Safety Expo 2017
RISCHIO AGENTI FISICI
Attuazione Direttiva Campi elettromagnetici: via libera dal Governo
fonte: 
Redazione Insic
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Attuazione Direttiva Campi elettromagnetici: via libera dal Governo AGGIORNAMENTO
Il Consiglio dei ministri n.124 dello scorso 28 luglio, su proposta del Presidente Matteo Renzi e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Giuliano Poletti, ha approvato, in esame definitivo, il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici) e che abroga la direttiva 2004/40/CE sul quale era stato raccolto il parere favorevole delle Regioni in Giugno (vedi sotto la notizia del 27 giugno).

Il decreto approvato prevede modifiche al decreto legislativo n. 81/2008 (TU in materia di salute e sicurezza sul lavoro), nella parte relativa al CAPO IV, del Titolo VIII, intitolato "Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici".

Il Decreto legislativo è stato oggetto di un primo commento su InSic, e sarà oggetto di trattazione sui prossimi numeri della rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro.

------------------------------------------------
Attuazione Direttiva Campi elettromagnetici: via libera dalle Regioni
27 giugno 2016
Fonte: Redazione InSic.itParere favorevole dalle Regioni allo schema di decreto legislativo di attuazione della direttiva 2013/35/UE del Parlamento europeo sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici) e che abroga la direttiva 2004/40/CE. Gli Stati membri dovranno recepire la direttiva nella legislazione nazionale entro il 1 luglio 2016: vedi il nostro aggiornamento.

La Direttiva 2013/35
La Direttiva 2013/35/UE per la protezione dei lavoratori dall'esposizione ai campi elettromagnetici (CEM), è introdotta affinché i datori di lavoro rispettino, nel caso specifico dei CEM, gli obblighi generali previsti dalla Direttiva quadro 89/391/CEE (recepita in Italia dal D.
Lgs. 626/94, a sua volta sostituito dal D.Lgs. 81/08), secondo la quale tutti i datori di lavoro hanno il dovere di valutare i rischi correlati alle attività lavorative e mettere in atto le necessarie misure di protezione o di prevenzione.

Il Parere positivo delle Regioni
Sul sito delle Regioni si riporta il Parere espresso sul Documento; fra le osservazioni, gli Enti locali raccomandano di inserire un riferimento alla legge 36/2001 "Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici" e una proposta di modifica all'art. 209 comma 1 del Testo Unico di Sicurezza: laddove si parla di Identificazione dell'esposizione e valutazione dei rischi si intende specificare che il datore di lavoro non deve solo "valuta(re), e quando necessario , misura(re) o calcolare i livelli dei campi elettromagnetici" (vers Odierna del D.Lgs. 81/2008, ma "Nell'ambito della valutazione dei rischi di cui all'art.181, il datore di lavoro valuta tutti i rischi per i lavoratori derivanti da campi elettromagnetici sul luogo di lavoro e, quando necessario, misura o calcola i livelli dei campi elettromagnetici".

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.regioni.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: