Amministratore condominio

Amministratore di condominio: aggiornamento della UNI 10801

907 0

UNI ha aggiornato la “UNI 10801:2024“, norma tecnica di riferimento sui requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità dell’amministratore di condominio.

Vediamo quali sono questi requisiti, il ruolo dell’amministratore secondo la nuova UNi e le differenze con la precedente versione.

UNI 10801:2024 – i requisiti professionali dell’amministratore di condominio

L’amministrazione degli immobili in proprietà e/o in condominio è un’attività per il cui esercizio sono necessarie conoscenze interdisciplinari, tra le quali quelle di tipo economico, tecnico, giuridico, fiscale, relazionale.

La UNI 10801:2024 conferisce all’amministratore un ruolo di carattere sociale più ampio anche al fine di assicurare ai diversi soggetti interessati le migliori garanzie per un servizio di qualità.

La norma definisce

  • i requisiti relativi all’attività professionale dell’amministratore di condominio specificati, a partire dai compiti e attività specifiche e dall’identificazione dei relativi contenuti, in termini di conoscenze e abilità, anche al fine di identificarne chiaramente il livello di autonomia e responsabilità in coerenza con il Quadro Nazionale delle Qualificazioni (QNQ). I requisiti vengono espressi in maniera tale da agevolare e contribuire a rendere omogenei e trasparenti, per quanto possibile, i relativi processi di valutazione della conformità.
  • i criteri di qualificazione dell’amministratore condominiale, che può essere considerato elemento centrale del processo di gestione degli immobili in generale e del condominio.
  1. Quali sono i compiti dell'amministratore di condominio

    L’amministratore di condominio si occupa della gestione dei servizi tecnologici e manutentivi negli edifici in proprietà e/o in condominio, con la necessita di affrontare molteplici attività gestionali, che vanno dall’energia alla sicurezza, dal restauro conservativo alla manutenzione ordinaria e straordinaria, dalla domotica alle “facility, property e smart building”, al risparmio energetico, coinvolgendo milioni di operatori ed aziende di ogni settore.

  2. Come agisce l'Amministratore di condominio?

    L’amministrazione degli immobili in condominio può essere esercitata in forma individuale o societaria su mandate con rappresentanza ricevuta dall’assemblea del condominio o dall’Autorità Giudiziaria a norma dell’art. 1129 del Codice Civile. Può svolgere la propria attività con eventuale supporto di collaboratori.

  3. Quali sono i requisiti dell'Amministratore di condominio?

    È un professionista competente, preparato, attento ai cambiamenti, impegnato in un percorso di formazione continua (obbligatoria) che ritiene fondamentale per accrescere le proprie competenze e migliorare la qualità del servizio al cliente, i cui interessi sono prevalenti.

Nuova UNI 10801:2024: cosa cambia?

UNI riporta le parole di Stefano Bonetto, Presidente della Commissione servizi e coordinatore del progetto di norma sui cambiamenti di questa versione rispetto alle precedenti:

“La precedente versione aveva già introdotto cambiamenti significativi, ma con questa abbiamo veramente inserito ulteriori concetti essenziali per una professione così importante nella vita di ogni cittadino, anche alla luce dei futuri cambiamenti, come ad esempio la direttiva identificata con il termine delle case green. Nella nuova norma sono stati inseriti aspetti come la gestione della privacy nel condominio, i parametri di qualità dello studio professionale, linee guida per gestire in modo standardizzato sulla rendicontazione economica del condominio. Sono stati inoltre aggiornati tutti i riferimenti normativi e, infine, è stata inserita una guida per la scelta della attività formativa, aspetto essenziale per una qualità del servizio. Abbiamo una norma oggi veramente completa e perfettamente allineata alle esigenze del mercato anche grazie ai centri studi delle associazioni e delle società presenti.”

Condomini: guide e manuali per e sull’amministratore di condominio

EPC Editore nella sezione “Libri in materia di edilizia” suggerisce i seguenti volumi pensati per le gestione condominiali:

Guida per l'amministratore di condominio professionista, EPC Editore, gennaio 2016, Dolce Rosario

Guida per l’amministratore di condominio professionista

Dolce Rosario
Libro
Edizione: gennaio 2016
Pagine: 336
Formato: 150×210 mm

Manuale operativo per l'analisi di bilancio, EPC Editore, febbraio 2017, D'Amico Ugo

Manuale operativo per l’analisi di bilancio
D’Amico Ugo
Libro
Edizione: febbraio 2017
Pagine: 200
Formato: 170×240 mm
€ 20,90

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore