Rigassificazione

Attuazione PNRR: DL 57/2023, opere di rigassificazione e modifiche al Codice Ambiente

1590 0

Il DECRETO-LEGGE 29 maggio 2023, n. 57 (GU Serie Generale n.124 del 29-05-2023), in vigore dal 30 maggio 2023 detta “Misure urgenti per gli enti territoriali, nonché’ per garantire la tempestiva attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza e per il settore energetico”.

Contiene una modifica al Codice Ambiente, in particolare per quanto riguarda i procedimenti ambientali  e norme specifiche sulla rigassificazione.

Decreto 57/2023 in vigore dal 30 maggio – cosa prevede

Il Decreto consta di 4 articoli

  • Art. 1. Disposizioni in materia di enti territoriali – disposizioni agli enti locali e alle amministrazioni regionali in relazione alla gestione del bilancio di esercizio;
  • Art. 2. Ulteriori disposizioni per la tempestiva attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza – modifiche al Codice Appalti, nella disciplina sulla certificazione della parità di genere negli appalti;
  • Art. 3. Integrazioni della disciplina in materia di realizzazione di nuova capacità di rigassificazione – modifica la disciplina relativa alla realizzazione di opere e infrastrutture finalizzate all’incremento della capacità di rigassificazione nazionale e Modifiche al Codice Ambiente
  • Art. 4. Entrata in vigore

Rigassificazione e impianti PNRR: verso un Commissario straordinario

Il DL 57/2023 modifica

  • il D.Lgs. n.152/2006 (Testo Unico Ambientale) all’allegato I-bis (Opere, impianti e infrastrutture necessarie al raggiungimento degli obiettivi fissati dal Piano Nazionale Integrato Energia e Clima -PNIEC): viene inserito il punto “3.2.1-bis. “Opere e infrastrutture finalizzate all’incremento della capacità di rigassificazione nazionale mediante unità galleggianti di stoccaggio e rigassificazione“. Tali opere vengono quindi a far parte del novero degli obiettivi del PNIEC;
  • il DL 17 maggio 2022, n. 50 che conteneva “Misure urgenti in materia di energia ed autorizzazioni impianti “. Il nuovo articolo 5 (Disposizioni per la realizzazione di nuova capacità di rigassificazione) del Decreto del 2022 prevede ora la nomina uno o più Commissari straordinari di Governo, non solo per la realizzazione, ma per l’esercizio, anche a seguito di ricollocazione delle opere e delle infrastrutture finalizzate all’incremento della capacità di rigassificazione nazionale mediante unità galleggianti di stoccaggio e rigassificazione da allacciare alla rete di trasporto esistente. Ciò dovrebbe comportare un’accelerazione delle misure del PNRR.
2. A partire dalla data di entrata in vigore del presente  decreto,
l'autorizzazione per la costruzione ovvero per l'esercizio,  anche  a
seguito di ricollocazione, delle opere e delle infrastrutture di  cui
all'articolo 5,  comma  1,  del  decreto-legge  n.  50  del  2022  e'
rilasciata dal Commissario  straordinario  di  Governo  competente  a
seguito di  un  procedimento  unico,  comprensivo  delle  valutazioni
ambientali di cui al titolo  III  della  parte  seconda  del  decreto
legislativo 3 aprile 2006, n. 152, della durata massima  di  duecento
giorni  dalla  data  di  ricezione  dell'istanza,  svolto  ai   sensi
dell'articolo 5 del medesimo decreto-legge n. 50 del 2022. 

Valutazioni ambientali e procedimento unico: i poteri del Commissario straordinario di Governo

Inoltre, dal 30 maggio 2023, l’autorizzazione per la costruzione e per l’esercizio, anche a seguito di ricollocazione, delle opere e delle infrastrutture è rilasciata dal Commissario straordinario di Governo competente a seguito di un procedimento unico, comprensivo delle valutazioni ambientali (regolate al Titolo III del TUA): tale procedimento avrà durata massima di duecento giorni dalla data di ricezione dell’istanza.

InSic suggerisce fra i libri di EPC Editore in materia di tutela dell’ambiente ed energia

Vademecum dell’ambiente
Sassone Stefano
Libro
Edizione: maggio 2020 (IV ed.)

Testo Unico Ambiente: corso di formazione sulla normativa ambientale aggiornata

formazione videconferenza

Il Testo Unico Ambientale (TUA) dopo i decreti correttivi
24 Crediti formativi (CFP) CNI
INFORMA- Roma

Prof. Ing. Francesco LOMBARDI
Professore Associato di Ingegneria Sanitaria Ambientale Università di Roma Tor Vergata; Docente di impianti trattamento rifiuti e gestione degli Impianti Sanitari Ambientali

Dott. Andrea PEGAZZANO
Esperto tutela ambientale, Autorità di Bacino del Fiume Po

Magistrato del Tribunale, esperto nelle tematiche trattate

Coordinamento editoriale Portale InSic.it – Formatore in salute e sicurezza sul lavoro – Content editor e Social media manager InSic.it

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it