fbpx

Come garantire la corretta illuminazione nei luoghi di lavoro

228 0

I requisiti dell’ambiente luminoso in ambito lavorativo devono soddisfare esigenze sia di carattere produttivo che di tutela della salute dei lavoratori. In media ogni postazione di lavoro, in un ambiente ad uso ufficio, deve avere una intensità di illuminazione compresa tra i 300 Lux e i 500 Lux.

L’illuminazione degli ambienti di lavoro deve avvicinarsi il più possibile a quella naturale per consentire una buona visione e un corretto svolgimento del lavoro in tutte le ore del giorno e in tutte le stagioni.

L’ambiente luminoso indoor

Le principali grandezze fotometriche che caratterizzano l’ambiente luminoso indoor sono le seguenti:

Flusso luminoso (F)

rappresenta la quantità di energia luminosa emessa da una sorgente o ricevuta da una superficie nell’unità di tempo, ponderata secondo lo spettro di sensibilità standardizzato dell’occhio umano; è espresso in lumen [lm].

Intensità luminosa (I)

esprime il flusso luminoso di una sorgente emesso in una determinata direzione per unità di angolo solido; si misura in candele [cd = lumen/steradiante].

Illuminamento (E)

esprime il flusso luminoso incidente per unità di superficie illuminata.

L’unità di misura è il lux [lx] = [lm/m2]. L’illuminamento è una grandezza che rappresenta la quantità di flusso luminoso intercettata da una superficie e non dipende pertanto dalla posizione dell’osservatore

Luminanza (L)

esprime in riferimento alle emissioni o riflessioni prodotte da un elemento di superficie il rapporto tra l’intensità luminosa prodotta in una determinata direzione di osservazione e la proiezione di tale superficie sul piano perpendicolare alla direzione (area apparente verso l’osservatore). La luminanza consente di valutare in modo soggettivo la quantità di luce in quanto dipende dalla posizione dell’osservatore.

Requisiti dell’ambiente luminoso

L’utilizzo di luce naturale negli ambienti di lavoro, ad eccezione dei casi in cui esigenze produttive ne limitino o impediscano l’impiego, deve essere senz’altro favorito in quanto contribuisce al miglioramento della qualità e del comfort visivo, oltre che essere consigliabile per ragioni legate al risparmio energetico.

Negli ambienti di lavoro interni i principali parametri sui quali è necessario focalizzare l’attenzione sono i livelli di:

  • illuminamento,
  • uniformità dell’illuminamento,
  • distribuzione delle luminanze,
  • abbagliamento e resa dei colori.

Il contributo luminoso fornito dalla componente artificiale delle sorgenti è finalizzato a compensare la carenza o la totale assenza (si pensi ad esempio ad attività notturne) dei contributi di illuminazione naturale, al fine di rispettare i requisiti illuminotecnici previsti in relazione alle caratteristiche dell’ambiente di lavoro, la destinazione d’uso e i compiti visivi che sono richiesti.

La normativa in materia di illuminazione nei luoghi di lavoro

I parametri da considerare per una corretta gestione delle sorgenti di illuminazione naturale e/o artificiale in ambiente indoor sono molteplici: dal D.Lgs. 81/2008, alla norma UNI EN 12464-1:2021 relativa a “Illuminazione dei posti di lavoro – Posti di lavoro interni”.

D.Lgs. 81/08 e illuminazione dei luoghi di lavoro

Il D.lgs. 81/08 all’Allegato IV, Requisiti dei luoghi di lavoro, Ambienti di Lavoro, al punto 1.10. Illuminazione naturale ed artificiale dei luoghi di lavoro, specifica quanto segue:

“A meno che non sia richiesto diversamente dalle necessità delle lavorazioni e salvo che non si tratti di locali sotterranei, i luoghi di lavoro devono disporre di sufficiente luce naturale. In ogni caso, tutti i predetti locali e luoghi di lavoro devono essere dotati di dispositivi che consentano un’illuminazione artificiale adeguata per salvaguardare la sicurezza, la salute e il benessere di lavoratori”.

La UNI EN 12464-1:2021

La norma UNI EN 12464-1 riporta i requisiti illuminotecnici per le postazioni di lavoro ai fini di garantire esigenze di prestazione visiva e comfort visivo. La norma fornisce valori di riferimento e indicazioni operative, per un’ampia varietà di ambienti e settori produttivi, dettagliati per singole attività o compiti. Inoltre vengono definite indicazioni operative e metodi per una corretta valutazione dell’ambiente lavorativo.

Possibili rischi e conseguenze di un’illuminazione insufficiente

Mantenere i corretti requisiti illuminotecnici delle postazioni di lavoro incide in maniera diretta anche con il livello di rischio presente in azienda.

Un’illuminazione insufficiente può comportare, infatti, la riduzione della capacità visiva con conseguenti disturbi fisici, diretti e indiretti, tra cui:

  • l’affaticamento visivo: con mal di testa, bruciore agli occhi e lacrimazione;
  • i disturbi muscolo scheletrici;
  • l’affaticamento mentale e lo stress: con ansietà, depressione e insonnia.

Le carenze dell’ambiente luminoso possono rappresentare, inoltre, un’aggravante e compromettere lo svolgimento dell’attività ed il movimento dei lavoratori in condizioni di sicurezza, incrementando così il livello minimo di rischio.

Corretta gestione delle sorgenti luminose

In fase di progettazione e valutazione dell’ambiente luminoso e verifica del rispetto dei principi di prevenzione occorre affidarsi a normative e documenti tecnici di riferimento che definiscono valori limite e requisiti dei parametri illuminotecnici di interesse.

Per mantenere delle buone condizioni di illuminazione occorre intervenire su:

  • l’utilizzo di lampade preferibilmente a luce bianca;
  • il contenimento degli abbaglianti diretti e di quelli di flesso;
  • la limitazione delle zone d’ombra;
  • la pulizia e la manutenzione delle lampade e delle plafoniere;
  • la sostituzione e il controllo delle lampade fluorescenti (neon).

Per approfondire

Potrebbe interessarti anche l’articolo su:

Consulta i volumi EPC

Sei un formatore?

Tutto quello che occorre per creare un corso di formazione in pochi passi.

Conosci già la rivista Ambiente & Sicurezza sul Lavoro?

Dal 1985, il punto di riferimento per chi si occupa di Sicurezza sul Lavoro e Tutela dell’ambiente

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore