fbpx

Fondo Kyoto 2022: avviso pubblico in Gazzetta, scade il 31 dicembre 2022

3127 0

Cos’è il Fondo Kyoto? cosa finanzia? quali sono gli ultimi bandi aperti? In questa pagina seguiamo gli interventi di finanziamento previsti dai Bandi Kyoto previsti dal Ministero della Transizione ecologica a valere sul Fondo Kyoto per interventi green e di riqualificazione energetica a favore di edifici scolastici, delle strutture sanitarie e degli impianti sportivi di proprietà pubblica.

Cos’è il Fondo Kyoto?

Istituito con legge finanziaria del 2007 (L.n.296/2007), si tratta di un fondo rotativo per il finanziamento di misure per la riduzione delle emissioni climalteranti in attuazione del Protocollo di Kyoto.

  • Il Fondo concede finanziamenti a tasso agevolato ai soggetti pubblici proprietari degli immobili, per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico ed idrico
  • I prestiti hanno un tasso di interesse dello 0,25% e la durata massima del finanziamento è pari a 20 anni
  • Gli interventi devono garantire un miglioramento nel parametro di efficienza energetica dell’edificio di almeno 2 classi energetiche
  • Le risorse messe a disposizione ammontano a 200 milioni di euro e l’importo massimo che si può richiedere per singolo edificio è di 2 milioni di euro.

Fondo Kyoto: cosa finanzia?

Il Fondo Kyoto concede finanziamenti a tasso agevolato (0,25% di interesse, durata massima 20 anni) per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico ed idrico che consentano un miglioramento nel parametro di efficienza energetica dell’edificio di almeno due classi energetiche.

Il finanziamento massimo che si può richiedere per singolo edificio è di due milioni di euro. Possono accedere ai prestiti i soggetti pubblici proprietari degli edifici.

Fondo Kyoto: la normativa

La Legge di Bilancio 2019 (articolo 1, comma 743 della legge 145/2018) ha esteso il suo campo di applicazione

Il decreto interministeriale 11 febbraio 2021 n.65 disciplina le modalità di accesso al bando.

Fondo Kyoto: qual è la procedura per ottenere i finanziamenti?

La procedura di ammissione è effettuata secondo l’ordine cronologico di ricezione delle istanze, fino ad esaurimento dei fondi.

Fondo Kyoto: quando ottenere i finanziamenti?

La procedura di ammissione alle agevolazioni è «a sportello». Per la definizione dell’ordine cronologico di ricezione delle domande farà fede la data e l’orario riportato sulla ricevuta di accettazione del provider di posta elettronica certificata (PEC) del Ministero della transizione ecologica. Le modalità di presentazione delle domande e la relativa documentazione da allegare sono disciplinate dall’art. del decreto interministeriale 11 febbraio 2021, n. 65.

Come compilare le domande per il Fondo Kyoto?

Le domande di ammissione dovranno essere compilate, a pena di irricevibilità, attraverso l’apposito applicativo reso disponibile sul sito internet della Cassa depositi e prestiti S.p.a., firmate digitalmente e, corredate della relativa documentazione, trasmesse con unica PEC ai seguenti indirizzi di posta elettronica certificata:  fondokyoto@pec.minambiente.it;
 cdpspa@pec.cdp.it
Eventuali informazioni possono essere richieste via e-mail, all’indirizzo infofondokyoto@mite.gov.it, ovvero telefonicamente ai numeri: 06/57225106, 06/57225170, 06/57228279

Fondo Kyoto: dove trovare tutte le informazioni utili?

Tutte le info utili sul Fondo Kyoto sono disponibili alla seguente pagina dedicata al Fondo Kyoto sul sito del MiTe.

Bandi Kyoto: le risorse a disposizione

In questa parte riportiamo i Bandi Kyoto aperti negli anni con le indicazioni sui progetti finanziabili e le risorse a disposizione.

Fondo Kyoto 2022: 169 milioni a disposizione fino al 31 dicembre 2022

Con decreto direttoriale n. 200 del 15 settembre 2022 il Ministero della transizione ecologica riapre i termini per la presentazione delle domande di concessione dei finanziamenti a tasso agevolato per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici.

Le risorse complessive sono pari ad euro 166.267.343,90 disponibili a valere sul Fondo Kyoto, il fondo rotativo istituito ai sensi dell’articolo 1, comma 1110, della legge n. 296/2006.

  1. Agevolazione Fondo Kyoto: la documentazione da allegare?

    Le modalità di presentazione delle domande e la relativa documentazione da allegare sono disciplinate dall'articolo 9 del decreto interministeriale 11 febbraio 2021, n. 65.

  2. Quando presentare domanda di finanziamento per il Fondo Kyoto 2022?

    A decorrere dal 24 ottobre 2022 (data di pubblicazione del comunicato ministeriale in Gazzetta Ufficiale) e fino alle ore 24,00 del 31 dicembre 2022 è possibile presentare domanda di concessione del finanziamento per il Fondo Kyoto 2022.

  3. Chi può presentare domanda di finanziamento per il Fondo Kyoto?

    Possono presentare domanda:
    – i soggetti pubblici proprietari delle seguenti strutture:
    edifici destinati all'istruzione scolastica, ivi inclusi gli asili nido, all'istruzione universitaria, all'alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM);
    impianti sportivi, non compresi nel «Piano per la realizzazione di impianti sportivi nelle periferie urbane» di cui al comma 3 dell'articolo 15 del decreto-legge 25 novembre 2015, n. 185;
    edifici adibiti a ospedali, policlinici e a servizi socio-sanitari.

    i soggetti pubblici che a titolo oneroso o gratuito hanno in uso le strutture pubbliche di cui al primo punto.

  4. Come fare la Domanda per il Fondo Kyoto?

    La procedura di ammissione alle agevolazioni è «a sportello».
    Le domande di ammissione dovranno essere compilate, a pena di irricevibilità, attraverso l'apposito applicativo reso disponibile sul sito internet della Cassa depositi e prestiti S.p.a., firmate digitalmente e, corredate della relativa documentazione, trasmesse con unica PEC ai seguenti indirizzi di posta elettronica certificata:
    fondokyoto@pec.minambiente.it
     cdpspa@pec.cdp.it

  5. Fondo Kyoto: qual è la procedua?

    Per accedere ai finanziamenti, la procedura prevede la definizione dell'ordine cronologico di ricezione delle domande,. per la quale farà fede la data e l'orario riportato sulla ricevuta di accettazione del provider di posta elettronica certificata (PEC) del Ministero della transizione ecologica.


Fondo Kyoto 2021 (scaduto il 31 luglio 2022)

Con Comunicato pubblicato in Gazzetta, il MINISTERO DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA annuncia la riapertura dei termini per la presentazione delle domande per la concessione di finanziamenti a tasso agevolato del Fondo Kyoto previsti dal Bando 2021 (chiuso ufficialmente il 20 dicembre 2021) attraverso un nuovo decreto direttoriale (n. 463 del 30 dicembre 2021).

  • Le risorse ammontano a 187 milioni di euro e questa nuova tranche di agevolazioni riguarda l’efficientamento energetico ed il risparmio idrico degli edifici scolastici, delle strutture sanitarie e degli impianti sportivi di proprietà pubblica.
  • Le domande vanno presentate entro le ore 24,00 del 31 luglio 2022.

Chi può chiedere il finanziamento del Fondo Kyoto 2022?

Possono presentare domanda di concessione del finanziamento

1. i soggetti pubblici proprietari delle seguenti strutture:

  •  a. edifici destinati all’istruzione scolastica, ivi inclusi gli asili nido, all’istruzione universitaria, all’alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM);
  •  b. impianti sportivi, non compresi nel «Piano per la realizzazione di impianti sportivi nelle periferie urbane» di cui al comma 3 dell’art. 15 del decreto-legge 25 novembre 2015, n. 185;
  •  c. edifici adibiti a ospedali, policlinici e a servizi socio-sanitari;

 2. i soggetti pubblici che a titolo oneroso o gratuito hanno in uso le strutture pubbliche di cui al punto 1);

 3. i Fondi di investimento immobiliare costituiti ai sensi al decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, per i soli edifici di cui al punto 1, lettera a).

A quanto ammontano i finanziamenti del Fondo Kyoto 2022?

Le risorse disponibili sono quantificati in 187.021.292,95 euro a valere sul Fondo rotativo istituito ai sensi dell’art. 1, comma 1110, della legge n. 296/2006 (Fondo Kyoto).

Che tipo di finanziamenti dal Fondo Kyoto?

Il Fondo, gestito con il supporto della Cassa Depositi e Prestiti, concede prestiti a tasso agevolato (0,25%).

Da quando fare domanda per il Fondo Kyoto?

A decorrere dalla data di pubblicazione del comunicato nella Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n.58 del 10-03-2022) quindi dal 10 marzo 2022 fino alle ore 24,00 del 31 luglio 2022.

Come ottenere i finanziamenti del Bando Kyoto 2022?

Le modalità e i criteri di concessione dei finanziamenti sono disciplinati dal decreto interministeriale 11 febbraio 2021.

Bando Kyoto 2021

Il testo completo del decreto interministeriale 11 febbraio 2021 e del decreto direttoriale n. 463 del 30 dicembre 2021, nonché i documenti utili per la presentazione delle istanze, sono consultabili e scaricabili al seguente indirizzo internet: https://www.mite.gov.it/pagina/fondo-kyoto-2021

Fondo Kyoto: Bando 2020 (scaduto il 19/12/2021)

Con Comunicato in Gazzetta del 22 giugno 2021, il Ministero della transizione ecologica riapre i termini per la presentazione delle domande per il nuovo Fondo Kyoto 2020: obiettivo dell‘Avviso pubblico (disponibile sul sito del MiTe), la riqualificazione energetica delle scuole, delle strutture sanitarie e degli impianti sportivi di proprietà pubblica. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 19 dicembre 2021.

Finanziamenti a tasso agevolato (0,25% di interesse per 20 anni): necessario un miglioramento dell’efficienza energetica.

Le domande del Fondo Kyoto vanno compilate attraverso il portale di Cassa Depositi e Prestiti.

Approfondisci con EPC Editore

L’efficienza energetica nella P.A. e nelle imprese
Procedure, pianificazione, certificazione, incentivi e tecnologie per il risparmio energetico
Premessa di Francesco Sperandini Presidente e Amministratore Delegato del Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A.

Cancrini Arturo; D’Amelio Piero

Edizione: giugno 2017

Con contributi di: Vittorio Capuzza, Maria Francesca Cialdella, Giacomo Di Raimondo, Claudia Figliolia, Marco Macchia, Antonella Mascolo, Massimo Nunziata, Edoardo Rulli

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore