fbpx

Decreto Semplificazioni: le principali novità in materia di ambiente

822 0

Dopo aver visto come si struttura il DL Semplificazioni (DL 77/2021 in Gazzetta, ed in attesa di conversione) passiamo in rassegna i riferimenti più significativi alla materia di ambiente.

Sono contenuti nella Parte II del Provvedimento che contiene tutte le semplificazioni in vista (non solo ambientali) in attuazione del PNRR.

Le modifiche toccano sensibilmente diversi articoli del Testo Unico ambiente D.Lgs. n.152/2006.

Procedimenti ambientali

Nella Parte II del DL Semplificazioni, le semplificazioni per l’ambiente sono trattate nel Titolo I – Transizione ecologica e velocizzazione del procedimento ambientale e paesaggistico.

Vediamo di cosa trattano i singoli Capi

Autorizzazioni ambientali: gli articoli dedicati alle Semplificazioni

  • Capo I -Valutazione di impatto ambientale di competenza statale (artt. 17-22)
  • Capo II – Valutazione di impatto ambientale di competenza regionale (artt.23 e 24)
  • Capo III – Competenza in materia di VIA, monitoraggio e interpello ambientale (artt. 25-27)
  • Capo IV – Valutazione ambientale strategica (art.28)
  • Capo V – Disposizioni in materia paesaggistica (art.29).

Energia – art.33 modifiche agli incentivi del DL Rilancio convertito

Il Capo VII – Efficientamento energetico (art. 33): semplificazione in materia di incentivi  per  l’efficienza energetica e rigenerazione urbana contenute nell’articolo 119 del DL 19  maggio  2020,  n.  34 (convertito, con modificazioni, dalla legge 17  luglio  2020,  n.  77): modificato l’art. 119.

Dissesto idrogeologico

Il Capo VIII – Semplificazione per la promozione dell’economia circolare e il contrasto al dissesto idrogeologico (artt. 34-37)

Al suo interno segnaliamo provvedimenti eterogenei:

  • ART. 34 (Cessazione della qualifica di rifiuto);
  • ART. 35 (Misure di semplificazione per la promozione dell’economia circolare);
  • ART. 36 (Semplificazioni in materia di economia montana e forestale)
  • ART. 37 (Misure di semplificazione per la riconversione dei siti industriali).

Gestione rifiuti

Da segnalare, in particolare, nel Capo VIIII:

  • Art. 34: le disposizioni in materia di End of Waste sulla cessazione della qualifica di rifiuto: nuova modifica l’art. 184-ter del d.lgs. 152/2006 con l’inserimento del parere obbligatorio e vincolante dell’ISPRA o dell’Agenzia regionale di protezione ambientale territorialmente competente al rilascio dell’autorizzazione;
  • Art. 35 elimina i riferimenti agli “Assimilati” ai rifiuti in tutta la parte IV, titolo I del Testo unico ambientale, inoltre:
    • modifica l’art. 185 del TUA (Esclusioni dall’ambito di applicazione della Parte IV del Codice);
    • modifica l’art. 188 (l’attestazione di avvenuto  smaltimento” diventa “Attestazione di avvio al recupero o smaltimento)
    • numerose modifiche all’art. 188-bis, 193, 258, 206-bis ed altri.

Economica montana e forestale

  • ART. 36 (Semplificazioni in materia di economia montana e forestale): contiene alcune esenzioni dall’autorizzazione idraulica di cui al regio decreto 25 luglio  1904 n. 523.

Riconversione siti industriali

  • ART. 37 (Misure di semplificazione per la riconversione dei siti industriali): al fine di accelerare  le  procedure  di  bonifica  dei  siti contaminati e la riconversione di siti industriali da poter destinare alla realizzazione dei progetti individuati nel PNRR  e  finanziabili con gli ulteriori strumenti  di  finanziamento  europei, si apporta modifica alla Parte  quarta, Titolo V (artt. 241-252 del TUA).

Per approfondire sulle principali autorizzazioni ambientali

VOLUME EPCVademecum dell’ambiente
Guida pratica agli adempimenti, obblighi e autorizzazioni per le imprese. Aggiornato con le novità del “Circular Economy Package” ed il “Green New Deal” rilasciati dalla Comunità Europea
S.Sassone
(Maggio 2020)

CORSO di ISTITUTO INFORMACorso di perfezionamento per il Manager dell’Ambiente
IN AULA E IN VIDEOCONFERENZA
Roma, 10 novembre 2021
Un percorso formativo articolato e completo in materia di tutela dell’ambiente, suddiviso in due moduli, coordinati ma fruibili anche singolarmente.

Prof. Ing. Francesco LOMBARDI
Dott. Andrea PEGAZZANO

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it