso studio su attività ricettiva – parte 2 Giuseppe G. Amaro, Filippo La Placa, Ada Malagnino
Marzo 2023 Il Codice di Prevenzione Incendi in pratica: caso studio su attività ricettiva – parte 1 Giuseppe G. Amaro, Ada Malagnino, Filippo La Placa
Febbraio 2023 Attività ricettive: Passato! Presente! Futuro? Dalla Legge 406/80 alla RTV 5 Giuseppe G. Amaro, Maria G. Cosmai

Attività ricettive: un volume EPC Editore sulla progettazione secondo il Codice di prevenzione incendi

Codice di prevenzione incendi. Progettazione ALBERGHI, EPC Editore, luglio 2020, Zoeddu Nicola

Codice di prevenzione incendi. Progettazione ALBERGHI


In questo e-book viene presentato un esempio di un progetto antincendio ai fini della realizzazione di un albergo da 240 posti letto in edificio precedentemente adibito ad uso uffici.

Zoeddu Nicola

E-book

Coordinamento editoriale Portale InSic.it – Formatore in salute e sicurezza sul lavoro – Content editor e Social media manager InSic.it

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it