DAL GOVERNO
Convenzioni di Ginevra per la sicurezza: approvati i decreti di ratifica
fonte: 
Redazione InSic.it
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Convenzioni di Ginevra per la sicurezza: approvati i decreti di ratifica Il Consiglio dei Ministri n.29 del 28 novembre, su proposta del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Enzo Moavero Milanesi e dei Ministri competenti, ha approvato sette disegni di legge di ratifica ed esecuzione di atti di diritto internazionale.
Fra questi, compare la ratifica della Convenzione sulla salute e la sicurezza dei lavoratori, n. 155, fatta a Ginevra il 22 giugno 1981, e relativo Protocollo, fatto a Ginevra il 20 giugno 2002 e della Convenzione sul quadro promozionale per la salute e la sicurezza sul lavoro, n. 187, fatta a Ginevra il 15 giugno 2006.

Gli atti oggetto del ddl di ratifica sono diretti a prevenire gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e a creare un ambiente di lavoro sempre più sicuro e salubre mediante un'azione progressiva e coordinata sia a livello nazionale che a livello di impresa, con la piena partecipazione di tutte le parti interessate.
Queste norme internazionali costituiscono un quadro di riferimento per l'istituzione e l'attuazione di sistemi nazionali di salute e sicurezza sul lavoro adattabili alle condizioni nazionali.

La strategia promossa in questi strumenti prevede azioni in quattro ambiti:
-formulazione, attuazione e revisione periodica di una politica nazionale coerente in materia di salute, di sicurezza dei lavoratori e di ambiente di lavoro;
-promozione del dialogo sociale mediante la partecipazione, la collaborazione e la cooperazione piena e a tutti i livelli dei datori di lavoro, dei lavoratori e delle rispettive organizzazioni, nonché di tutte le altre persone interessate;
definizione delle funzioni, delle responsabilità, degli obblighi e dei rispettivi diritti degli interlocutori sociali;
-sviluppo e diffusione delle conoscenze, istruzione, formazione e informazione.

La Convenzione n. 187 ed i principi ispiratori
La Convenzione sul quadro promozionale per la salute e la sicurezza sul lavoro, n. 187 adottata il 15/6/2006 e oggetto di recente Ratifica richiede (art.2) che ogni ratificante promuova il miglioramento continuo della sicurezza e della salute sul lavoro per prevenire le lesioni e le malattie professionali e i decessi riconducibili al lavoro attraverso l'elaborazione di una politica nazionale, di un sistema nazionale e di un programma nazionale, in consultazione con le organizzazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori più rappresentative.Inoltre si richiede espressamente che ogni Membro adotti misure attive per realizzare progressivamente un ambiente di lavoro sicuro e salubre attraverso un sistema nazionale e dei programmi nazionali di sicurezza e di salute sul lavoro, tenendo conto dei principi ILO.

Nella Convenzione (art.4) sottolineiamo quanto indicato sull'elaborazione del "Sistema nazionale di sicurezza e di salute sul lavoro", al cui interno ricade la legislazione, i contratti collettivi, gli organismi nazionali responsabili della stessa, meccanismi volti ad assicurare il rispetto della legislazione, misure volte a promuovere, a livello di impresa, la cooperazione tra la direzione, i lavoratori e i loro rappresentanti.
A livello di organi si richiede la presenza di uno o più organi consultivi nazionali tripartiti competenti, servizi di informazione e servizi consultivi in materia di sicurezza e di salute sul lavoro, servizi di formazione, servizi sanitari sul lavoro e di ricerca.
Un meccanismo di raccolta e di analisi dei dati sulle lesioni e le malattie professionali, tenendo conto degli strumenti rilevanti dell'ILO.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.governo.it 
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: