Norme tecniche per le Costruzioni 2018
MICROCLIMA
Impianti per il trattamento aria: una guida alla manutenzione
fonte: 
Redazione Insic
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Impianti per il trattamento aria: una guida alla manutenzione Il ministero del Lavoro comunica che il 7 febbraio scorso è stato sancito un Accordo in Conferenza Stato-Regioni sulla "Valutazione e gestione dei rischi correlati all'igiene degli impianti di trattamento aria", redigendo una specifica Procedura Operativa.
Il documento era stato approvato nella seduta del 28 novembre 2012 dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro e nasce con lo scopo di fornire al datore di lavoro indicazioni pratiche per la valutazione e gestione dei rischi correlati all'igiene degli impianti di trattamento aria e per la pianificazione degli interventi di manutenzione, in considerazione di quanto riportato nelle Leggi regionali, Linee Guida nazionali e norme tecniche prodotte sull'argomento.

L'obiettivo della pubblicazione è fornire al Datore di Lavoro indicazioni pratiche per la valutazione e gestione dei rischi correlati all'igiene degli impianti di trattamento aria e per la pianificazione degli interventi di manutenzione. Inoltre, fa ordine sulle linee guida e normative succedutesi nel tempo relative all'obbligo di manutenzione di questi impianti, che ha la sua fonte nell'articolo 64 del D.Lgs. 81/2008. In base al testo Unico il datore di lavoro deve a provvedere alla regolare manutenzione e pulitura degli impianti di areazione e, nello specifico, l'allegato IV: "Requisiti dei luoghi di lavoro" fornisce indicazioni in merito alla pulizia e alla manutenzione, evidenziando che: "Gli stessi impianti devono essere periodicamente sottoposti a controlli, manutenzione, pulizia e sanificazione per la tutela della salute dei lavoratori. Qualsiasi sedimento o sporcizia che potrebbe comportare un pericolo immediato per la salute dei lavoratori dovuto all'inquinamento dell'aria respirata deve essere eliminato rapidamente".
La Procedura redatta e approvata si articola in diverse parti, e approfondisce sui controlli da effettuare sugli impianti, attraverso ispezioni tecniche e visive. Fornisce poi un flow chart della procedura operativa e contiene diversi allegati che riportano un quadro delle leggi regionali in materia di gestione e manutenzione degli impianti, un esempio di Registro degli interventi effettuati, una check list per l'ispezione visiva, e indicazioni sulle analisi microbiologiche ed interventi previsti sulla sezione di umidificazione e sulla torre evaporativa, per il monitoraggio microbiologico dei componenti dell'impianto e sul rapporto di prova dell'ispezione tecnica. Chiude la trattazione un utile Glossario
La guida riguarda tutti gli impianti di trattamento a servizio di ambienti di lavoro chiusi, destinati a garantire il benessere termo-igrometrico degli occupanti, la movimentazione e la qualità dell'aria. Risultano esclusi gli impianti di regolazione della temperatura senza immissione forzata di aria esterna (ad esempio termoconvettori, condizionatori a parete, stufe) e gli impianti di processo per la realizzazione di particolari lavorazioni industriali.
Numerosi studi hanno evidenziato che la contaminazione microbiologica e chimica dell'aria negli ambienti chiusi è spesso imputabile a scarse condizioni igieniche, al sovraffollamento dei locali e a errori di progettazione e/o installazione degli impianti di trattamento dell'aria (impianti aeraulici), che non consentono una idonea pulizia e manutenzione degli stessi. In questi casi gli impianti possono causare la diffusione di numerosi inquinanti, provenienti dall'esterno o dall'interno, derivanti da residui di materiali da costruzione, da resti di origine vegetale e animale (piccioni, topi, insetti) o da muffe e batteri che possono contaminare l'acqua e le superfici all'interno degli impianti aeraulici.
Pertanto i rischi per il benessere e la salute dei lavoratori, riconducibili alla presenza di inquinanti aerodiffusibili di varia natura (fisica, chimica e biologica), devono essere controllati attraverso la corretta utilizzazione e manutenzione degli impianti aeraulici per garantire una buona qualità dell'aria immessa e migliorare le condizioni igieniche dell'ambiente di lavoro.

Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: