fbpx

Quentic 13.4 offre l’integrazione con gli standard GRI

262 0

Con l’ultima versione Quentic 13.4, il fornitore di software-as-a-service per la gestione della sicurezza sul lavoro, dell’ambiente, della sostenibilità e della qualità riceve la certificazione di “GRI Software and Tools Partner”.

Il software Quentic alleato delle aziende per la sostenibilità

La Global Reporting Initiative (GRI) ha certificato Quentic come “GRI Software and Tools Partner”.

Da oggi, il portafoglio di soluzioni software e servizi di Quentic per HSEQ (Health, Safety, Environment, Quality) e ESG (Environment, Social, Governance) includerà gli standard GRI, riconosciuti a livello mondiale, come set di indicatori pronti per il reporting di sostenibilità.

Gli attuali Standard GRI 2021 sono integrati e si prevede che supporteranno le aziende nell’applicazione delle prossime normative europee, come la Corporate Sustainability Reporting Directive.

Questo fa parte della release 13.4 del software Quentic, che consente anche la valutazione dei rischi in base ai profili professionali e l’estrazione completamente automatica delle schede di sicurezza.  

Cosa sono gli standard della GRI

Gli standard della Global Reporting Initiative (GRI) sono tra le linee guida più utilizzate a livello mondiale per la rendicontazione della sostenibilità.

Con l’aiuto degli indicatori modulari GRI, è possibile presentare in modo strutturato l’impatto delle attività aziendali sull’ambiente, sulle persone e sull’economia.

I dati rilevanti vengono identificati e resi chiari per i vari stakeholder seguendo un approccio universale che ne consente l’applicazione, a prescindere dal settore e dalle dimensioni dell’azienda.  

Indicatori GRI in Quentic  

Con l’attuale versione del software Quentic 13.4, gli utenti ricevono su richiesta esattamente gli stessi standard GRI che hanno identificato come necessari per la rendicontazione della loro azienda tramite l’analisi di materialità.

Quentic fornisce i set di dati degli indicatori appropriati direttamente nel sistema, in modo che l’intero processo di reporting e le altre aree del software basato su cloud per la gestione HSEQ ed ESG siano perfettamente collegate.

Ciò significa che i principali dati relativi alla sostenibilità possono essere raccolti da fonti diverse, gestiti in modo uniforme e valutati subito senza necessità di ulteriori coordinamenti.

L’ultima versione degli standard GRI pubblicata nel 2021 è già integrata e fornisce un supporto affidabile anche in vista delle prossime normative europee, come la Corporate Sustainability Reporting Directive (CSRD).  

Siamo orgogliosi di aver ricevuto il sigillo ufficiale del GRI. In questo modo garantiamo ai nostri clienti la possibilità di redigere il proprio report di sostenibilità con Quentic in modo del tutto conforme alle specifiche GRI.

In futuro puntiamo ad implementare ulteriormente gli standard di reporting in Quentic e a rafforzare la nostra posizione di mercato nelle aree della sostenibilità e dell’ESG“, spiega il Dr. Mario Lenz, Chief Product Officer di Quentic.  

Valutazione dei rischi in base ai profili professionali  

Oltre agli standard GRI, Quentic 13.4 include diverse altre innovazioni.

Un componente di nuova concezione del modulo Quentic Sicurezza sul lavoro consente di visualizzare il potenziale di rischio in base ai profili professionali.

In questo modo, i campi di attività di persone con compiti analoghi possono essere visualizzati e valutati in forma aggregata.

Tutti i dati possono essere trasferiti in un report con un semplice clic e quindi resi trasparenti ad utenti esterni, come richiesto ufficialmente in alcuni Paesi europei, come Francia, Italia o Spagna.

All’interno del report vengono anche riportate le sostanze pericolose e le attrezzature utilizzate, nonché le qualifiche.

Questo permette di derivare efficacemente le misure di sicurezza e di formazione appropriate e ridurre al minimo i rischi esistenti.

Elaborazione automatica delle schede di sicurezza 

Le schede di sicurezza specificano le proprietà delle sostanze chimiche e indicano le precauzioni di sicurezza necessarie.

La gestione di un gran numero di questi documenti può diventare rapidamente un onere amministrativo.

Chi si occupa di gestire le sostanze pericolose può ora contare su una nuova funzione offerta da Quentic 13.4 che legge automaticamente le descrizioni delle sostanze dalle schede di sicurezza caricate e le trasforma in nuovi record di dati sulle sostanze pericolose, comprese le istruzioni operative generali. In questo modo è possibile trasformare in pochissimo tempo una raccolta di schede in un vero e proprio registro delle sostanze pericolose standardizzato e gestito in maniera uniforme, che fornisce su richiesta informazioni strutturate e mirate, ad esempio filtrate in base al luogo di utilizzo delle sostanze.

Inoltre, Quentic offre altri servizi aggiuntivi per la gestione delle schede di sicurezza, come la ricerca e l’aggiornamento regolare dei dati sulle sostanze pericolose, come servizio premium.

Chi è Quentic

Quentic è uno dei principali fornitori di soluzioni Software as a Service (SaaS) per la gestione HSEQ ed ESG.

La piattaforma Quentic comprende dieci moduli combinabili singolarmente e offre alle aziende un modo ideale per gestire la sicurezza sul lavoro, i rischi e gli audit, gli incidenti e le segnalazioni, le sostanze pericolose, la supervisione dei lavori, la compliance, i training online, i processi, la gestione ambientale e la sostenibilità.

La gamma è completata dalla Quentic App per il reporting mobile e da Quentic Analytics per una potente analisi dei dati HSEQ tramite dashboard chiare e aggiornate quotidianamente.

Oltre 900 aziende si affidano alle soluzioni software Quentic per rafforzare la loro gestione HSEQ e le aree di responsabilità in materia ambientale, sociale e di governance (ESG).

La piattaforma, inoltre, supporta sistemi di gestione completi certificati a norma ISO 14001, ISO 50001 e ISO 45001. 

L’azienda, con sede centrale a Berlino, in Germania, impiega più di 250 dipendenti.

Inoltre, conta succursali in Germania, Austria, Svizzera, Finlandia, Svezia, Danimarca, Belgio, Paesi Bassi, Francia, Spagna e Italia.

Clio Gargiulo

Responsabile Commerciale Divisione Periodici di EPC Editore