SIEMENS
 Edilizia
 DA INAIL
Vademecum macchine scenotecniche: guida per operatori dello spettacolo
18 giugno 2020
fonte: 
area: Edilizia
Vademecum macchine scenotecniche: guida per operatori dello spettacolo Nuova guida INAIL disponibile online! Dopo il Documento tecnico sugli "Apparecchi di sollevamento materiali", l'Istituto fornisce un VADEMECUM DELLE MACCHINE SCENOTECNICHE dedicato agli operatori del settore spettacolo, in attuazione del protocollo d'intesa fra Inail e Assomusica del 30/10/2014, rinnovato in data 10/01/2018.
Il Vademecum fornisce indicazioni tecniche concernenti la sicurezza delle principali tipologie di macchine per la realizzazione delle opere temporanee e dell'allestimento scenotecnico, ma che non valgono né in relazione all'utilizzo delle attrezzature durante le prove e gli spettacoli né in relazione alle macchine che non permangono durante l'evento. Il Documento contiene anche una sintesi dei principali riferimenti tecnico-giuridici utili al datore di lavoro e alle altre figure interessate alla sicurezza delle attrezzature in argomento.
Ma cosa contiene il documento?

Definizioni e inquadramento normativo delle macchine scenografiche

Il Vademecum presenta le principali definizioni relative alle macchine scenotecniche e passa poi ad approfondire il Palco ed i suoi componenti, differenzia poi le Principali tipologie di macchine scenotecniche. Importante il capitolo sull'inquadramento tecnico/giuridico all'uso delle attrezzature scenotecniche ed un capitolo sull'immissione in mercato delle stesse (documentazione, marcatura, installazione, accessori di sollevamento, riferimenti a catene, funi e cinghie).
Semrpe per la parte normativa segnaliamo negli Allegati 1 e 2 il testo della Circolare del Ministero del Lavoro del 23 dicembre 1976 n. 77 sulle verifiche e controlli delle gru e degli apparecchi di sollevamento ed un utile Riepilogo della documentazione/informazioni previste dal titolo III del d.lgs. 81/2008 per paranchi e relativi accessori di sollevamento in relazione alla tabella contenuta nella nota del Ministero dell'Interno prot. n. 1689 SG 205/4 del 1° aprile 2011.

Requisiti di sicurezza e scelta delle attrezzature

Nel Capitolo 7 l'indicazione dei requisiti di sicurezza e scelta delle attrezzature: il fatto che una macchina scenotecnica sia stata fabbricata secondo requisiti di salute e sicurezza individuati dalle direttive di prodotto pertinenti e che sia corredata della relativa documentazione, non esime il datore di lavoro dal verificare, prima di metterla a disposizione dei propri lavoratori, che questa sia idonea ai fini della salute e sicurezza e adeguata al lavoro da svolgere o adattata a tali scopi, così come previsto dall'articolo 71 comma 1 del d.lgs. 81/2008 e s.m.i.. Il datore di lavoro deve dunque controllare che l'attrezzatura di lavoro risponda alla normativa in termini di sicurezza e funzionalità, con particolare riguardo ai sistemi di protezione e sicurezza, nonché ai sistemi di comando. Oltre a gestire i rischi residui derivanti dall'impiego delle attrezzature stesse e ad adottare le misure necessarie affinché le attrezzature di lavoro siano installate ed utilizzate in conformità alle istruzioni per l'uso, all'atto della scelta dell'attrezzatura, deve prendere in considerazione le condizioni e le caratteristiche specifiche del lavoro da svolgere (es. necessità di sollevare carichi con caratteristiche geometriche e/o dimensionali complesse), i rischi derivanti da interferenze con altre macchine scenotecniche in uso (es. movimentazione truss contemporaneamente alla movimentazione materiali eseguita manualmente o con altre macchine di sollevamento), i rischi presenti nell'ambiente di lavoro.
Il Capitolo 8 si occupa quindi dell'installazione e uso delle attrezzature scenotecniche e nei capitoli successivi le delicate fasi di manutenzione. Non manca un riferimento alle verifiche periodiche (la periodicità di verifica varia in funzione sia della tipologia di apparecchio (mobile, trasferibile o fisso), sia della modalità di utilizzo riscontrabile nel settore di impiego, sia dell'anno di fabbricazione (antecedente o successivo a 10 anni).

Informati con Istituto Informa!

La sicurezza negli allestimenti di spettacoli e fiere
Esempi ed applicazioni pratiche delle procedure previste dal c.d. "decreto palchi e fiere"

Roma, 17 novembre 2020
Valido come Corso di Aggiornamento (D.Lgs. 81/08 e s.m.i.) per:• Coordinatori per la progettazione e l'esecuzione dei lavori• Responsabili e Addetti SPP

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.inail.it 
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic