Sommerso_caporalato

Worklimate: il progetto per la prevenzione delle patologie da calore sul lavoro- il Decalogo 2024

2759 0

Il progetto di ricerca Worklimate, è un ampio programma di sviluppo di attività per l’analisi dell’impatto del  cambiamento climatico sulla salute e sicurezza del lavoro e per la predisposizione di strumenti di intervento.

Con l’approssimarsi della stagione estiva, il progetto predispone strumenti informativi per la prevenzione dal rischio “calore” fra i quali spicca il “DECALOGO” 2024 per la prevenzione delle patologie da calore e esposizione a radiazione solare nei luoghi di lavoro.

  • Vediamo allora in cosa consiste il Progetto, quali sono gli strumenti messi a disposizione del Progetto Worklimate e quali sono i dieci principi del Decalogo.

Il progetto di ricerca Worklimate

Il progetto di ricerca Worklimate, coordinato da INAIL e CNR-IBE, con la collaborazione dell’Azienda USL Toscana Centro, dell’Azienda USL Toscana Sud Est, del Dipartimento di Epidemiologia, Servizio Sanitario Regionale Lazio e del Consorzio LaMMA, è un ampio programma di sviluppo di attività per l’analisi dell’impatto del  cambiamento climatico sulla salute e sicurezza del lavoro e per la predisposizione di strumenti di intervento.

INAIL lo ha raccontato diffusamente nella Guida gratuita: “ESPOSIZIONE A TEMPERATURE ESTREME ED IMPATTI SULLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO. IL PROGETTO WORKLIMATE E LA PIATTAFORMA PREVISIONALE DI ALLERTA – progetto Worklimate.

La pubblicazione rientra tra gli strumenti informativi del progetto di ricerca, frutto della collaborazione tra Inail e Consiglio nazionale delle ricerche-Istituto per la BioEconomia (Cnr-Ibe). Comprende un ampio programma di attività per l’analisi dell’impatto del cambiamento climatico sulla salute e la sicurezza dei lavoratori. Si tratta di una guida pratica e di facile consultazione per gestire il rischio di esposizione al caldo nei luoghi di lavoro, al fine di mitigare gli effetti sulla salute e di prevenire i rischi.

La guida raccoglie una serie di materiali informativi relativi alle patologie da calore, alle raccomandazioni per una corretta gestione del rischio, alle condizioni patologiche che aumentano la suscettibilità al caldo, al tema della disidratazione e della organizzazione delle pause.

Il Decalogo per la prevenzione delle patologie da calore nei luoghi di lavoro

Il progetto Worklimate racchiude sul proprio sito tantissimo materiale informativo sulle patologie da calore, la prevenzione, le buone pratiche da seguire e raccomandazioni di vario genere. Si tratta di brochure informative sulle patologie da calore, sui fattori che contribuiscono alla loro insorgenza e sulle raccomandazioni da seguire per un’efficace pianificazione degli interventi aziendali in materia di prevenzione del rischio microclima, da adottare nell’ambito della specifica organizzazione del sistema di prevenzione aziendale (ai sensi art. 2 comma 2 d.lgs. 81/08).

È  compito del datore di lavoro – tramite il SPP metterlo in atto e assegnare alle procedure indicate nel Documento, unicamente soggetti in possesso di adeguate competenze e poteri, secondo quanto prescritto dal D.lgs. 81/08

Particolarmente interessante è il Decalogo per la prevenzione dei rischi da calore: contiene raccomandazioni mirate ad un’efficace pianificazione degli interventi aziendali in materia di Prevenzione del rischio microclima, da adottare nell’ambito della specifica organizzazione del sistema di prevenzione aziendale.

Il Decalogo 2024 di Worklimate per la prevenzione e protezione dei lavoratori dal rischio caldo

Rispetto all’anno scorso sono diverse le modifiche introdotte nel Decalogo. Nella tabella è possibile notare le differenze fra l’edizione 2023 e 2024.

Spicca senz’altro il richiamo nella prima raccomandazione di considerare sia gli effetti dello stress da caldo che della radiazione solare. La Sorveglianza sanitaria viene finalmente introdotta e si parla di “limitare l’attività al sole” e “favorire l’acclimatazione”. Non manca anche il richiamo al “reciproco controllo” dei lavoratori.

Worklimate – Decalogo 2024Worklimate – Decalogo 2023
DESIGNARE UNA PERSONA CHE SOVRINTENDA AL PIANO DI SORVEGLIANZA PER LA PREVENZIONE DEGLI EFFETTI E L’ADEGUATA
RISPOSTA ALLO STRESS DA CALDO E ALLA RADIAZIONE SOLARE
DESIGNARE UNA PERSONA CHE SOVRINTENDA AL PIANO DI SORVEGLIANZA PER LA PREVENZIONE DEGLI EFFETTI DELLO STRESS DA CALDO SULLA SALUTE E SULLA SICUREZZA E L’ADEGUATA RISPOSTA
 IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI E VALUTAZIONE DEL RISCHIO IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI E VALUTAZIONE DEL RISCHIO
SORVEGLIANZA SANITARIAFORMAZIONE
FORMAZIONESTRATEGIE DI PREVENZIONE E PROTEZIONI INDIVIDUALI PER I LAVORATORI
STRATEGIE INDIVIDUALI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PER I LAVORATORI (idratazione e abbigliamento)RIORGANIZZAZIONE DEI TURNI DI LAVORO
RIORGANIZZAZIONE DEI TURNI DI LAVORORENDERE DISPONIBILI E ACCESSIBILI AREE OMBREGGIATE PER LE PAUSE
LIMITARE L’ATTIVITA’ AL SOLE E COMUNQUE RENDERE DISPONIBILI E ACCESSIBILI AREE OMBREGGIATE PER LE PAUSEFAVORIRE L’ACCLIMATAZIONE DEI LAVORATORI
FAVORIRE L’ACCLIMATAZIONE DEI LAVORATORIREALIZZAZIONE DEL “SISTEMA DEL COMPAGNO”
PROMUOVERE IL RECIPROCO CONTROLLO DEI LAVORATORIPIANIFICAZIONE E RISPOSTA ALLE EMERGENZE
PIANIFICAZIONE E RISPOSTA ALLE EMERGENZEMISURE SPECIFICHE PER I LUOGHI DI LAVORO IN AMBIENTI CHIUSI

Quali sono le patologie croniche che aumentano con il Calore?

Il Documento individua le

  • Malattie della tiroide
  • Obesità
  • Diabete
  • Patologie cardiovascolari
  • Malattie renali

Quali sono i sintomi delle patologie dovute al caldo?

La Ricerca INAIL individua i seguenti sintomi che indicano le patologie da calore

Disidratazione

  • Cali improvvisi di pressione arteriosa
  • Debolezza improvvisa
  • Palpitazioni/tachicardia
  • Irritabilità, sonnolenza
  • Sete intensa
  • Pelle e mucose asciutte
  • Cute anelastica
  • Occhi ipotonici
  • Iperiflessia, scosse muscolari
  • Riduzione della diuresi

Stress da calore

  • Temperatura corporea elevata
  • Improvviso malessere generale
  • Mal di testa
  • Ipotensione arteriosa
  • Confusione, irritabilità
  • Tachicardia Nausea/Vomito
  • Riduzione della diuresiresi

Colpo di calore

  • Temperatura corporea >40°C
  • Iperventilazione
  • Blocco della sudorazione
  • Alterazioni stato mentale (es. delirio)
  • Aritmie cardiache
  • Rabdomiolisi
  • Malfunzionamento organi interni (es. insufficienza renale ed epatica, edema polmonare)
  • Shock

Microclima: formazione per lavoratori

In materia di Microclima sui luoghi di lavoro suggeriamo il volume di EPC Editore pensato per i formatori

Corso di formazione sul MICROCLIMA in AMBIENTI TERMICI MODERATI

Tura Pierangelo

146 diapositive in PowerPoint personalizzabili – note e istruzioni per il docente – test di apprendimento e attestato di partecipazione – corso per la stima e la valutazione dell’ambiente termico di tipo MODERATO nei luoghi di lavoro secondo il D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. e l’Accordo Stato-Regioni per la formazione del 21/12/2011
IDEALI PER LA FORMAZIONE IN VIDEOCONFERENZA!

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore