fbpx
Rischio elettrico

Lavori sotto tensione: aggiornati gli elenchi di aziende autorizzate e formatori

846 0

In questa pagina seguiamo gli aggiornamenti dell’elenco delle aziende abilitate per l’effettuazione dei lavori sotto tensione superiore a 1000V (di cui al punto 3.4 dell’Allegato I del Decreto ministeriale 4 febbraio 2011) e dei soggetti formatori (ai sensi dell’articolo 82, comma 2 del Testo Unico di Sicurezza -Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e s.m.i).

Inoltre, gli obblighi delle aziende autorizzate e le modalità di variazioni delle autorizzazioni in base alla normativa del DM 4/2/2011.

Ultimo elenco aziende autorizzate ai lavori sotto tensione e soggetti abilitati

Con il Decreto direttoriale n. 63 del 1 agosto 2022 il Ministero del lavoro emana il XXIV elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione dei lavori sotto tensione su impianti alimentati a frequenza industriale a tensione superiore a 1000V e e dei soggetti formatori che sostituisce il precedente (e tutti quelli precedenti).

Elenchi di aziende e soggetti abilitati anni 2017-2021

Decreto direttoriale n. 2 del 20 gennaio 2021 : XXIII elenco

Decreto Direttoriale n. 57 del 18 settembre 2019 : XXII elenco

Decreto direttoriale 25 febbraio 2019, n. 8: XXI elenco

Decreto direttoriale 23 novembre 2018, n. 89: XX elenco

Decreto direttoriale 10 agosto 2018, n. 72: IXI elenco;

Decreto direttoriale n.51 del 22 maggio 2018: XVIII elenco;

Decreto direttoriale n. 12 del 14 febbraio 2018: XVII elenco;

Decreto direttoriale 3 del 16 gennaio 2018: XVI elenco;

Decreto direttoriale del 1° dicembre 2017: XV elenco.

Decreto Direttoriale 1 agosto 2016: XIV elenco.

Lavori sotto tensione: gli obblighi delle aziende autorizzate

Le aziende autorizzate devono comunicare al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, ai sensi del punto 2.1. e) DM. 4.2.2011,

  • gli incidenti rilevanti o i gravi infortuni rientranti nel campo di applicazione del citato D.M. 4.2.2011.

  • Le variazioni nello stato di fatto o di diritto che le aziende autorizzate o i soggetti formatori intendono operare, previo parere della Commissione per i Lavori sotto tensione, di cui al D.M. 4.2.2011.

Lavori sotto tensione e sospensioni dall’elenco ministeriale

La sospensione di un’azienda o di un formatore dall’elenco può avvenire a seguito di gravi inadempienze delle aziende autorizzate o dei soggetti formatori.

Lavori sotto tensione: quanto vale l’iscrizione negli elenchi ministeriali?

L’iscrizione ha un periodo di validità di tre anni a partire dalla data di autorizzazione.

Lavori sotto tensione e controlli ministeriale

Entro il periodo di validità dell’iscrizione il Ministero lavoro ha facoltà di procedere al controllo della permanenza dei requisiti, di cui agli allegati II e allegato III del citato D.M. 4.2.2011, in capo alle medesime aziende.

La Commissione per i lavori sotto tensione

La ricostituzione della Commissione per i lavori sotto tensione è avvenuta con il Decreto direttoriale n. 12/2017, (prevista al punto 2 dell’allegato I al D.M. 4.2.2011 che riporta la “Definizione dei criteri per il rilascio delle autorizzazioni di cui all’articolo 82, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modifiche e integrazioni”.

Lavori elettrici: come formare il personale addetto?

InSic suggerisce alcuni volumi di EPC Editore dedicati al rischio elettrico in azienda, utili alla formazione degli operatori del settore e per l’informazione di sicurezza diretta ai lavoratori.

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore