Da rosso passione a rosa parità: la scintilla dell’innovazione di CEA Estintori nel riconoscimento TÜV per la parità di genere

515 0

È con un sorriso che Patrizia e Rossella Amadesi, accolgono la notizia del riconoscimento della certificazione TÜV di conformità alla norma UNI/PdR 125:2022, che attesta l’efficacia del sistema di gestione per la parità di genere di CEA Estintori S.p.A., l’azienda che dirigono.

Nella filosofia CEA dalla sua fondazione grande attenzione ai valori umani

Questo riconoscimento rappresenta il culmine di un lungo cammino imprenditoriale, in cui inclusione, attenzione e rispetto per le persone e per la genitorialità sono stati sempre principi fondamentali della filosofia aziendale, radicati ben prima che diventassero argomenti di ampio dibattito.

Incorporando l’eredità della madre Laura, che agli esordi dell’azienda di Castenaso, con la sua visione pionieristica di welfare aziendale creava un ambiente familiare cucinando personalmente per i dipendenti, CEA ha dimostrato come il rispetto e l’attenzione alle relazioni umane siano essenziali per creare un senso di appartenenza, fedeltà e attrazione.

CEA vicina alle mamme per l’equilibrio tra vita professionale e personale

Già in tempi non sospetti, CEA aveva istituito la possibilità per le mamme di utilizzare un servizio di asilo nido, testimoniando l’attenzione verso l’equilibrio tra vita professionale e personale, rafforzando ulteriormente l’impegno a supporto della genitorialità.

Nonostante il settore antincendio sia a larga maggioranza maschile, CEA ha fin dall’inizio promosso le pari opportunità, come dimostra la significativa presenza femminile in ruoli apicali, dalla presidenza alla direzione, dalla sicurezza alla qualità, dalla produzione all’assistenza tecnica, sempre con un occhio di riguardo nella protezione delle lavoratrici in dolce attesa.

Ieri come oggi, le neomamme in CEA possono contare sulla riassegnazione del proprio ruolo e lavoro post-partum, sulla possibilità di richiedere orari part-time mentre entrambi i genitori possono accedere a congedi parentali.

Il rispetto della parità di genere: un impegno costante dal 1967

Il rispetto dei criteri UNI/PdR 125:2022 per la parità di genere rappresenta la conferma dell’impegno iniziato nel 1967, periodo in cui in Italia prendevano vita le prime rivendicazioni per i diritti delle donne.

Questo risultato sottolinea l’attenzione CEA nel costruire una cultura aziendale inclusiva e rispettosa delle persone.

Grazie a questa consapevolezza, CEA Estintori riconosce oggi i frutti delle sue politiche: rispetto agli obiettivi della linea guida UNI/PdR 125:2022, che richiedono indicatori (KPI) con un minimo del 60%, CEA ha ottenuto un eccellente 87%.

Un successo che testimonia l’efficacia delle azioni intraprese per promuovere l’equità sul lavoro (KPI al 70%), la tutela della genitorialità (KPI al 90%) e l’eliminazione di ogni ostacolo, anche culturale, che limiti l’accesso e la crescita professionale in base al genere (KPI al 75%).

Gli alti indici ottenuti sono la prova che l’integrazione tra un solido impegno per la parità di genere e una gestione attenta alle dinamiche umane porta a risultati tangibili che non solo migliorano il benessere dei dipendenti, ma rafforzano anche la posizione competitiva dell’azienda sul mercato.

Il rispetto delle risorse umane come strategia aziendale vincente

L’investimento CEA nelle relazioni umane, dunque, va visto non come un mero adempimento ma come una strategia aziendale vincente, che ha permesso di raggiungere standard di eccellenza riconosciuti a livello nazionale.

CEA Estintori S.p.A. si conferma un modello di riferimento, dimostrando che la crescita sostenibile e l’innovazione sono frutto di una visione che considera le persone come cuore pulsante dell’impresa.

Responsabile Commerciale Divisione Periodici di EPC Editore

Clio Gargiulo

Responsabile Commerciale Divisione Periodici di EPC Editore