DAL MINISTERO DEL LAVORO
Requisiti Formatori E-learning per corso lavoratori: Interpello n.7/2018
fonte: 
Redazione Banca Dati Sicuromnia
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Requisiti Formatori E-learning per corso lavoratori: Interpello n.7/2018 Con Interpello n.7/2018 la Commissione Interpelli presso il Ministero del lavoro risponde ad un quesito circa le caratteristiche ed i requisiti dei formatori per i corsi in modalità e-learning, con particolare riferimento proprio all'ultimo Accordo Stato-Regioni per la formazione del 2016.
Quest'ultimo indica i soggetti formatori escludendo dal novero i datori di lavoro che vogliano organizzare corsi di formazione per i propri lavoratori.

Il Quesito
Il CNR richiama la normativa applicabile (Accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 (n. 221/CSR) e il contenuto dell'art. 37 del D.Lgs. n.81/08 che prevede che anche il datore di lavoro "può essere esso stesso soggetto organizzatore dei corsi sia in modalità frontale sia in modalità E-learning secondo i criteri e le condizioni stabilite nell'Allegato I".
Nell'Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016 (n.128/CSR) all'Allegato II (REQUISITI E SPECIFICHE PER LO SVOLGIMENTO DELLA FORMAZIONE SU SALUTE E SICUREZZA IN MODALITÀ E-LEARNING) punto A relativo ai "Requisiti e specifiche di carattere organizzativo" si prevede che: "Il soggetto formatore del corso dovrà essere soggetto previsto dal punto 2 (Individuazione dei soggetti formatori e sistema di accreditamento) dell'allegato A.....".

Poiché l'allegato II del 7 luglio 2016 sostituisce l'allegato I del 21 dicembre 2011, il rimando all'elenco dei formatori di cui al punto 2 dell'Allegato A sembra riguardare anche i corsi per la formazione dei lavoratori, contraddicendo il principio per cui quest'ultima può essere erogata direttamente dal datore di lavoro.
Pertanto, il CNR chiede conferma che l'applicazione delle disposizioni dell'Allegato II dell'Accordo del 7 luglio 2016 riguardi esclusivamente i soggetti formatori per Rspp e Aspp (ex art. 32 del D.Lgs 81/08), e non si estenda anche ai datori di lavoro che organizzano corsi in modalità E-learning per i propri lavoratori.

Secondo la Commissione interpelli
Si ricorda innanzitutto che l'Accordo del 7 luglio 2016, nella parte titolata "durata e contenuti minimi dei percorsi formativi per responsabili e addetti dei servizi di prevenzione e protezione", prevede "la necessità di procedere alla sostituzione dell'Allegato I all'Accordo del 21 dicembre 2011 per la formazione dei lavoratori, ai sensi dell'articolo 37, comma 2, del d.lgs. n. 81/2008, con l'allegato II, relativo alla formazione in modalità e-learning, al fine di superare le incertezze applicative in tema di formazione emerse in sede di prima applicazione della pertinente disciplina".
Pertanto, la Commissione ritiene che i soggetti formatori siano solo quelli individuati al punto 2 dell'allegato A (vedi sotto) e che, pertanto, soltanto i soggetti ivi previsti possano erogare la formazione in modalità e-learning, nel rispetto delle disposizioni contenute nell'Allegato II.

Riferimenti normativi:
INTERPELLO 21/09/2018 - n. 7 / 2018
Istanza: Art. 12, d.lgs. n. 81/2008 e s.m.i. - risposta ad interpello «Soggetti formatori per corsi per lavoratori in modalità e-learning» - seduta della Commissione del 21 settembre 2018
Destinatario: Consiglio Nazionale delle Ricerche
Oggetto: Interpello ai sensi dell'articolo 12 del d.lgs. n. 81/2008 e successive modificazioni. Soggetti formatori per corsi per lavoratori in modalità e - learning. Seduta della Commissione del 21 settembre 2018.
(Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali)
-------------------------------

ESTRATTO DA BANCA DATI SICUROMNIA

Accordo del 07/07/2016
Accordo finalizzato alla individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai sensi dell'articolo 32 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni. (Rep. Atti n. 128/CSR)
G.U. del 19/08/2016, n.193

Allegato A
ACCORDO SULLA DURATA E SUI CONTENUTI MINIMI DEI PERCORSI FORMATIVI PER RESPONSABILI E ADDETTI DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE
(-omissis-)
2. INDIVIDUAZIONE DEI SOGGETTI FORMATORI E SISTEMA DI ACCREDITAMENTO
Sono soggetti formatori del corso di formazione e dei corsi di aggiornamento:
a) le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, anche mediante le proprie strutture tecniche operanti nel settore della prevenzione (Aziende Sanitarie Locali, etc.) e della formazione professionale di diretta emanazione regionale o provinciale;
b) gli Enti di formazione accreditati in conformità al modello di accreditamento definito in ogni Regione e Provincia autonoma ai sensi dell'Intesa sancita in data 20 marzo 2008 e pubblicata sulla GURI del 23 gennaio 2009;
c) le Università;
d) le scuole di dottorato aventi ad oggetto le tematiche del lavoro e della formazione;
e) le istituzioni scolastiche nei confronti del personale scolastico e dei propri studenti;
f) l'INAIL;
g) il Corpo nazionale dei vigili del fuoco o i corpi provinciali dei vigili del fuoco per le Province autonome di Trento e Bolzano;
h) l'amministrazione della Difesa,
i) le amministrazioni statali e pubbliche di seguito elencate, limitatamente al personale della pubblica amministrazione sia esso allocato a livello centrale che dislocato a livello periferico:
- Ministero del lavoro e delle politiche sociali;
- Ministero della salute;
- Ministero dello sviluppo economico;
- Ministero dell'interno: Dipartimento per gli affari interni e territoriali e Dipartimento della pubblica sicurezza;
- Formez;
- SNA (Scuola Nazionale dell'Amministrazione);
l) le associazioni sindacali dei datori di lavoro o dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale e gli organismi paritetici quali definiti all'art. 2, comma 1, lettera ee), del d.lgs. n. 81/2008 per lo svolgimento delle funzioni di cui all'art. 51 del d.lgs. n. 81/2008, limitatamente allo specifico settore di riferimento;
m) i fondi interprofessionali di settore nel caso in cui, da statuto, si configurino come erogatori diretti di formazione;
n) gli ordini e i collegi professionali.
Ulteriori soggetti formatori che operano a livello nazionale potranno essere eventualmente individuati, in sede di Conferenza Stato-Regioni congiuntamente dalle amministrazioni statali interessate e dalle Regioni e Province autonome, ai sensi dell'articolo 32, comma 4, del d.lgs. n. 81/2008.

Tutti gli Interpelli in materia di sicurezza ed i provvedimenti collegati ed articoli di approfondimento tratti dalle riviste Ambiente&Sicurezza sul Lavoro e Antincendio sono disponibili sulla nostra Banca Dati Sicuromnia, o richiedi una settimana di accesso gratuito.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito sicuromnia.epc.it 
oppure scrivi a sicuromnia@epc.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: