Albo gestori

Rifiuti abbandonati su spiagge e corsi d’acqua: ultime dal Comitato Gestori

2385 0
Iscriviti ora alla newsletter di InSic!
informativa sulla privacy

Quando invii il modulo, controlla la tua posta in arrivo per confermare l'iscrizione (verifica anche nello spam)


In questa pagina riportiamo tutti i chiarimenti forniti dal Comitato gestori ambientali in materia di rifiuti abbandonati sulle spiagge marittime e lacuali e sulle rive dei corsi d’acqua

Circolare n.11 del 22 novembre 2021

Con la Circolare n.11/2021 il Comitato chiarisce sui casi in cui sussiste l’obbligo dell’iscrizione all’Albo nella categoria 1, sottocategoria D7 per l’attività di raccolta e trasporto di rifiuti abbandonati  sulle spiagge marittime e lacuali e sulle rive dei corsi d’acqua.

Nei chiarimenti:

  • NO ALL’ISCRIZIONE IN SOTTOCATEGORIA D7 nel caso di attività di mera pulizia delle spiagge e rive, anche se effettuata  mediante l’utilizzo di macchine operatrici e/o veicoli uso speciale, finalizzata al solo raggruppamento  dei rifiuti, in quanto attività preliminare alla raccolta.
  • NO ALL’ISCRIZIONE IN SOTTOCATEGORIA D7 Nei casi in cui si tratti di operazioni  di  prelievo,  raggruppamento, selezione  e  deposito  preliminari  alla  raccolta  di  materiali  o sostanze naturali derivanti da eventi  atmosferici  o  meteorici o vulcanici, ai sensi dell’art. 183 comma 1 lettera n) secondo e ultimo periodo del D.Lgs 152/2006: non si configura un’attività di gestione dei rifiuti e pertanto lo svolgimento della stessa non necessita dell’ iscrizione all’Albo.
  • SI ALL’ISCRIZIONE IN SOTTOCATEGORIA D7 se il servizio fornito si caratterizza per lo svolgimento
    • della fase di pulizia, con l’uso anche di macchine operatrici e/o veicoli ad uso speciale
    • della fase di trasporto, con autocarri o altri tipi di veicoli atti al carico, per il trasporto dal deposito temporaneo alla destinazione intermedia o finale.
  • Il Comitato però chiarisce che
    • l’iscrizione ALLA SOTTOCATEGORIA D7 vale per entrambe le fasi di cui sopra
    • se invece si svolge SOLAMENTE la fase di trasporto (di cui sopra) viene richiesta l’iscrizione all’Albo nella pertinente Categoria 1: “raccolta e trasporto di rifiuti urbani”, senza obbligo di iscrizione nella sottocategoria D7.

Circolare n.3/2019

Con circolare n.3 del 21 febbraio 2019 il Comitato gestori fornisce chiarimenti alle imprese sulla loro possibilità, se già iscritte nella categoria 1 dell’Albo alla data di entrata in vigore della delibera n. 5 del 3 novembre 2016, di svolgere le attività della sottocategoria “raccolta e trasporto di rifiuti abbandonati sulle spiagge marittime e sulle rive dei corsi d’acqua” di cui all’allegato D, Tab. D7, alla delibera stessa.

Risponde il Comitato in un’ottica di uniformità del comportamento delle Sezioni regionali e provinciali a riguardo, riportando innanzitutto quanto già disposto con circolare n. 229 del 24 febbraio 2017.


In quest’ultima si chiariva che se il provvedimento d’iscrizione nella categoria 1 non riporta esplicitamente l’indicazione delle sottocategorie di cui all’allegato “D” e qualora l’impresa non dimostri la disponibilità delle macchine operatrici o dei veicoli ad uso speciali previsti, nel provvedimento d’iscrizione viene riportato: “L’impresa non può esercitare le attività di cui alle sottocategorie “raccolta e trasporto di rifiuti urbani giacenti sulle strade extraurbane e sulle autostrade” oppure “raccolta e trasporto di rifiuti abbandonati sulle spiagge marittime e lacuali e sulle rive dei corsi d’acqua” a seconda della sottocategoria interessata.

Successivamente, a seguito dell’entrata in vigore della delibera n.8 del 12 settembre 2017, di modifica della delibera n. 5 del 3 novembre 2016, e con circolare 153/ 2018 è stata ribadita la necessità, solo per le imprese che intendono svolgere anche le attività della sottocategoria di cui alla tabella Tab. D7, di disporre al momento dell’iscrizione delle macchine operatrici o dei veicoli ad uso speciale previsti.

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore