Spazi confinati ambienti di lavoro

Ambienti e spazi confinati: dall’incidente di Casteldaccia alle misure di sicurezza da rispettare

507 0

In occasione del recente tragico incidente sul lavoro avvenuto il 6 maggio 2024 a Casteldaccia, in provincia di Palermo, facciamo il punto sulla normativa di riferimento in materia di spazi confinati: le regole per la qualificazione delle stazioni appaltanti, gli obblighi del datore di lavoro, i pericoli per i lavoratori e alcuni strumenti informativi per prevenire il rischio e garantire la sicurezza di questi contesti di lavoro.

Strage di Casteldaccia: l’incidente, le vittime

In base alle risultanze delle indagini “riportate da AGI” , l’incidente ha riguardato cinque operai, e un sesto in gravissime condizioni: operavano in un ambiente saturo di gas, prodotto di fermentazione dei liquami durante una normale attività di manutenzione nella vasca dell’impianto di sollevamento di acqua reflue di via Nazionale dell’Amap, l’azienda acquedotti del Comune di Palermo.

La dinamica dell’incidente al momento ricostruisce un quadro in base al quale i lavoratori calatisi nell’attività hanno perso i sensi uno dopo l’altro a causa del gas tossico presente (idrogeno solforato). Agi riporta “l’assenza di protezioni e mascherine” .

Sull’incidente è stata avviata una inchiesta della procura di Termini Imerese, che ha disposto il sequestro dell’impianto.

Da Palermo a Firenze: la piaga infortuni ed il nodo del subappalto a cascata

Questo “incidente segue a quelli gravissimi di Firenze” con il crollo del cantiere Esselunga che ha riaperto la questione della qualificazione delle stazioni appaltanti e le criticità del “subappalto a cascata” . Aspetti questi che hanno portato al recentissimo Decreto PNRR-bis che ha riscritto l’art.27 del Testo unico di Sicurezza sul lavoro inserendo la “Patente a crediti” per l’edilizia.

Il mondo degli spazi confinati e sospetti di inquinamento, però, aveva già una sua regolamentazione autonoma con forme di qualificazione delle stazioni appaltanti ben individuate.

Ambienti-Spazi confinati: la normativa di sicurezza

La normativa per appalti e spazi confinati riferisce al Dpr 177/2011 per la qualificazione delle imprese che operano in questi ambienti.

Prim’ancora gli spazi confinati sono stati regolati nel testo Unico di Sicurezza sul lavoro: l’articolo 66 del D.Lgs. n.81/2008 delinea le disposizioni generali per l’esecuzione dei la[1]vori in ambienti sospetti di inquinamento mentre l’art. 121 si occupa della presenza di gas negli scavi.

Quali sono gli Spazi “confinati”?

Dalla lettura di entrambi gli articoli letti congiuntamente, individuano dunque come ambienti confinati: pozzi, pozzi neri, fogne, cunicoli, camini e fosse, gallerie e – in generale – ambienti e recipienti, condutture, caldaie e simili in cui sia possibile il rilascio di gas deleteri.

Il p.to 3  dell’allegato IV del D.Lgs. n.81/2008 definisce i  requisiti che devono possedere i luoghi di lavoro  costituiti da vasche, canalizzazioni, tubazioni, serbatoi, recipienti e silos.

Spazi confinati e rischi per i lavoratori

Prima di effettuare i lavori è necessaria una preliminare e approfondita analisi per individuare i rischi connessi all’accesso in ambiente confinato e definire di conseguenza le idonee misure di prevenzione e protezione da mettere in atto.

Il D.Lgs. 81/08 non ha però previsto quali requisiti di formazione debbano avere i lavoratori che operano all’interno degli ambienti confinati. Si è provveduto in tal senso con il D.P.R. 177/117, che ha introdotto un regolamento per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi .

Il Regolamento riguarda

  • la qualificazione delle imprese e dei lavoratori che operano in ambienti confinati
  • le procedure di sicurezza

La qualificazione delle imprese per gli spazi confinati

Qualsiasi attività lavorativa che operi nel settore degli ambienti sospetti di inquinamento o confinati può, dunque, essere svolta unicamente da imprese o lavoratori autonomi qualificati in ragione del possesso di requisiti specifici.

L’azienda deve avere del personale, in percentuale non inferiore al 30% della forza lavoro, con esperienza lavorativa di almeno tre anni in ambienti sospetti di inquinamento o confinati; tale esperienza deve essere necessariamente posseduta dai preposti.

Il personale deve essere formato e informato sui fattori di rischio propri di tali attività, con verifica di apprendimento e aggiornamento.

Ricordiamo che l’Ispettorato con Nota 694 del 24 gennaio 2024 ha fornito chiarimenti alle problematiche sull’obbligatorietà della certificazione dei contratti per il personale impiegato in servizi resi in ambienti sospetti di inquinamento o confinati in regime di appalto o subappalto ai sensi del Titolo VIII, capo I, del D.Lgs. n. 276/2003.

Procedure di sicurezza per spazi confinati

Prima di consentire l’accesso agli ambienti  confinati, il datore di lavoro committente deve informare tutti i lavoratori dell’impresa appaltatrice su:

  • le caratteristiche dei luoghi in cui sono chiamati ad operare;
  • tutti i rischi esistenti negli ambienti di lavoro, ivi compresi quelli deri[1]vanti dai precedenti utilizzi degli ambienti di lavoro;
  • le misure di prevenzione ed emergenza adottate in relazione alla pro[1]pria attività.

Lo scambio di informazioni deve essere realizzato in un tempo sufficiente ed adeguato al completo trasferimento delle informazioni; si ritiene adeguata la durata minima di un giorno per acquisire tali informazioni.

Rischi da interferenze negli spazi confinati

Il datore di lavoro committente è anche tenuto a nominare un proprio rappresentante, che deve vigilare – con funzione di indirizzo e coordinamento – sulle attività svolte dai lavoratori dell’impresa appaltatrice o dai lavoratori autonomi. Ciò al fine anche di limitare i rischi di interferenza tra le attività svolte da entrambi.

Come organizzare la sicurezza sul lavoro negli spazi confinati – strumenti utili

Nel 2021, a dieci anni dall’emanazione del DPR 177/2001 INAIL rilevò che risultavano e risultano ancora oggi irrisolte alcune criticità, relative principalmente alla definizione univoca degli ambienti e alla mancanza di indicazioni certificate per la formazione professionale del personale coinvolto.

Allora, INAIL pubblicò tre utili fact sheet elaborati dal Laboratorio macchine e attrezzature di lavoro del Dipartimento innovazioni tecnologiche (Dit) dell’Istituto

  • Il primo fact sheet riproduce alcune immagini delle tipologi di ambienti confinati, riportando la segnaletica grafica standard adottata già a partire dal 2016, un’elencazione dei principali fattori di rischio, tra cui asfissia, esplosioni, intossicazioni, schiacciamenti, che emergono anche dalla lettura dei dati infortunistici 2001-2019 riportati.
  • Il secondo fact sheet si sofferma sui prodotti di ricerca approntati dall’Istituto. Tra questi, anche un simulatore fisico, per il quale l’Istituto ha ottenuto il brevetto italiano e un primo brevetto internazionale negli Stati Uniti, che riproduce, in modo controllato e sicuro, alcune condizioni di lavoro tipiche degli ambienti confinati. La scheda riporta inoltre le indicazioni di un progetto Inail per la formazione e l’addestramento dei lavoratori in ambienti confinati.
  • Il terzo fact sheet presenta la prima esperienza formativa per lavoratori e rappresentanti del datore di lavoro, basata su un progetto sperimentale elaborato dal Laboratorio. Il corso si è svolto a inizio del 2020 nell’ambito di un accordo di collaborazione siglato tra Direzione centrale Ricerca dell’Istituto, Direzione territoriale Inail di Arezzo-Siena, Prefettura di Arezzo, Confindustria Toscana sud – delegazione di Arezzo e la sezione aretina di Confagricoltura.

Spazi confinati: libri e corsi di formazione di EPC Editore e istituto informa

Abc della sicurezza sul lavoro negli ambienti confinati, EPC Editore, ristampa novembre 2022, Fucile Antonio

Abc della sicurezza sul lavoro negli ambienti confinati

Fucile Antonio
Manualistica per i lavoratori
Edizione: ristampa novembre 2022
Pagine: 80
Formato: 115×165 mm
€ 6,00

All’interno del manuale è presente il tagliando di presa visione che il lavoratore è tenuto a firmare e restituire all’azienda per attestare l’avvenuta informazione ai lavoratori in materia di sicurezza sul lavoro ai sensi dell’art. 36 del d.lgs. 81/08.

SPAZI CONFINATI Formazione, addestramento, equipaggiamento, EPC Editore, aprile 2018, Sbocchi Christian

SPAZI CONFINATI Formazione, addestramento, equipaggiamento
Sbocchi Christian
Libro
Edizione: aprile 2018
Pagine: 256
Formato: 170×240 mm
€ 28,50

L’autore rivolge particolare attenzione a quanto sul piano pratico, nella quotidiana gestione del lavoro, costituisce importante elemento valutativo, secondo un’idea della sicurezza legata essenzialmente al “saper fare”.

Spazi confinati, EPC Editore, Novembre 2011,

Spazi confinati
Poster
€ 15,00 + iva

Poster Covid – Gestione spazi comuni
Poster
€ 15,00 + iva

Corso di formazione per addetti ai lavori in AMBIENTI SOSPETTI D'INQUINAMENTO e/o CONFINATI, EPC Editore, ottobre 2020, Sbocchi Christian

Corso di formazione per addetti ai lavori in AMBIENTI SOSPETTI D’INQUINAMENTO e/o CONFINATI
Sbocchi Christian
Materiali per il formatore
€ 55,00 + iva 4%
(versione in PowerPoint)

Tutto quello che occorre per creare un corso di formazione in pochi passi. Diapositive in PowerPoint personalizzabili, questionari di verifica in pdf, attestati direttamente modificabili in doc: questi gli strumenti che EPC mette oggi a disposizione in un nuovo formato scaricabile immediatamente sul tuo pc.
La collana in versione scaricabile contiene tutti i corsi sulle principali tematiche di salute e sicurezza sul lavoro, trattate dai maggiori esperti di settore. La collana risponde quindi all’esigenza di effettuare una raccolta sistematica delle informazioni necessarie per gli incontri di formazione e informazione. Un materiale che può essere facilmente adattato alle specifiche esigenze del formatore nell’ambito esclusivo della propria attività didattica.

Coordinamento editoriale Portale InSic.it – Formatore in salute e sicurezza sul lavoro – Content editor e Social media manager InSic.it

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it