valutazione del rischio incendio

La valutazione del rischio incendio: cos’è e come farla

5622 0

Il rischio incendio rappresenta uno dei maggiori pericoli per un luogo di lavoro. Per questo è necessaria un’efficace valutazione del rischio incendio. In questo articolo vediamo cos’è, quali sono gli obiettivi e come si elabora una corretta valutazione del rischio incendio.

Il contenuto di questo articolo è tratto dal volume di EPC Editore La valutazione del rischio incendio nei luoghi di lavoro” di Antonio Annecchini e Fabrizio Cola.

  1. Che cos’è la valutazione del rischio incendio nei luoghi di lavoro
  2. Qual è l’obiettivo della valutazione del rischio incendio?
  3. Come fare la valutazione rischio incendio
  4. Gestione e valutazione del rischio: quali sono le fasi
  5. Chi fa la valutazione del rischio incendio?
  6. Valutazione del rischio nei processi di gestione: cosa dice la normativa
  7. Consulta anche altri articoli
  8. Per saperne di più

Che cos’è la valutazione del rischio incendio nei luoghi di lavoro

La valutazione del rischio incendio è uno strumento che consente al datore di lavoro di determinare la possibilità che un principio di incendio si manifesti e si possa propagare per assumere la dimensione di un incendio. Permette inoltre di determinare e valutare i pericoli associati alle persone, ai beni e all’ambiente.

Qual è l'obiettivo della valutazione del rischio incendio?

Sono diverse le metodologie per effettuare la valutazione del rischio ma tutte hanno come obiettivo la creazione di una situazione il cui rischio residuo risulti accettabile.

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati.

Registrati gratuitamente per continuare a leggere!
Se non hai ancora un account registrati ora

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore