fbpx

Giovannini: nuovi interventi per la sicurezza dei lavoratori

90 0
All’indomani del tragico incidente di Genova, la sicurezza dei porti e dei lavoratori torna all’attenzione delle autorità. Ecco una fotografia della situazione antinfortunistica e dei nuovi interventi per le infrastrutture portuali


Giovannini: la sicurezza tema centrale


Il Ministro del Lavoro Giovannini, a fronte delle oltre 200 morti sul lavoro dall’inizio del 2013 ha ribadito la centralità della sicurezza sul lavoro: “I gravissimi infortuni avvenuti negli ultimi giorni sollecitano tutti ad impegnarsi affinché il tema della salute delle persone e della sicurezza sul lavoro sia sempre più centrale nell’azione delle imprese, del ministero e di tutto il governo: informazione, formazione, prevenzione, ma anche tolleranza zero per tutte le violazioni in materia – precisa Giovannini – devono essere sempre più le direttrici di un’attività coordinata tra gli enti e gli organi preposti”.

Inail: infortuni di settore in calo del 30%

Per quanto riguarda in particolare la sicurezza dei lavoratori nei porti, i dati Inail dell’ultimo Rapporto annuale, diffusi in questi giorni, parlano di una riduzione del 38% dei casi di incidente, passati da 1.642 casi a 1.002 nel periodo compreso tra il 2002 e il 2011.
Nelle analisi dell’Inail rientrano tutti i lavoratori che compongono l’equipaggio delle navi addetti ai servizi alla persona (hostess, cuochi, camerieri, parrucchieri, musicisti) a bordo delle navi passeggeri.
Il 98,6% degli infortuni del 2011 si è verificato sul luogo di lavoro, ovvero a bordo delle navi, mentre la restante parte riguarda i casi di infortuni in itinere. Il maggior numero di infortuni avviene sulle navi passeggeri, seguite dalle navi da carico e pesca.
Nonostante i dati incoraggianti però, l’incidente della Costa Concordia sull’Isola del Giglio, ed il disastro di Genova hanno messo in dubbio la sicurezza del sistema portuale italiano. Secondo Sebastiano Calleri, responsabile CGIL per la salute e sicurezza sul lavoro, sarà probabile un rafforzamento dei servizi ispettivi e un maggiore impegno per la prevenzione.

Nuove risorse per le infrastrutture portuali

Nel frattempo, sulla Gazzetta ufficiale n.108 del 10 maggio 2013 è stata pubblicata la Delibera n. 139 del 21 dicembre 2012 del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, che prevede una “Ripartizione del fondo per le infrastrutture portuali” e che assegna 20 milioni di euro all’Autorità portuale di Genova per la realizzazione degli interventi destinati alla riorganizzazione, ampliamento e ottimizzazione delle potenzialità delle infrastrutture portuali e della funzionalità dell’area di Sestri Ponente del porto di Genova.

Per approfondire
Nel video in allegato alla notizia troverete un servizio del Tg2 che fa luce sui dati degli infortuni sul lavoro nei primi mesi del 2013, dati inquietanti che parlano di una media di tre morti sul lavoro al giorno, una piaga portata all’attenzione del neo-ministro sul Lavoro Giovannini, che attende al più presto una pronta risposta operativa.