Le scarpe antinfortunistiche: classificazione e tipologie di protezione

12406 0

Le scarpe antinfortunistiche rientrano in una specifica tipologia di scarpe in grado di garantire la protezione del piede durante l’attività lavorativa.

  1. Classificazione delle calzature antinfortunistiche
  2. Marcatura della scarpa antinfortunistica
  3. Scarpe antinfortunistiche per uomo e donna
  4. Le scarpe antinfortunistiche in breve
  5. Per approfondire

Classificazione delle calzature antinfortunistiche

Le calzature antinfortunistiche (che comprendono scarpe, stivali, ecc.) si suddividono in due classi principali, sulla base del materiale della scarpa:

  • Classe I: Calzatura in cuoio o altri materiali (escluse le calzature in gomma o polimero)
  • Classe II: Calzatura interamente in gomma o in polimero

Requisiti di base delle calzature

Entrambe le tipologie di calzature, sono a loro volta divise in 3 categorie sulla base di specifiche caratteristiche di protezione, sancite da relative norme tecniche di riferimento.

  • Calzature di Sicurezza (SafetyS oppure SB): con puntale resistente all’urto fino a 200 Joule, e a compressione fino a 15 kN. Norma di riferimento: UNI EN ISO 20345:2022.
  • Calzature di Protezione (ProtectiveP oppure PB): con puntale resistente all’urto fino a 100 Joule, e a compressione fino a 10 kN. Norma di riferimento: UNI EN ISO 20346:2022
  • Calzature da Lavoro (OccupationalO oppure OB): senza puntale. Norma di riferimento: UNI EN ISO 20347:2022.

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati.

Registrati gratuitamente per continuare a leggere!
Se non hai ancora un account registrati ora

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore