MODULISTICA
Attività commerciali ed edili: in Gazzetta l'Accordo sui modelli unificati
fonte: 
Redazione Banca Dati Sicuromnia
area: 
Edilizia
Attività commerciali ed edili: in Gazzetta l'Accordo sui modelli unificati Sulla Gazzetta ufficiale del 5 giugno, anche l'Accordo del 4 maggio 2017, raggiunto tra il Governo, le Regioni e gli Enti locali concernente l'adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze in materia di attività commerciali e assimilate (vedi allegato 1) e (all'allegato 2) in materia di attività edilizia.
L'Accordo contiene anche le relative istruzioni operative sull'utilizzo della nuova modulistica.

Contenuto dei moduli unificati
Tali modelli unificati, si legge all'art. 1 dell'Accordo, sono stati previsti dall'art. 2, comma 1 del decreto legislativo 30 giugno 2016, n. 126 sulla «Attuazione della delega in materia di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), a norma dell'art. 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124»,
Tali moduli unificati e standardizzati definiscono esaustivamente, per tipologia di procedimento, i contenuti tipici e la relativa organizzazione dei dati delle istanze, delle segnalazioni e delle comunicazioni di cui ai decreti da adottare ai sensi dell'art. 5 della legge n. 124 del 2015, nonché della documentazione da allegare. Prevedono anche, la possibilità del privato di indicare l'eventuale domicilio digitale per le comunicazioni con l'amministrazione. Per la presentazione di istanze, segnalazioni o comunicazioni alle amministrazioni regionali o locali, con riferimento all'edilizia e all'avvio di attività produttive.

Termini di adeguamento
In base all'art.2 dell'Accordo, le regioni adegueranno entro il 20 giugno 2017, in relazione alle specifiche normative regionali, i contenuti informativi dei moduli unificati e standardizzati, utilizzando le informazioni contrassegnate come variabili. I comuni adegueranno la modulistica in uso sulla base delle previsioni del presente accordo entro e non oltre il 30 giugno 2017.

La Materia edilizia

Per quanto attiene alla materia edilizia,
si richiama, all'art. 2 dell'Accordo, la previsione dell'art. 24, comma 3, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90: «Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari», che contempla la creazione di una modulistica unificata e standardizzata su tutto il territorio nazionale per la presentazione alle pubbliche amministrazioni regionali e agli enti locali di istanze, dichiarazioni e segnalazioni con riferimento all'edilizia e all'avvio di attività produttive.
Le pubbliche amministrazioni regionali e locali utilizzeranno i moduli unificati e standardizzati nei termini fissati con i suddetti accordi, e si specifica ulteriormente che gli accordi sulla modulistica per l'edilizia e per l'avvio di attività produttive conclusi in sede di Conferenza unificata sono rivolti ad assicurare la libera concorrenza, costituiscono livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale, assicurano poi il coordinamento informativo statistico e informatico dei dati dell'amministrazione statale, regionale e locale al fine di agevolare l'attrazione di investimenti dall'estero.

Il completamento dei moduli
Nell'Accordo si prospetta, infine l'emanazione di successivi accordi per il completamento dell'adozione dei moduli unificati e standardizzati per le attività di cui alla tabella A del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222, tenendo conto della frequenza dei procedimenti e delle attività, nonché agli eventuali aggiornamenti della modulistica già adottata.
Il d.Lgs. n. 25 novembre 2016, n. 222 procede alla «Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attività e procedimenti, ai sensi dell'art. 5 della legge 7 agosto 2015, n. 124»; si veda a riguardo la tabella A, che specifica le attività commerciali interessate.

Riferimenti normativi:
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI CONFERENZA UNIFICATA ACCORDO 4 maggio 2017 Accordo tra il Governo, le Regioni e gli Enti locali concernente l'adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze. Accordo, ai sensi dell'articolo 9, comma 2, lettera c) del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281. (Repertorio atti n. 46/CU). (17A03580) (GU n.128 del 5-6-2017 - Suppl. Ordinario n. 26)

Per maggiori informazioni  
consulta il sito sicuromnia.epc.it 
oppure scrivi a sicuromnia@epc.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: