fbpx
Internet of Things

Internet of Things: significato, caratteristiche, campi di applicazione, esempi e privacy

732 0

Internet of things: significato e definizione

L’Internet of Things, o Internet delle Cose”, non ha una definizione precisa. Potremmo intenderlo come il “concetto” di collegare qualsiasi dispositivo – purché dotato di un interruttore on/off – a Internet e ad altri dispositivi collegati. Oppure lo potremmo intendere come un sistema di dispositivi informatici interconnessi: macchine meccaniche e digitali, oggetti, animali o persone che sono dotati di identificatori unici e della capacità di trasferire dati su una rete senza richiedere l’interazione da uomo a uomo o da uomo a macchina.

Internet of things: quali sono i campi di applicazione

L’Internet of Things è una gigantesca rete di cose (Things) e/o di persone connesse. Ad esempio coloro che hanno un dispositivo cardiaco impiantato, che raccolgono e condividono dati sul modo in cui vengono utilizzati e sull’ambiente che li circonda. Questo include un numero straordinario di oggetti di tutte le forme e dimensioni.

Ecco alcuni esempi:

  • il forno a microonde intelligente (denominato “Smart Oven” da un produttore) che cuoce automaticamente il cibo per il giusto periodo di tempo;
  • le auto che si muovono senza l’intervento umano, i cui complessi sensori rilevano gli oggetti sul percorso;
  • i dispositivi fitness indossabili (Wereable devices) che misurano la frequenza cardiaca e il numero di passi che si fanno nel corso della giornata, per poi usare queste informazioni per suggerire piani di allenamento su misura per l’utente.

Tra le applicazioni pratiche dell’esteso mondo dell’Internet of Things ricordiamo inoltre:

Smart city

La Smart city utilizza dispositivi di Internet of Things come sensori, luci e contatori connessi per raccogliere e analizzare i dati. Tale città “del futuro” utilizza questi dati per migliorare le infrastrutture, i servizi pubblici e altro ancora. Ma la stessa città può fornire uno stile di vita più efficiente e di qualità superiore per i propri residenti, a partire dai metodi utilizzati per raggiungere questi obiettivi.

Smart home

La casa (home) può essere definita “Smart” quando dispone di una serie di dispositivi intelligenti che è possibile controllare a distanza impostandoli nel modo in cui si desidera per automatizzare la manutenzione da remoto. Tali dispositivi possono anche essere connessi in un’unica rete.

Automobili connesse

Un’automobile connessa è configurabile come un’auto che condivide il collegamento ad Internet con altri dispositivi sia all’interno che all’esterno dell’abitacolo.

Le auto connesse stanno semplificando la vita sia ai conducenti che ai produttori, specialmente quando si tratta di aggiornamenti elettronici. I veicoli sono diventati sempre più complessi nel tempo: dall’aggiornamento in concessionario si è passato all’aggiornamento da remoto. E questo è solo l’inizio di un rapido ed interessante futuro.

Smart farming

Anche l’agricoltura non è indenne dall’avanzata dell’Internet of Things. In tale settore, infatti, sta diventando fondamentale un approccio “Smart”, in quanto con le continue richieste produttive mondiali, per soddisfare una crescente domanda, gli agricoltori e le aziende agricole si stanno rivolgendo all’Internet of Things per ottenere analisi e maggiori capacità produttive.

Sanità

L’internet of things rende l’assistenza sanitaria più facile, intuitiva e accessibile a tutti. La sua applicazione in ambito sanitario è una speranza reciproca: per gli ospedali di funzionare in modo migliore e per i pazienti di ottenere un trattamento migliore. Con l’uso di questo metodo vi possono essere benefici senza precedenti che potrebbero migliorare la qualità e l’efficienza dei trattamenti e di conseguenza migliorare la salute dei pazienti.

Vendita al dettaglio (Retail)

L’utilizzo dell’Internet of Things nel settore Retail consente ai gestori dei negozi di trovare nuovi modi per stabilire una connessione con i clienti, creando un percorso breve e diretto con essi, migliorando il processo di manutenzione.

Quali sono le caratteristiche dell’Internet of things

L’universo dell’Internet of Things è costituito da sensori/dispositivi che “parlano” al cloud attraverso una sorta di connettività. Una volta che i dati arrivano al cloud, il software li elabora per poi decidere o meno di eseguire un’azione, come l’invio di un allarme o la regolazione automatica dei sensori/dispositivi senza che l’utente abbia bisogno di attivarsi. Ma se l’input dell’utente fosse necessario o se l’utente volesse semplicemente controllare il sistema, una pratica interfaccia gli permetterebbe di farlo. Qualsiasi regolazione o azione che l’utente effettua viene poi inviata nella direzione opposta attraverso il sistema: dall’interfaccia utente, al cloud, e di nuovo ai sensori/dispositivi per effettuare qualche tipo di cambiamento.

Un sistema di Internet of Things, nella sua totalità, integra quattro componenti distinti:

  • sensori/dispositivi,
  • connettività,
  • elaborazione dati e
  • interfaccia utente.

l’IoT, Internet of Things: un esempio

Per chiarirci sul funzionamento dell’IoT, prendiamo come esempio un termostato smart che può ricevere dati sulla posizione dell’utente mentre è in viaggio e utilizzare il termostato smart per regolare la temperatura domestica prima dell’arrivo a casa.

Per fare questa cosa non è necessario che l’utente sia fisicamente in casa davanti al termostato; tramite l’utilizzo di un’apposita app, che parla direttamente con il termostato tramite internet, l’utente può inviare la temperatura scelta.

Abbiamo il termostato smart collegato alla rete wireless di casa nostra che tramite internet parla direttamente con l’app che gestisce il termostato. Lo scambio di dati è bidirezionale.

Sfruttando internet queste applicazioni possono addirittura prevedere il momento ottimale in cui controllare il termostato prima di arrivare a casa.

Il sistema IoT può connettersi all’App di Google Maps per esaminare i modelli del traffico locale e utilizzare i dati dell’automobile acquisiti nel lungo periodo per conoscere addirittura le abitudini di viaggio dell’utente.

Privacy e security nell’Internet delle Cose

La tecnologia descritta è veramente utile. C’è però anche una parte molto importante da non sottovalutare: quella della privacy e della sicurezza visto che la connessione è costantemente attiva.

Questo aspetto è importantissimo per ogni iniziativa IoT sia a livello aziendale ma soprattutto quando l’utente finale è il pubblico generico.

L’utilizzo della tecnologia IoT per le aziende consente un continuo miglioramento anche a livello di business, creando nuove modalità di interazione con i propri clienti e partner.

Il volume di dati che un sistema di dispositivi smart produce è imponente, per questo motivo viene definito big data.

IoT e big data

In un certo senso, l’Internet of Things si presenta come una serie di “torrenti e di fiumi” che alimentano un oceano di Big Data. L’enorme mole di sensori, dispositivi e altre “Things” connesse tra loro, che rappresentano i 7 miliardi di miliardi di IoT nel mondo, sta dando un contributo significativo al volume di Big Data raccolti.

Gli sviluppatori focalizzati sull’Internet of Things stanno creando piattaforme, software e applicazioni che le imprese e le organizzazioni possono utilizzare per gestire i dispositivi IoT e relativi Big Data generati.

Mentre i Big Data e l’Internet of Things si riferiscono entrambi alla raccolta di grandi dataset, solo l’Internet of Things cerca di eseguire simultaneamente l’analisi per supportare le decisioni in tempo reale.

Tuttavia, pur essendo mondi distinti, Big Data e Internet of Things dipendono l’una dall’altra per il “successo finale”. Entrambe le realtà sottolineano la necessità di convertire i dati in “intuizioni tangibili” su cui si possa agire. L’Internet of Things e i Big Data hanno un rapporto importante che continuerà a svilupparsi con l’avanzare della tecnologia.

Internet of things: facciamo il punto

Riportiamo di seguito le risposte agli interrogativi più frequenti rispetto all’IoT:

Cosa si intende con Internet of Things?

Interet of things, tradotto in italiano Internet delle Cose, è un vocabolo utilizzato nel mondo delle telecomunicazioni. Per Internet of Things si intende l’estensione di internet al mondo degli oggetti e dei luoghi.

Quali oggetti fanno parte della Internet of Things?

Più precisamente l’Internet delle Cose si riferisce al processo di connessione ad Internet di oggetti fisici che utilizziamo tutti i giorni, come ad esempio lavatrici, lavastoviglie, lampadine; fino alle risorse in ambito sanitario, dispositivi indossabili, smartTV, domotica, macchinari di produzione all’interno delle aziende, e molto altro.

Quali sono le caratteristiche dell’IoT?

L’acronimo IoT (Internet of Things) indica qualsiasi sistema di dispositivi fisici che ricevono e trasferiscono i dati su reti wireless. Con un intervento manuale limitato, ad esempio, questo processo si ottiene integrando in questi oggetti, dispositivi di elaborazione (computer).

Quali sono le tre componenti fondamentali dell’IoT?

Le tre componenti fondamentali dell’Internet of Things sono le seguenti:
Things: i dispositivi che sono connessi via cavo o wireless ad una rete.
Network: il network connette tutti i dispositivi di una rete al cloud.
Cloud: i server di un data center remoto che immagazzinano i tuoi dati in modo sicuro.

Quali sono i vantaggi dell’IoT?

Come abbiamo potuto capire i vantaggi sono molti sia per uso privato che per uso aziendale.
Se pensiamo all’uso privato, l’IoT ci permette di gestire l’intera nostra abitazione: riscaldamento, climatizzatori, lampadine, apertura di porte, accensione di smart TV, irrigazione del giardino e molto altro. Un’ automazione che porta di sicuro ad un risparmio anche a livello di consumo energetico.

Quali sono gli svantaggi dell’IoT?

Possiamo intravedere eventuali svantaggi di questa tecnologia quando le varie configurazioni non sono eseguite nel modo corretto (da professionisti). In questi casi la nostra privacy può essere violata. La connessione alla rete prevede sempre e comunque che un oggetto possa essere violato da un malintenzionato per fini criminali

Per saperne di più consulta il volume di EPC Editore!

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell’ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore