Sorveglianza sanitaria

Interpello 2/2023 – Nomina Medico competente e valutazione del rischio

1505 0

Con Interpello n.2/2023 il Ministero del lavoro risponde ad un quesito in materia di sorveglianza sanitaria dell’ANP – Associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola. La Commissione Interpelli risponde riconducendo la sorveglianza sanitaria nell’alveo dell’art.41 del D.Lgs. n.81/2008 (Testo Unico di Salute e Sicurezza sul Lavoro).

Con l’occasione ripercorriamo i concetti fondamentali di valutazione dei rischi e sorveglianza sanitaria ed il ruolo del medico competente nella valutazione dei rischi.

Interpello n.2/2023 – il quesito ANP-scuole

L’ANP – Associazione nazionale dirigenti pubblici e alte professionalità della scuola chiede se (in base al combinato disposto degli articoli 25, comma 1, lettera a) – 18, comma 1, lettera a) – 29, comma 1, del decreto legislativo n. 81 del 9 aprile 2008) si  “determini l’obbligo per il datore di  lavoro di procedere, in tutte le aziende ed in particolare nelle Istituzioni Scolastiche, alla nomina preventiva del medico competente al fine del suo coinvolgimento nella valutazione dei rischi, anche nelle situazioni in cui la valutazione dei rischi non abbia evidenziato l’obbligo di sorveglianza sanitaria”.

Interpello 2/2023 – la risposta della Commissione Interpelli del Ministero del lavoro

La Commissione nell’interpello n. 2/2022 ha ritenuto che: “(…) la sorveglianza sanitaria debba essere ricondotta nell’alveo del suddetto articolo 41” del TUS; la Commissione ritiene che, ai sensi dell’art. 18, comma 1, lett. a) del Testo Unico di Sicurezza, la nomina del medico competente sia obbligatoria per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria nei casi previsti dall’art. 41 del D.Lgs. n.81/2008 e che, pertanto, il medico competente collabori, se nominato, alla valutazione dei rischi di cui all’articolo 17, comma 1, lettera a) del Decreto 81.

Cosa si intende per Sorveglianza Sanitaria?

In base all’articolo 2, del D.lgs. n.81/2008 la “sorveglianza sanitaria” è un “insieme degli atti medici, finalizzati alla tutela dello stato di salute e sicurezza dei lavoratori, in relazione all’ambiente di lavoro, ai fattori di rischio professionali e alle modalità di svolgimento dell’attività lavorativa”.

Cosa prevede l’art. 41 del D.Lgs. n.81/2008 per la sorveglianza sanitaria?

L’articolo 41, del Decreto 81, “Sorveglianza sanitaria”, al comma 1, prevede che: “La sorveglianza sanitaria è effettuata dal medico competente:

  1. nei casi previsti dalla normativa vigente, dalle indicazioni fornite dalla Commissione consultiva (di cui all’articolo 6);
  2. qualora il lavoratore ne faccia richiesta e la stessa sia ritenuta dal medico competente correlata ai rischi lavorativi”.

Nel nostro approfondimento a fianco abbiamo esplorato anche i casi previsti dal Testo unico di Sicurezza nei quali la nomina del medico competente è obbligatoria e riscontrato le scarse indicazioni della Commissione consultiva n merito alla sorveglianza sanitaria.

Chi nomina il medico competente?

L’articolo 18 del Testo unico di Sicurezza “Obblighi del datore di lavoro e del dirigente”, al comma 1, lettera a), pone, in capo al datore di lavoro, l’obbligo di “nominare il medico competente per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria nei casi previsti dal presente decreto legislativo”.

Cosa fa il Medico competente?

L’articolo 25 del TUS stabilisce che il medico competente: «collabora con il datore di lavoro e con il servizio di prevenzione e protezione alla valutazione dei rischi, anche ai fini della programmazione, ove necessario, della sorveglianza sanitaria, alla predisposizione della attuazione delle misure per la tutela della salute e della integrità psico-fisica dei lavoratori, all’attività di formazione e informazione nei confronti dei lavoratori, per la parte di competenza, e alla organizzazione del servizio di primo soccorso considerando i particolari tipi di lavorazione ed esposizione e le peculiari modalità organizzative del lavoro. Collabora inoltre alla attuazione e valorizzazione di programmi volontari di “promozione della salute”, secondo i principi della responsabilità sociale».

Cos’è la Valutazione dei rischi?

In base all’articolo 28 “La valutazione dei rischi (di cui all’articolo 17, comma 1, lettera a), anche nella scelta delle attrezzature di lavoro e delle sostanze o delle miscele chimiche impiegate, nonché nella sistemazione dei luoghi di lavoro, deve riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari, tra cui anche quelli collegati allo stress lavoro-correlato, secondo i contenuti dell’Accordo Europeo dell’8 ottobre 2004, e quelli riguardanti le lavoratrici in stato di gravidanza, secondo quanto previsto dal decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, nonché quelli connessi alle differenze di genere, all’età, alla provenienza da altri Paesi e quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione di lavoro e i rischi derivanti dal possibile rinvenimento di ordigni bellici inesplosi nei cantieri temporanei o mobili, come definiti dall’articolo 89, comma 1, lettera a), del presente decreto, interessati da attività di scavo”.

Il ruolo del medico competente nella valutazione dei rischi

L’articolo 29 “Modalità di effettuazione della valutazione dei rischi”, al comma 1, prevede che: “Il datore di lavoro effettua la valutazione ed elabora il documento di valutazione dei rischi (art.17) in collaborazione con il responsabile del servizio di prevenzione e protezione e il medico competente, nei casi di cui all’articolo 41”.

Medico competente e Sorveglianza sanitaria: libri e corsi di formazione

La sorveglianza sanitaria dei lavoratori, EPC Editore, luglio 2022, Sacco Angelo

La sorveglianza sanitaria dei lavoratori

Sacco Angelo

Libro

Edizione: luglio 2022

Pagine: 352

Formato: 170×240 mm

MEDICINA DEL LAVORO Manuale per le professioni sanitarie, EPC Editore, febbraio 2018 (II ed.), Ciavarella Matteo, De Lorenzo Giuseppe, Sacco Angelo

MEDICINA DEL LAVORO Manuale per le professioni sanitarie

Ciavarella Matteo, De Lorenzo Giuseppe, Sacco Angelo

Libro

Edizione: febbraio 2018 (II ed.)

Pagine: 272

Formato: 150×210 mm

Il know-how del medico competente, EPC Editore, febbraio 2017, Mancini Giovanni, Medaglia Elisa, Rulli Robertino

Il know-how del medico competente

Mancini Giovanni, Medaglia Elisa, Rulli Robertino

Libro

Edizione: febbraio 2017

Pagine: 400

Formato: 170×240 mm

Il ruolo del medico competente ai tempi del Coronavirus, EPC Editore, giugno 2020, Camisa Vincenzo, Di Palma Pasquale, Ferraro Pietro, Zaffina Salvatore

Il ruolo del medico competente ai tempi del Coronavirus

Camisa Vincenzo, Di Palma Pasquale, Ferraro Pietro, Zaffina Salvatore

Libro

Edizione: giugno 2020

Pagine: 224

Formato: 150×210 mm

Il medico competente. Guida pratica alla professione, EPC Editore, gennaio 2020 (II ed.), Sacco Angelo

Il medico competente. Guida pratica alla professione

Sacco Angelo

Libro

Edizione: gennaio 2020 (II ed.)

Pagine: 464

Formato: 150×210 mm

Coordinamento editoriale Portale InSic.it – Formatore in salute e sicurezza sul lavoro – Content editor e Social media manager InSic.it

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it