sentenza_corte

Fornitura di DPI idonei: obbligo del Datore indipendentemente dal DVR

3016 0

Secondo un consolidato principio della giurisprudenza di legittimità, l’art. 18, co. 1, lett. d), T.U.S.L., che impone al datore di lavoro di fornire ai lavoratori i necessari e idonei dispositivi di protezione individuale, costituisce un precetto al quale il datore di lavoro è tenuto a conformarsi a prescindere dal fatto che il loro utilizzo sia specificamente contemplato nel D.V.R.

Si esprime così la Cassazione penale, Sez. IV, nella sentenza n. 19557 del 18.05.2021.

Il commento è a cura di S.Casarrubia , Avvocat o,Studio legale Casarrubia ed è tratto dalla rubrica RASSEGNA DELLA GIURISPRUDENZA , su Ambiente&Sicurezza sul Lavoro.

Taglio di lastre di plexiglass: quali DPI scegliere?

Nella ricostruzione processuale della dinamica del grave infortunio alla mano occorso al lavoratore, si stabiliva che questi aveva adoperato, per il taglio di lastre di plexiglass, la segatrice circolare senza l’uso di spingitoi.

Con ricorso, la difesa del datore di lavoro condannato deduceva che, contrariamente a quanto ritenuto dai giudici del merito, i meccanismi di sicurezza più idonei ad evitare l’infortunio non erano gli spingitoi, inutilizzabili per l’operazione da svolgere, bensì i copri-lama regolabili.

Cassazione: sul datore l’obbligo di individuare i fattori di pericolo ed i DPI adeguati

Il pronunciamento della Suprema Corte disattende la doglianza proposta, ribadendo ancora una volta, attraverso il richiamo al consolidato principio in massima, che sul datore di lavoro grava costantemente l’obbligo giuridico di analizzare e individuare, secondo la propria esperienza e secondo la migliore evoluzione della scienza tecnica, tutti i fattori di pericolo concretamente presenti all’interno dell’azienda.

Di conseguenza, al di là del rischio astrattamente previsto, l’osservazione delle modalità operative concretamente poste in essere (in questo caso) per la lavorazione del plexiglass avrebbe dovuto spingere il datore di lavoro a mettere a disposizione del dipendente spingitoi o comunque porta-pezzi simili aventi funzione di protezione dal contatto accidentale con l’utensile in movimento, nell’evidenza per cui la cuffia protettiva, quale presidio di sicurezza, era idonea a proteggere il macchinario ma non il lavoratore.

Conosci la rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro?

Dal 1985 un aggiornamento competente e puntuale per i professionisti della sicurezza.

Ogni anno 11 fascicoli con approfondimenti normativi, tecnici e applicativi delle leggi; risposte pratiche ai dubbi che s’incontrano nella propria professione; aggiornamenti su prodotti e servizi per la prevenzione.

Scopri la rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro e gli abbonamenti su carta e/o digitale e compila il modulo di acquisto!


La Rivista è disponibile per gli abbonati su PC e dispositivi mobili, in formato sfogliabile e PDF, con i singoli articoli dal 2004 ad oggi!

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore