INAIL_logo

Moduli INAIL per la Comunicazione degli Infortuni – Aggiornamenti (attività in regime di codatorialità e co-assunzione)

5266 0

A decorrere dal 12 ottobre 2017, data di entrata in vigore del SINP tutti i datori di lavoro, compresi i datori di lavoro privati di lavoratori assicurati presso altri Enti o con polizze private, nonché i soggetti abilitati ad intermediazione hanno l’obbligo di comunicare all’Inail entro 48 ore dalla ricezione dei riferimenti del certificato medico (obbligo che deriva dall’art. 21 del d.lgs. 151/2015), i dati relativi agli infortuni che comportano un’assenza dal lavoro di almeno un giorno, escluso quello dell’evento.
Per orientarsi sulla Modulistica di riferimento per l’invio del Certificato medico (di infortunio/malattia professionale) consultare la pagina dedicata ai Certificati medici di INAIL.

In questa pagina riportiamo tutti gli aggiornamenti alla procedura di comunicazione dell’infortunio.

  • Dal 28 gennaio 2022 sono aggiornate le tabelle di decodifica, necessarie agli utenti dei servizi citati che utilizzano l’inoltro tramite file della comunicazione di infortunio, denunce di infortunio, malattia professionale e silicosi/asbestosi, certificati medici di infortunio e patronati.
    E’ inoltre disponibile la nuova tabella generale “20220128-Comuni-ASL-Sedi Inail-CAP.xlsx”, con lo storico dei comuni, le associazioni ISTAT – ASL e quelle ISTAT – SEDI INAIL- CAP, che sostituisce totalmente le tabelle attualmente in uso.
  • Dal 28 aprile 2022 sarà operativo il nuovo applicativo per l’invio dei certificati di infortunio, REST. La notizia riguarda da vicino tutte le aziende che dovranno procedere all’invio dei certificati di infortunio nelle tre modalità di trasmissione online, offline e cooperazione applicativa/interoperabilità.
  • Dal 1° gennaio 2023 resterà operativo il nuovo servizio Rest.
  • Dal 23 maggio 2023 in caso di infortunio o malattia professionale, è possibile inserire le specifiche relative ai lavoratori che svolgono l’attività in regime di codatorialità e co-assunzione, nella compilazione dei relativi applicativi online o nel file da inviare all’Istituto, come da istruzioni operative fornite con circolare Inail del 3 agosto 2022, n. 31. Maggiori info sulla pagina di INAIL.

Cos’è la Comunicazione di Infortunio o malattia professionale?

La “Comunicazione di infortunio” (vedi tutta la modulistica INAIL) deve essere inoltrata dal datore di lavoro all’Inail in caso di infortuni sul lavoro dei lavoratori, dipendenti o assimilati, che siano prognosticati guaribili entro tre giorni escluso quello dell’evento.

Che differenza c’è fra Comunicazione Infortuni e Denuncia infortuni?

Per gli infortuni con prognosi oltre tre giorni, escluso quello dell’evento, è necessario inoltrare la Denuncia/comunicazione di infortunio” (area prestazioni).
Si ricorda che, nel caso di datori di lavoro di soggetti non assicurati con Inail, l’obbligo di inoltro della comunicazione di infortunio scaturisce a prescindere dal numero dei giorni di prognosi, ovvero da un periodo inferiore a tre giorni, escluso il giorno dell’evento, fino al decesso del lavoratore.

Comunicazione infortuni: quali solo le nuove categorie?

Dal 3 febbraio 2021, in caso di infortunio o malattia professionale, è possibile inserire, nella compilazione dei relativi applicativi online (Comunicazione e Denuncia/Comunicazione di infortunio, Denunce di malattia professionale e di silicosi/asbestosi) o nel file da inviare, i riferimenti alle seguenti categorie di lavoratori:
rider (vedi le nuove tutele);
-beneficiario reddito di cittadinanza (RdC) in attività nell’ambito dei Progetti utili alla collettività (polizza Assicurati Puc);
-lavoratore agile (vedi i moduli semplificati per la comunciazione di smart-working);
-studente impegnato in attività di alternanza scuola-lavoro (scopri quali sono gli obblighi formativi e di sicurezza).

Per i dettagli delle modifiche è disponibile la sezione “Cronologia delle versioni” di ciascun servizio online presente, insieme alle nuove versioni della documentazione tecnica e del manuale utente, nelle pagine informative dei predetti servizi.

Comunicazione Infortuni: la modulistica INAIL

Sul sito di INAIL sono disponibili: Moduli e modelli specifici di sezione per
Denuncia infortunio
Denuncia malattia professionale

Certificato di infortunio: cosa cambia dal 28 aprile 2022?

INAIL a partire dal 1° gennaio 2023 intende istituire il servizio unico Rest per i certificati medici di lavoro. Intanto a partire dal 28 aprile introduce il nuovo applicativo per l’invio dei certificati e innova i contenuti del certificato da inviare, (dal tracciato del file da inviare in modalità offline in formato .xml, all’interfaccia utente del servizio online, aggiornata in base alle nuove linee guida dell’Istituto, all’architettura tecnologica e nella modalità di interoperabilità, adeguata alle linee guida Agid, in sostituzione della cooperazione applicativa).

Cosa deve fare chi invia il comunicato di infortunio?

Entro il 28 aprile 2022
– Gli utenti che trasmettono i certificati con la modalità di invio offline, ovvero tramite il file in formato .txt, .xml oppure .zip, devono adeguare il proprio sistema, seguendo le istruzioni fornite nella documentazione (manuale utente, cronologia delle versioni, xml schema, tabelle tipologiche e specifiche tecniche disponibile sul sito di INAIL);
– Gli utenti che trasmettono i certificati in cooperazione applicativa possono continuare ad usufruire dell’attuale servizio per il solo anno 2022.

Certificato di infortunio: cosa cambia dal 1°Gennaio 2023?

A partire dal 1° gennaio 2023 resterà operativo il nuovo servizio Rest.

Come adeguarsi al Rest?

Per l’adeguamento al nuovo servizio occorre consultare la documentazione tecnica disponibile agli indirizzi www.inail.it/api/docs/home e www.inail.it/onecatalog/#!/pdd/prod (servizio “API Certificati Medici Infortunio > CMI-CertificatoMedicoInfortunio”).

Come utilizzare il Rest?

Per l’utilizzo del servizio Rest sia le regioni già cooperanti sia quelle non già cooperanti devono aderire al nuovo accordo, in corso di definizione.

Per approfondire su Denuncia e Comunicazione infortuni

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore