Prevenzione Incendi
 I SOMMARI
Antincendio n.6/2020: scopri il sommario del mese!
19 giugno 2020
fonte: 
area: Prevenzione incendi
Antincendio n.6/2020: scopri il sommario del mese! Cosa c'è sul numero di giugno di Antincendio (disponibile online per gli abbonati sulle pagine di EPC Editore)?
Innanzitutto ritroviamo lo Speciale sul Codice di Prevenzione Incendi, realizzato da G.Amaro dedicato alle novità apportate dal D.M. 18/10/2019. Ed è sempre questo decreto al centro delle riflessioni di Nicola Zoeddu sulle soluzioni alternative presenti nella RTO allegata. Arricchiscono il numero le considerazioni di Ezio D. Basso, Luca Manselli sulla disciplina generale relativa alla sicurezza in caso di incendio (introdotta nello scorso numero) mentre Antonio Annecchini si dedica all'interpretazione delle disposizioni in materia di Segnalazione Certificata di Inizio Attività e Certificato di Prevenzione Incendi. Non manca una riflessione sul recente decreto "cura Italia" in materia di strutture sanitarie, a cura di Luca Palmeri.
Roberto Bonfiglio espone la formazione di atmosfere esplosive in locali areati, Cecilia Valbonesi commenta una sentenza della Suprema Corte sulle colpe legate agli incendi. Un interessante focus sulla certificazione di visiere (DPI) per operatori sanitari e non. dei laboratori dei Vigili del fuoco e sviluppata durante la Pandemia (a cura di Marcello Lombardini, Fabio Mazzarella). Torna infine anche Eros Chemolli per un nuovo approfondimento sulle porte resistenti al fuoco
Nelle RUBRICHE, le novità dalle Aziende del mercato antincendio e dalle Associazioni di categoria.

INFORMAZIONI
Il Sommario completo del numero di Antincendio è disponibile in allegato alla notizia.
La Rivista è disponibile per gli abbonati in formato PDF (per singolo articolo) e consultabile via APP "Edicola" di EPC Periodici (disponibile su Android e IOS).
Scopri la rivista e Abbonati usando l'apposito Modulo!
Nei prossimi giorni riporteremo alcuni estratti dal numero in corso.

Gli Articoli della rivista Antincendio 6/2020


Le modalità di estinzione dei reati sui luoghi di lavoro - Parte II
Ezio D. Basso, Luca Manselli
L'articolo vuole introdurre un percorso interpretativo all'interno della disciplina relativa alla sicurezza in caso di incendio, dai procedimenti di prevenzione incendi alle attività di verifica e controllo, alla luce delle complesse vicende normative che hanno interessato la materia. In realtà, come vedremo, prima di poter parlare compiutamente di procedimenti e processi è necessario comprendere i principi della materia a partire dalle definizioni assiomatiche, analizzando le complesse vicende che a partire dal D.P.R. 151/2011 hanno portato, nel 2017, ad un quadro normativo raccordato quasi nella sua interezza.

D.M. 18 ottobre 2019: analisi delle soluzioni alternative, esempi pratici e spunti di riflessione
Nicola Zoeddu
Nella attuale versione del Codice (D.M. 18 ottobre 2019) sono sì ribaditi i rimandi al (nuovo) paragrafo G.2.7 e Tabella G.2-1 (che come vedremo è stata rielaborata ed integrata con ulteriori metodologie) ma vengono anche individuate (ed implementate rispetto ai primi esempi di cui al D.M. 03/08/2015) alcune modalità progettuali generalmente accettate per la progettazione di soluzioni alternative, sotto forma di tabelle con "oggetto della soluzione" e con "modalità progettuale".
Nel Codice si sottolinea comunque che il progettista può impiegare modalità diverse da quelle elencate nelle varie sezioni. In questo modo, viene dato più risalto alle soluzioni alternative che assumono una maggiore rilevanza a livello di scelte progettuali e rappresentano una ulteriore apertura verso la sempre migliore interazione del professionista antincendio con il normatore.
Nel presente articolo si effettua un'analisi delle proposte di soluzioni alternative presenti nella RTO allegata al D.M. 18 ottobre 2019, riportando, inoltre alcuni esempi pratici e spunti di riflessione.

Adempimenti di prevenzione incendi: la ricaduta delle norme emanate sull'emergenza sanitaria
Luca Palmeri
Sono diverse le norme emanate per fronteggiare l'emergenza sanitaria con effetti sugli adempimenti in materia di prevenzione incendi.
Oltre alle misure più strettamente emergenziali che hanno istituito zone rosse ad accesso interdetto o sospeso le attività produttive o quelle dei servizi professionali, è il decreto "cura Italia" (n. 18 del 17 marzo 2020) ad aver introdotto disposizioni direttamente incidenti sulla prevenzione incendi, unitamente alla legge di conversione (n. 27 del 24 aprile 2020).

Speciale evoluzione del Codice di Prevenzione Incendi - Parte V Il continuo sviluppo ed evoluzione del Codice di Prevenzione Incendi: analisi della versione emanata con il D.M. 18/10/2019
Giuseppe G. Amaro
Questo contributo ha l'obiettivo di analizzare le due misure del Codice di Prevenzione Incendi, S.5 Gestione della sicurezza antincendio e S.6 Controllo dell'incendio, attraverso il confronto con le precedenti versioni del Codice del 2015. Entrambi i capitoli hanno subito delle modifiche che riguardano più aspetti di carattere formale ed alla migliore esplicitazione dei contenuti, piuttosto che una sostanza, non si rilevano infatti importanti cambiamenti applicativi o di concetto come, ad esempio, evidenziato nei precedenti articoli per il capitolo S.4 Esodo ed S.3 Compartimentazione. Il contributo della quinta parte del percorso che sta tracciando l'analisi delle modifiche introdotte nell'aggiornamento 2019 del Codice di prevenzione incendi riguarda le misure S.5 ed S6. Queste vengono analizzate secondo lo stesso ordine ritrovabile in entrambe le versioni del Codice.

Segnalazione Certificata di Inizio Attività e Certificato di Prevenzione Incendi: l'abito non fa il monaco
Antonio Annecchini
L'articolo vuole introdurre un percorso interpretativo all'interno della disciplina relativa alla sicurezza in caso di incendio, dai procedimenti di prevenzione incendi alle attività di verifica e controllo, alla luce delle complesse vicende normative che hanno interessato la materia. In realtà, come vedremo, prima di poter parlare compiutamente di procedimenti e processi è necessario comprendere i principi della materia a partire dalle definizioni assiomatiche, analizzando le complesse vicende che a partire dal D.P.R. 151/2011 hanno portato, nel 2017, ad un quadro normativo raccordato quasi nella sua interezza.

Le perdite di gas infiammabili in locali areati
Roberto Bonfiglio
Molto spesso le perdite di gas infiammabili in locali areati portano ad esplosioni se innescate. Il presente articolo affronta in termini numerici la formazione di atmosfere esplosive in locali areati in dipendenza della dimensione della perdita rapportata come sezione percentuale della tubazione ove fluisce il gas. I limiti di infiammabilità dei gas considerati nel presente articolo (GPL e metano) uniti alle caratteristiche fisico-chimiche dei gas (costante isoentropica e densità e pressione alla quale i gas defluiscono) portano a risultati interessanti in termini di conoscenza del fenomeno e di previsione del tempo necessario per arrivare alla concentrazione corrispondente al limite inferiore di infiammabilità. In particolare, l'articolo confronta la perdita da un bidone di GPL da 10 kg dall'ugello con la perdita di metano da una tubazione dello stesso diametro dell'ugello del bidone di GPL. (1/4 di pollice), in termini di portata, di tempo necessario al raggiungimento del limite inferiore di infiammabilità, che è diverso per le due sostanze.

Quando la colpa va in fumo: regole cautelari e correlazione fra accusa e sentenza nel settore degli infortuni sul lavoro
Cecilia Valbonesi
l tema dei gravissimi infortuni occorsi nell'ambiente di lavoro a causa degli incendi che ivi possono insorgere e propagarsi continua ad interessare la giurisprudenza della Suprema Corte la quale, nell'intento di offrire giustizia in un caso invero drammatico, statuisce alcuni principi di diritto che non possono non essere oggetto di riflessione e financo di critica da parte dell'interprete.

Sicurezza a ...650 gradi. La sperimentazione dei laboratori dei Vigili del fuoco ai tempi del COVID-19
di Marcello Lombardini, Fabio Mazzarella
All'inizio del periodo di picco della pandemia sul territorio nazionale, nella seconda metà di marzo 2020, è stata proposta a DCPST dall'Istituto Poligrafico - Zecca dello Stato S.p.A. (di seguito IPZS S.p.a.) una collaborazione finalizzata alla certificazione di visiere (DPI) per operatori sanitari e non, tramite prove al fuoco previste dalle specifiche norme tecniche applicabili.
I Laboratori del CSE hanno adattato e modificato le attrezzature a disposizione per le molteplici tipologie di prove al fuoco di consueta competenza (ad esempio quelle di reazione al fuoco di cui al D.M. 26/06/1984 e s.m.i.), in modo tale da riuscire a realizzare con successo la prova.

Applicazione Estesa dei risultati per porte resistenti al fuoco ed a tenuta di fumo
Eros Chemolli
Le porte tagliafuoco vengono testate in laboratorio mediante la prova distruttiva europea secondo EN1634-1, con determinate configurazioni di misure, finiture, serrature, vetri ed ogni altro componente costruttivo. Così avviene anche per le altre caratteristiche delle porte, quali la tenuta ai fumi (EN1634-3), la durabilità (EN1191).

Le Rubriche della rivista Antincendio 6/2020


EDITORIALE- Dalla crisi nascono le opportunità
a cura di Flaminia Ciccotti

ASSOCIAZIONI - MAIA - I cambiamenti sono arrivati
a cura di Giuseppe Macchi

LE AZIENDE INFORMANO - Ingegneria della sicurezza antincendio: uno strumento utile anche alla valutazione della prestazione al fuoco dei prodotti
a cura di Paolo Mele - CSI

DALLE AZIENDE - Amonn, le pitture intumescenti a basso impatto ambientale
a cura di Claudio Traverso

TECNICA & INDUSTRIA
a cura di Clio Gargiulo
• AERNOVA avanza nel digitale: un nuovo sito web e più risorse per tecnici e professionisti
• ARGUS SECURITY S.R.L. I benefici dei sistemi wireless antincendio in risposta alla crisi Covid-19
• CAODURO S.P.A. I prodotti Caoduro® per la gestione degli impianti di evacuazione di fumo e calore
• EDILTECO S.P.A. L'intonaco premiscelato leggero termoisolante che aiuta a proteggersi dal fuoco
• EMICONTROLS S.R.L. Un passo avanti nella protezione antincendio: la turbina water mist ad elevata efficienza
• ISTITUTO GIORDANO S.P.A. La combustibilità dei pannelli fotovoltaici
• M.B. S.R.L. lancia "SCUDO": la visiera di protezione facciale Made in Italy certificata EN 166
• SCOBALIT ITALIA S.R.L. Coverlink basamento integrabile nella copertura: autoportante e inalterabile nel tempo
• SV SISTEMI DI SICUREZZA S.R.L. coniuga salute e sicurezza sul lavoro
• TIPOESSE: leader nella produzione di cartellini ed etichette per Antincendio & Sicurezza
• TEMA SISTEMI S.P.A. compie 30 anni!

IL MERCATO DELL'ANTINCENDIO
a cura di Antonio Mazzuca

Conosci la rivista Antincendio?

Dal 1949 il punto di riferimento per Responsabili antincendio in azienda, progettisti, consulenti e Vigili del fuoco.Progettazione antincendio, fire safety engineering, gestione della sicurezza e sistemi di esodo, manutenzione degli impianti, novità normative e tutte le risposte ai tuoi dubbi di prevenzione incendi.

La Rivista è disponibile per gli abbonati su PC e dispositivi mobili, in formato sfogliabile e PDF, con i singoli articoli dal 2004 ad oggi!
Scopri la rivista e Abbonati usando l'apposito Modulo!

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.epc.it 
oppure scrivi a clienti@epcperiodici.it  
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic