fbpx

Direttiva Acque e Alluvioni: consultazione pubblica UE aperta!

175 0
Il 2 gennaio è stata lanciata anche sul sito del ministero dell’Ambiente la Consultazione pubblica su Direttiva Acque e Alluvioni della Commissione UE, dal titolo: Fitness Check of the Water Framework Directive and the Floods Directive, alla quale sarà possibile partecipare fino al 4 marzo 2019.
Obiettivo: raccogliere opinioni del pubblico, ma anche informazioni più dettagliate e opinioni delle autorità nazionali sulla Direttiva quadro acque e la Direttiva sulle alluvioni.

La consultazione mira a raccogliere il maggior numero di punti di vista su come la direttiva quadro sulle acque e la direttiva sulle alluvioni hanno rispettivamente apportato modifiche alla gestione sostenibile dell’acqua e al miglioramento dello stato dei corpi idrici, nonché alle strategie per ridurre il rischio di inondazioni in tutta l’UE.
La consultazione raccoglierà anche il parere di esperti e soggetti privati incaricati dell’attuazione delle specificità delle direttive, pareri sul funzionamento e le interazioni delle diverse direttive, nonché sui costi e sui benefici.

Sono invitati a esprimere il loro punto di vista tutti i cittadini e l’insieme delle parti interessate.
È possibile partecipare alla consultazione pubblica rispondendo al questionario online. I questionari sono disponibili in alcune o in tutte le lingue ufficiali dell’UE.

La Direttiva quadro Acque
La direttiva 2000/60/CE (Direttiva Quadro sulle Acque – DQA) che istituisce un quadro per l’azione comunitaria in materia di acque ha introdotto un approccio innovativo nella legislazione europea in materia di acque, tanto dal punto di vista ambientale, quanto amministrativo-gestionale. La direttiva persegue obiettivi ambiziosi: prevenire il deterioramento qualitativo e quantitativo, migliorare lo stato delle acque e assicurare un utilizzo sostenibile, basato sulla protezione a lungo termine delle risorse idriche disponibili.

La Direttiva Alluvioni
La Direttiva 2007/60/CE cosiddetta “Direttiva alluvioni”, entrata in vigore il 26 novembre 2007, ha istituito “un quadro per la valutazione e la gestione dei rischi di alluvioni volto a ridurre le conseguenze negative per la salute umana, l’ambiente, il patrimonio culturale e le attività economiche connesse con le alluvioni all’interno della Comunità”.

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore