Norme tecniche per le Costruzioni 2018
FORUM SICUREZZA SUL LAVORO 2014
Tavola Rotonda: dalla Strategia europea alla semplificazione in materia di sicurezza sul lavoro
fonte: 
Redazione InSic
area: 
Salute e sicurezza sul lavoro
Tavola Rotonda: dalla Strategia europea alla semplificazione in materia di sicurezza sul lavoro Durante il Forum di Sicurezza sul Lavoro svoltosi il 10 giugno a Roma, e organizzato dall'Istituto Informa e dalla Rivista Ambiente & Sicurezza sul Lavoro, con il patrocinio del Ministero del Lavoro e INAIL e in collaborazione con Assosistema Safety si sono affrontati i temi più rilevanti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

La mattinata si è aperta con la tavola rotonda, che ha fatto il punto sulle misure attese in materia di salute e sicurezza sul lavoro durante il semestre europeo di presidenza italiana. Inoltre è stato analizzato lo scenario italiano ed i provvedimenti attesi, nonché gli scenari futuri.
Hanno risposto a questi interrogativi Giuseppe Piegari (Presidente Commissione Interpelli, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Ester Rotoli (Direttore Centrale Prevenzione, Inail) Arturo Maresca, (Ordinario "Diritto del lavoro" Facoltà Giurisprudenza, Università "La Sapienza" di Roma), Fabio Pontrandolfi (Relazioni Industriali, Sicurezza e Affari Sociali di Confindustria), Fabrizio Lovato, Presidente Federcoordinatori.

L'Ing. Giuseppe Piegari ha esposto e analizzato i punti salienti della recentissima Strategia europea in materia di salute e sicurezza sul lavoro per il periodo 2014-20 e la sua ricezione nell'ordinamento italiano. Il dibattito ha toccato anche i decreti attuativi del Decreto del Fare: a riguardo Giuseppe Piegari ha confermato la prossima emanazione del Decreto Palchi "Sarà firmato a breve" e dei prossimi decreti in materia di semplificazione di POS, PSC e Fascicolo dell'opera "difficile però definire una loro tempistica."

L'Ing Ester Rotoli, pur non anticipando i dati del prossimo rapporto INAIL sugli infortuni del 2013, ha stimato una decrescita del fenomeno infortunistico nazionale dell'8% fra 2012 e 2013 (l'abbattimento degli infortuni fra 2011 e 2012 fu del 9%). Sempre atteso, invece, il decreto che dovrà definire il SINP Sistema informativo nazionale Prevenzione; nel frattempo, l'Istituto utilizza gli Open Data un archivio liberamente accessibile per valutare l'andamento infortunistico nazionale.
Fra i provvedimenti attuativi del DL del Fare,in vista anche il Decreto che indicherà le Attività a basso rischio infortuni: il decreto, rivela Piegari, deve essere discusso in Conferenza Stato-Regioni e vedrà la luce entro quest'anno. A proposito del decreto, Ester Rotoli sottolinea come il Decreto del Fare richieda di basarsi sui dati INAIL e ciò vuol dire costruire criteri metodologici che univocamente sulla base di dati numerici, indici di frequenza e gravità, definiscano una scala di aziende a basso rischio. Da questo elenco saranno esclusi i settori destinatari di norme specifiche, come per esempio il settore Petrolchimico.

A proposito della semplificazione della normativa interna, il prof Maresca ha sottolineato che la qualità della normativa è essenziale per avere regole sicure e omogenee valide per tutti, altrimenti si aumenta il fenomeno delle delocalizzazione produttiva: "Una strada percorribile sarebbe creare norme preventive in cui il precetto e l'obbligo viene assolto in un contesto in cui i comportamenti devono realizzarsi, e scatti una salvaguardia di chi ha realizzato quel Modello organizzativo" ha aggiunto.

Gli atti completi saranno disponibili prossimamente sulla rivista Ambiente & Sicurezza sul Lavoro e sul portale InSic

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.forumsicurezzalavoro.it 
oppure scrivi a amsl@epcperiodici.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: