Norme tecniche per le Costruzioni 2018
CONVEGNI
Safety Expo 2017: insieme si cresce!
fonte: 
Redazione InSic.it
area: 
Prevenzione incendi
Safety Expo 2017: insieme si cresce! Con 4.500 presenze, 135 aziende sponsor ed il forte coinvolgimento di Istituzioni, Enti ed Associazioni del mondo dell' antincendio e della sicurezza sul lavoro, la seconda edizione del Safety Expo conferma il percorso di crescita intrapreso lo scorso anno e si pone come punto di riferimento informativo e formativo irrinunciabile per il professionista della sicurezza!

Uno spirito rinnovato di condivisione e coinvolgimento dei numerosi partecipanti, una forte sinergia con il mondo dei produttori e distributori di soluzioni per l'antincendio e la sicurezza sul lavoro oltre ad una offerta formativa vincente e consolidata, sono stati i veri punti di forza di Safety Expo!
I numeri parlano chiaro: 4500 partecipanti, 10 i convegni con i massimi rappresentanti delle Istituzioni, 50 corsi di formazione realizzati dall'Istituto Informa e Aifos, 8 focus di approfondimento e 20 workshop realizzati dai partner tecnici. Un grande successo in termini di presenze e coinvolgimento.

Il Safety Expo, in questa seconda edizione, cresce e sorprende, forma, informa e addestra i professionisti, sollecita l'attenzione dei partecipanti sui temi di maggiore attualità normativa, affascina con spettacoli innovativi, e convince con le ultime novità del mercato. In una superficie espositiva di 7500 mq., le aziende sponsor hanno offerto una vetrina privilegiata di prodotti e tecnologie per la prevenzione incendi e per la sicurezza nei luoghi di lavoro, molto apprezzata da tutti i presenti.

Nei convegni organizzati dalle riviste Antincendio e Ambiente&Sicurezza sul lavoro si è parlato di prevenzione incendi all'interno di un progetto di Smart City - con i massimi rappresentati del Corpo dei Vigili del Fuoco alla presenza del Capo del Corpo Gioacchino Giomi - e delle ultime novità normative di sicurezza sul lavoro, prima in una tavola rotonda che ha coinvolto INAIL, l'Ispettorato del Lavoro, le Regioni e la Magistratura sui temi delle responsabilità delle figure della sicurezza e sugli orizzonti della formazione. Ulteriori approfondimenti hanno riguardato il Regolamento Europeo sui DPI, l'attività del RSPP e la qualità della sua prestazione, la sicurezza nel settore pirotecnico, il benessere in azienda, il microclima negli ambienti di lavoro e il progetto di Testo Unico sull'Amianto. Tutto questo grazie anche al prezioso contributo di Assosistema Safety, Inail e Consiglio Nazionale degli Ingegneri.
Non sono mancati i momenti di intrattenimento e spettacolo: prima con la seduta di Edutainment di Terenzio Traisci, e poi con lo spettacolo "Il Virus che ti salva la vita" della Compagnia sarda di Rossolevante.

Il successo dell'edizione 2017 non è solo nei numeri ma anche nella continua ricerca di coinvolgimento del partecipanti e di confronto con gli esperti ed il mercato. Un confronto che si rinnova di anno in anno come dinamico e vincente, apprezzato dai tanti che hanno riempito le sale dei convegni con un rinnovato spirito di condivisione di tutti colo che vivono e lavorano nel mondo della sicurezza e della prevenzione, e che nel Safety Expo trovano risposte e soluzioni sempre più valide ed efficaci!

L'evento ha avuto la copertura mediatica sulle pagine FB del Gruppo EPC: EPC Editore, Istituto Informa e InSic, dove sono disponibili immagini e video in presa diretta realizzati durante la Manifestazione.Gli atti dei Convegni saranno pubblicati sulle riviste Antincendio e Ambiente&Sicurezza sul Lavoro a partire dai numeri di ottobre.
Le slide dei corsi di formazione e dei convegni saranno a disposizione dei partecipanti sul sito del Safety Expo.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.safetyexpo.it 
oppure scrivi a info@safetyexpo.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: