ponteggi_normativa_edilizia

LEGGE DI BILANCIO 2024: le disposizioni per edilizia appalti e infrastrutture

997 0

La Legge di Bilancio 2024, LEGGE 30 dicembre 2023, n. 213 in vigore dal 1° gennaio 2024 contiene diversi richiami all’edilizia e alle infrastrutture pubbliche.

Facciamo il punto sulle previsioni più importanti, segnalando in particolare il finanziamento di Fondo per gli interventi urgenti di riqualificazione, ristrutturazione, ammodernamento, ampliamento di strutture e infrastrutture pubbliche, il Programma di mitigazione strutturale della vulnerabilità sismica degli edifici pubblici e gli interventi sul dissesto idrogeologico, Piano invasi e procedure autorizzative per la ricostruzione.

Appalti

Per il mondo appalti, la Legge di Bilancio 2024 prevede:

  • misure in materia di utilizzo, per il finanziamento dei costi derivanti da aumenti di prezzi degli originali quadri economici dei progetti relativamente ai lavori ancora non appaltati e nei limiti del 40 per cento del finanziamento concesso, oltre che di nuovi bandi progettuali, delle risorse finanziarie derivanti dalle eventuali economie di gestione e degli eventuali ulteriori residui relativi ai finanziamenti assegnati per la realizzazione dei progetti inseriti nel Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei Comuni capoluogo di provincia, di cui all’art. 1, commi da 974 a 978, della L. 208/2015 (art. 1, comma 303, introdotto al Senato);

Fondo opere pubbliche

La Finanziaria 2024 istituisce nello stato di previsione del MEF un fondo con una dotazione di 7,5 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2024 al 2026 per assicurare il finanziamento di interventi urgenti di riqualificazione, ristrutturazione, ammodernamento, ampliamento di strutture e infrastrutture pubbliche, al fine di favorire il riequilibrio socio-economico e lo sviluppo dei territori, demandando ad un decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, la definizione delle categorie di beneficiari, dei criteri e delle modalità di riparto delle somme e il monitoraggio degli interventi (articolo 1, comma 303, introdotto dal Senato); la proroga fino al 31 dicembre 2024 dell’operatività del Fondo per la prosecuzione delle opere pubbliche, che viene rifinanziato per 200 milioni per l’anno 2024 e 100 milioni per l’anno 2025 (articolo 1, comma 304);

  • in merito ai contributi assegnati agli enti locali da parte del Ministero dell’interno per la messa in sicurezza del territorio, si dispone che tali finanziamenti riguardano le attività di progettazione in generale (articolo 1, comma 485, modificato al Senato);

Progettazione di opere pubbliche

La Legge di Bilancio 2024 rende permanente la possibilità di avviare le procedure di affidamento della progettazione di opere pubbliche anche in caso di disponibilità di finanziamenti limitati alle sole attività di progettazione (articolo 1, comma 70, introdotto al Senato); si stabilisce la stipula di una convenzione tra l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (ARERA), la Cassa per i servizi energetici e ambientali e SACE S.p.A., avente ad oggetto la disciplina dei criteri di individuazione degli investimenti ritenuti prioritari, per il potenziamento delle infrastrutture idriche (articolo 1, comma 271, modificato al Senato);

Rischio sismico e Vulnerabilità sismica degli edifici

  • l’istituzione di un Programma di mitigazione strutturale della vulnerabilità sismica degli edifici pubblici e di una Cabina di coordinamento delle politiche attive per la riduzione della vulnerabilità sismica degli edifici pubblici, con una dotazione complessiva per il periodo 2024-2028 pari a 285 milioni di euro (art. 1, commi 400-402);
  • l’impiego di risorse stanziate dalla legge di bilancio 2022, per le attività connesse al contrasto del dissesto idrogeologico ed alla mitigazione del rischio sismico nei territori colpiti dagli eventi sismici del 2009 (Abruzzo) e del 2016-2017 (Centro-Italia) (art. 1, comma 403);

Impianti di risalita

Rifinanziamento del Fondo per l’ammodernamento, la sicurezza e la dismissione degli impianti di risalita e di innevamento, per 30 milioni per ciascuno degli anni 2024 e per il 2025, 50 milioni per il 2026 e ulteriori 80 milioni per il biennio 2027-2028;

Messa in sicurezza di ponti e viadotti

La La Legge di Bilancio 2024 contiene

  • Disposizioni per il supporto tecnico dei commissari straordinari per le opere relative alla messa in sicurezza del sistema acquedottistico del Peschiera, alla realizzazione del collegamento stradale Cisterna Valmontone e alla realizzazione del Collegamento intermodale Roma Latina tratta autostradale Roma (Tor de’ Cenci) – Latina nord (Borgo Piave) (articolo 1, commi 289-290, introdotti al Senato);
  • rifinanziato il Piano invasi per 300 milioni di euro per l’anno 2027 e 150 milioni di euro per l’anno 2028 (articolo 1, comma 292, introdotto al Senato);

Ponte sullo Stretto

Per consentire l’approvazione da parte del CIPESS entro l’anno 2024 del progetto definitivo del Ponte sullo Stretto di Messina, si autorizza la spesa complessiva di 9,31 miliardi di euro per il periodo 2024-2032. I futuri accordi per la coesione da stipulare tra la Regioni Sicilia e Calabria con il Ministro per gli affari europei, il Sud, le politiche di coesione e il PNRR dovranno dare evidenza degli importi annuali del FSC destinati alla realizzazione dell’opera (articolo 1, commi 272-275, modificati e introdotti al Senato);

Viabilità

Nella La Legge di Bilancio 2024 viene

  • autorizzata una spesa di 15,5 milioni di euro per l’anno 2024 in favore della Provincia di Isernia per il ripristino della viabilità tra le provincie di Chieti e Isernia (articolo 1,comma 288, introdotto al Senato);
  • rifinanziato il contratto di programma ANAS 2021-2025 per 535 milioni di euro per l’anno 2027 e 110 milioni di euro per l’anno 2028 (articolo 1, comma 292, introdotto al Senato);
  • rifinanziati per 50 milioni di euro per l’anno 2027 e 25 milioni di euro per l’anno 2028, i programmi straordinari di manutenzione straordinaria e adeguamento funzionale e resilienza ai cambiamenti climatici della viabilità stradale (articolo 1, comma 292, introdotto al Senato);
  • previsto un contributo di 1,5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024, 2025 e 2026, per il miglioramento strutturale e funzionale delle strade della Provincia di Vibo Valentia (articolo 1, comma 293, introdotto al Senato).

Fondo Giubileo 2025

Per il Giubileo 2025:

  • istituito, nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze, un fondo da ripartire di parte corrente con una dotazione pari a 75 milioni di euro nell’anno 2024, 305 milioni di euro nell’anno 2025 e 8 milioni di euro nell’anno 2026 per la pianificazione e la realizzazione delle opere e degli interventi funzionali all’evento, anche con riferimento alle relative risorse umane.  
  • autorizzata la spesa, per interventi di conto capitale, di 50 milioni di euro per il 2024, 70 milioni di euro per l’anno 2025 e 100 milioni di euro per l’anno 2026.
  • attivazione delle organizzazioni di volontariato di protezione civile delle altre Regioni e delle Province autonome per il supporto alle attività delle analoghe organizzazioni di volontariato di protezione civile iscritte nell’elenco territoriale della Regione Lazio per l’ordinato svolgimento degli interventi di assistenza alla popolazione funzionali allo svolgimento delle celebrazioni del Giubileo.

Sicurezza scuole, strade ed edifici pubblici

La Finanziaria 2023 riduce le risorse stanziate a decorrere dal 2021 per l’avvio da parte dei piccoli comuni di un programma pluriennale per potenziare gli investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l’abbattimento delle barriere architettoniche a beneficio della collettività, nonché per gli interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile; la riduzione è pari a 44 milioni di euro per l’anno 2024, a 14 milioni di euro per l’anno 2025 e a 26 milioni di euro per l’anno 2027(commi 509-510).

Disagio abitativo

Istituito un fondo per il contrasto al disagio abitativo con una dotazione pari a 50 milioni di euro per il 2027 e 50 milioni di euro per il 2028 (articolo 1, commi 282-284, introdotti al Senato).

Ricostruzione ed eventi alluvionali

La Finanziaria 2024 prevede

  • riordino e la risistemazione della normativa sulla ricostruzione delle zone colpite da vari eventi calamitosi, tra cui gli eventi sismici del 2009 in Abruzzo, del 2012 in Emilia Romagna, del 2016-2017 in Centro-Italia, nonché le alluvioni del 2022 presso l’Isola di Ischia, prevedendo altresì diverse proroghe temporali (art. 1, commi 404-434);
  • l’erogazione dei contributi per la ricostruzione privata nei territori colpiti dagli eventi alluvionali verificatisi a partire dal 1° maggio 2023 (art. 1, commi 435-442);
  • l’abrogazione della norma, introdotta dalla legge di bilancio 2022, che prevede che le esposizioni della Cassa depositi e prestiti, a valere sulle risorse della gestione separata, per interventi volti a contribuire al raggiungimento degli obiettivi del Fondo italiano per il clima (FIC), possono beneficiare della garanzia del Fondo medesimo (art. 1, comma 542).
  • l’obbligo, per le imprese con sede legale o stabile organizzazione in Italia, tenute all’iscrizione nel relativo Registro, di stipulare, entro il 31 dicembre 2024, contratti assicurativi a copertura dei danni a terreni e fabbricati, impianti e macchinari, nonché attrezzature industriali e commerciali direttamente causati da calamità naturali quali sismi, alluvioni, frane, inondazioni ed esondazioni (art. 1, commi 101-111, modificati al Senato);
  • l’istituzione di un fondo con una dotazione complessiva di 13,5 milioni di euro per il periodo 2024-2026, per l’acquisto e la manutenzione dei mezzi di soccorso per la popolazione civile, e per il sostegno dei comuni dei territori colpiti dal sisma del 2009 in Abruzzo, per i quali sono previsti altresì complessivi 600.000 euro per il periodo 2024- 2026 (art. 1, commi 123-124, introdotti al Senato);

Per maggiori informazioni si suggerisce la consultazione del Dossier Parlamentare sulla Manovra.

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore