SIEMENS
 Salute e Sicurezza
 DALLE ASSOCIAZIONI
COVID-19: Assosistema Confindustria: ultimi aggiornamenti! - LAVANDERIE INDUSTRIALI
19 ottobre 2020
fonte: 
area: Salute e sicurezza sul lavoro
COVID-19: Assosistema Confindustria: ultimi aggiornamenti! - LAVANDERIE INDUSTRIALI Su questa pagina trovano spazio i comunicati rilasciati da Assosistema in merito all'emergenza epidemiologica COVID-19.
Assosistema è l'Associazione che rappresenta in Confindustria le imprese di produzione, distribuzione, manutenzione di DPI, dispositivi di protezione individuali e collettivi, nonché le imprese di servizi di noleggio, sanificazione e sterilizzazione dei dispositivi tessili e medici riutilizzabili, erogati in ospedali, case di cura, cliniche private, hotel, ristoranti, industrie.

ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA: nel settore delle lavanderie industriali operanti nel settore del turismo si stima una perdita del fatturato a fine anno di circa 400 milioni di euro e di 5.000 posti di lavoro.
I numeri dell'Osservatorio di Assosistema Confindustria sui volumi trattati dalle lavanderie industriali operanti nel mercato alberghiero e della ristorazione nel mese di settembre 2020 (vedi in allegato)
•l'attività di noleggio e sanificazione della biancheria e dei tessili ha registrato mediamente un
- 45% per le strutture alberghiere;
- 35% per quelle della ristorazione con previsioni per ottobre di un ulteriore contrazione del 10% rispetto a settembre.

•A fine 2020 si prevede una perdita di fatturato di circa 400 milioni di euro e una riduzione dei posti di lavoro di circa 5.000 unità:
-Milano, Venezia e Roma
- 72% Milano, Venezia e Roma,
- 76% Napoli
- 70% Firenze ma a seguito della nuova situazione che si sta delineando torneranno a breve a segnare ulteriori diminuzioni pari al - 85-95%".

ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA, NECESSARIA LA PROGRAMMAZIONE PER L'APPROVVIGIONAMENTO DEI PRESIDI CONTRO IL COVID-19 PER GARANTIRE LA SICUREZZA DI TUTTI E IL RISPETTO DELL'AMBIENTE
Il Centro Studi di Assosistema ha elaborato i dati ISTAT, al fine di evidenziare quale impatto economico e non solo abbia avuto l'emergenza COVID-19 nel campo dei dispositivi di protezione.


Mercato DPI per le vie respiratorie e impatto emergenza COVID-19 (comprese le maschere chirurgiche):

• Da febbraio a maggio sono stati importati merci per un valore complessivo di circa 1.100.000.000 euro;
• Il mese di aprile 2020 è quello nel quale si è riscontrato l'aumento percentuale più alto rispetto al pari periodo del 2019 (+3129%);
• Il 90% degli articoli acquistati provengono dalla Cina.

Mercato DPI per le mani e impatto emergenza COVID-19 (guanti protettivi e ad uso medicale):

si segnala
• una impennata degli acquisti nella curva nel mese di maggio 2020
• un aumento rispetto al 2019 del + 39% raggiungendo 120. milioni di euro.

Mercato Indumenti di protezione (camici sanitari e professionali) e impatto emergenza COVID-19:

• Il mese di maggio 2020 è quello nel quale si è riscontrato l'aumento percentuale più alto rispetto al pari periodo del 2019 (+412%), con un valore pari a 200 milioni di euro.
• Paese principale fornitore di questi articoli nel periodo esaminato è la Cina

Leggi la ricerca completa sul sito di Assosistema!

ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA: NECESSITA' DI PROGRAMMAZIONE PER IL PERIODO AUTUNNALE, PER ESSERE PRONTI CON DISPONIBILITA' DI DPI PER LAVORATORI E COLLETTIVITA'
"Auspichiamo che le rassicurazioni di oggi da parte del commissario straordinario Domenico Arcuri relative all'autosufficienza sulla produzione di mascherine chirurgiche del nostro Paese - dichiara Claudio Galbiati, Presidente della sezione Safety di Assosistema che in Confindustria rappresenta i Produttori e i Distributori dei Dispositivi di protezione individuale (tra cui le mascherine FFP2 e FFP3) - mancano, però, notizie certe sulla programmazione che il Governo e il Commissario intendono mettere in atto nel prossimo periodo autunnale ed invernale e, soprattutto, in caso di un possibile riacutizzarsi del Covid-19."
"Non vorremmo trovarci nuovamente impreparati ad una nuova emergenza come accaduto nella Fase 1 del Covid-19 - continua Galbiati - anche perché abbiamo ora la possibilità di organizzare scorte e approvvigionamenti di DPI per garantire una continuità sia alle strutture sanitarie che alle stesse imprese. Non possiamo perdere questa occasione né vanificare gli sforzi fatti in questo periodo".
"E' necessario - aggiunge Marco Marchetti, Presidente di Assosistema Confindustria - organizzarsi con gli approvvigionamenti per evitare che il sistema sanitario assorba tutte le scorte di DPI e che le imprese ne rimangano prive, rischiando una nuova e inaccettabile chiusura per la mancanza dei Dispositivi di protezione individuale necessari per svolgere la propria attività e per proteggere i propri lavoratori".
"Abbiamo ancora troppi interrogativi sui quali chiediamo al governo risposte - continua Galbiati - come, ad esempio, in riferimento alla permanenza o meno dell'ingresso nel nostro mercato di prodotti non marcati CE. Occorre su questo fare chiarezza e serve mantenere un sistema efficace di verifica delle prestazioni dei DPI senza marcatura CE".
"Scriveremo, quindi, al commissario Arcuri e chiederemo al Governo di dare risposte quanto prima - conclude Marchetti - è utile, infatti, ricordare che le nostre aziende lavorano anche a livello internazionale e che, proprio perché si tratta di una pandemia, anche gli altri Paesi si stanno organizzando per le successive fasi del Covid-19. Diamo un segnale che come Paese sappiamo fare prevenzione in tema di sicurezza, organizzazione e programmazione anche dal punto di vista di scorte dei DPI, utilizzando, ad esempio, i canonici sistemi con i quali le aziende si organizzano da anni, mettendoli a fattor comune".

ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA: Tour virtuale "Quando e quali maschere di protezione usare contro il COVID"
Per quanti fossero interessati a ricevere l'intero documento, basta compilare il breve format ed inviarlo a: assosistema@assosistema.it in breve tempo vi invieremo il Tour virtuale.

ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA LANCIA IL "PROTOCOLLO SICUREZZA IGIENICA DEL TOVAGLIATO PER LA RISTORAZIONE. Buone prassi d'igiene della tavola, uso e sanificazione del tessile riutilizzabile

In aggiunta alla pubblicazione tecnica dell'Inail e dell'Istituto Superiore di Sanità sulla gestione della fase 2 del Covid-19 nei ristoranti, Assosistema, l'Associazione che in Confindustria rappresenta le imprese che, tra le altre, svolgono il servizio di noleggio e sanificazione della biancheria per le strutture della ristorazione ha redatto il "Protocollo sicurezza igienica del tovagliato per la ristorazione. Buone prassi d'igiene della tavola, uso e sanificazione del tessile riutilizzabile".

ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA LANCIA IL PROTOCOLLO "SANIFICAZIONE DEL TESSILE PER HOTEL E STRUTTURE RICETTIVE. BUONE PRASSI D'IGIENE, USO E SANIFICAZIONE DEL TESSILE RIUTILIZZABILE".(IN ALLEGATO)
Fornire indicazioni utili sul processo di detergenza e lavaggio dei tessili, raccomandazioni sulla frequenza dei cambi della biancheria e dei suoi percorsi all'interno dell'albergo e sulla gestione dei tessili in ambienti a rischio. Questo l'obiettivo del Protocollo "Sanificazione del tessile per hotel e strutture ricettive. Buone prassi d'igiene, uso e sanificazione del tessile riutilizzabile" lanciato oggi da Assosistema Confindustria e rivolto alle direzioni delle strutture alberghiere e ricettive in considerazione del ruolo fondamentale che il servizio rappresenterà nella fase di ripartenza dell'intero settore turistico alberghiero.
Il documento di Assosistema Confindustria interviene nello specifico su tutti gli aspetti riguardanti il trattamento dei tessili illustrando altresì la sicurezza igienica garantita dalla norma UNI EN 14065 - Sistema di controllo della biocontaminazione - secondo le Linee Guida Assosistema Confindustria,utilizzata per abbattere la contaminazione da batteri e virus.


ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA, BENE L'ANNUNCIO FATTO DAL MINISTRO GUALTIERI SULLO STOP ALL'IVA SULLE MASCHERINE PER TUTTO IL 2020.MA NECESSARIO PREVEDERE LA STESSA MISURA ANCHE PER TUTTI I DPI NECESSARI ALLA LOTTA AL COVID-19 E ALLA SICUREZZA SUL LAVORO:
"Bene l'annuncio fatto oggi dal ministro dell'Economia Roberto Gualtieri in audizione sul Def in merito allo stop all'Iva sulle mascherine per tutto il 2020 - commenta Matteo Nevi, Segretario Generale di Assosistema Confindustria - auspico che tale agevolazione sia applicata a tutti i Dispositivi di protezione individuale, che sono e saranno indispensabili per fronteggiare la fase 2 dell'emergenza Covid-19".
"Affinchè la fase 2 sia efficace è importante la disponibilità dei Dispositivi di protezione individuale per tutti i lavoratori - continua Nevi - quindi come Associazione che rappresenta, tra le altre, le imprese produttrici e distributrici di DPI, abbiamo avanzato sia alle forze di governo che all'opposizione la richiesta di provvedimenti per agevolare gli acquisti. Tra queste proposte avevamo già inserito l'iva agevolata o addirittura l'azzeramento iva per almeno il 2020".
"Proprio oggi, durante la giornata mondiale della sicurezza e salute sul lavoro, è necessario lanciare un messaggio con uno sguardo al futuro - prosegue Nevi - ovvero che la sicurezza non deve essere più pensata come un costo ma come strumento necessario per svolgere qualsiasi tipo di attività e per fare questo servono tutti gli strumenti del caso, a partire dai dispositivi di protezione individuale
"Già da domani - conclude Nevi - forniremo ulteriori proposte al governo, in particolar modo al MEF e MISE, sul tema DPI per aiutare a definire il perimetro di attuazione del provvedimento in modo tale che sia più efficace possibile".

ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA: BENE IL CREDITO D'IMPOSTA PER ACQUISTO DPI NEL DL LIQUIDITA' MA OCCORRONO PIU' RISORSE E MISURE ADEGUATE ANCHE PER LA FASE 2 DEL COVID-19
"Bene il credito d'imposta per l'acquisto di DPI ma non bastano i 50 milioni di euro messi a disposizioni dal governo nel DL Liquidità- commenta Matteo Nevi, Segretario Generale di Assosistema Confindustria - serve, infatti, una copertura più ampia per le spese sostenute dalle imprese per tutelare i lavoratori nella lotta al Covid-19. Penso, ad esempio, a tutti i servizi essenziali connessi al settore sanitario come le lavanderie industriali ma anche alle aziende degli altri settori"."E' auspicabile che ci sia un cambio di passo da parte del governo nell'identificazione di misure agevolative per l'acquisto dei DPI non solo per i prossimi mesi ma anche per i prossimi anni - continua Nevi - quello che dovremmo aver imparato da questa pandemia è, infatti, che le misure protettive nei luoghi di lavoro sono sempre indispensabili non solo quando succede qualche evento imprevisto, come la difesa da un virus così aggressivo".
[continua]

COME SFILARSI I GUANTI MONOUSO
La nuova infografica di Assosistema Safety riassume il corretto utilizzo dei guanti di protezione monouso.
Disponibile in allegato alla notizia: Info e contatti sul sito di Assosistema

ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA, DATI ALLARMANTI PER I SERVIZI ESSENZIALI AL TURISMO
Roma 25 febbraio 2020
"L'Osservatorio di Assosistema Confindustria segna un record negativo per la produzione delle lavanderie industriali: in media un - 95% con picchi in alcune regioni pari al 100% dell'attività per l'intero indotto del turismo - dichiara Marco Marchetti, Presidente di Assosistema Confindustria - con il'90% delle aziende del settore che erogano servizi per gli hotel in cassa integrazione".
"Quello che ci spaventa è la previsione della lenta ripresa del principale volano di crescita per il nostro Paese che è il turismo - continua Marchetti - Molte sono le richieste già pervenute al governo dai colleghi dell'industria del turismo che condivido in pieno. Anzi, come Associazione abbiamo interessato diversi ministeri (il Mef, Il Mibact, il Mise) affinché il turismo venga considerato nella sua completa filiera, incluso il nostro settore delle lavanderie industriali che forniscono tutta la biancheria e il relativo trattamento di sanificazione per gli hotel e ristoranti".

Stretta alle attività produttive. I servizi legati all'Igiene, la Pulizia, la Sanificazione e la sicurezza strategici per l'emergenza CORONAVIRUS
Roma 22 marzo 2020
Da Confindustria Servizi Hygiene, Cleaning and Facility services, Labour Safety Solutions
A seguito dell'ulteriore stretta posta alle attività produttive, si apprende che in queste ore il Governo sta stilando un elenco delle attività da ritenersi essenziali, attraverso la loro individuazione tramite i diversi Codici ATECO. "Non vorremo siano omessi o dimenticati - dichiara Lorenzo Mattioli Presidente di Confindustria Servizi Hygiene, Cleaning and Facility services, Labour Safety Solutions - proprio tutti quei settori strategici che garantiscano alla sanità, ai cittadini, ai lavoratori e alle imprese, di poter operare e affrontare la diffusione del Covid-19, settori che ho l'onore di rappresentare quale Presidente di questa compagine confindustriale, che in questi giorni difficili, stanno tenendo in vita il Paese e alcuni specifici settori come quello Ospedaliero e Sanitario, delle Forze dell'ordine, quello alimentare e quello chimico... [continua]

"Coronavirus: proposto all'ISS un processo di RIUTILIZZO DEI FACCIALI FILTRANTI FFP2 e FFP3 e aumento della produzione
Roma, 20 marzo 2020
"Come sezione Safety di Assosistema Confindustria abbiamo proposto all'Istituto Superiore della Sanità un processo di riutilizzo concordato tra i produttori per riutilizzare i filtri P2 e P3 usati con le semimaschere e, ove possibile, facciali filtranti FFP2 e FFP3 in modo tale da avere maggiore disponibilità di prodotti sul mercato", dichiara Claudio Galbiati, Presidente della sezione Safety di Assosistema Confindustria.

ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA: DL CURA ITALIA, APPELLO AI MINISTRI FRANCESCHINI, GUALTIERI E PATUANELLI PER I SERVIZI ESSENZIALI AL TURISMO
Roma, 19 marzo 2020
"E' impensabile non prevedere nella filiera del turismo i principali attori dell'ospitalità, ovvero le lavanderie industriali che operano nell'intero settore turistico e alberghiero". Queste le parole di apertura della lettera a firma del Presidente di Assosistema Confindustria, Marco Marchetti, che questa mattina partirà per i tre ministri Franceschini, Gualtieri e Patuanelli e i relativi sottosegretari".

FACCIALI FILTRANTI FFP2 - FFP3 PER SANITA' E IMPRESE E RISPETTO DEGLI STANDARD: COSA STA SUCCEDENDO SUL MERCATO
Roma, 18 marzo 2020
"Ci troviamo di fronte ad una immensa richiesta di DPI delle vie respiratorie che, ricordiamo, l'OMS consiglia solamente a coloro che sono a contatto con persone affette da Covid-19 e non all'intera popolazione - dichiara Claudio Galbiati, Presidente della sezione Safety di Assosistema Confindustria - si tratta, inoltre, di una richiesta continua che va ben oltre la produzione disponibile nel nostro Paese e trattandosi ormai di un'emergenza sanitaria che investe l'Europa intera, va di conseguenza anche al di là della possibile produzione europea".

MASCHERINE CHIRURGICHE E DPI: chiarimenti e precisazioni da Assositema
Roma 16 marzo 2020
"Le aziende della sezione Safety di Assosistema Confindustria stanno dando tutto il supporto possibile agli ospedali italiani e agli operatori sanitari che vi lavorano fornendo i facciali filtranti FFP2 e FFP3 - dichiara Claudio Galbiati, Presidente della sezione Safety di Assosistema Confindustria - provvisti di tutti gli standard europei per garantire la massima protezione degli utilizzatori finali".
"Onde evitare il perdurare di confusione e di inutili polemiche che alla fine possono risultare anche dannose per gli utilizzatori - aggiunge Galbiati - è doveroso distinguere i DPI dalle mascherine chirurgiche. Queste ultime sono dispositivi medici e nascono con lo scopo di proteggere il paziente in situazioni specifiche (es: sala operatoria) e non il personale sanitario, dal momento che non presentano un bordo di tenuta sul volto ed uno specifico sistema filtrante per aerosol solidi e liquidi, a differenza dei DPI. L'OMS è stata molto chiara al riguardo: i DPI devono essere destinati al personale sanitario a contatto con la malattia e le mascherine chirurgiche per diminuire il contagio verso l'esterno".[CONTINUA]

ASSOSISTEMA CONFINDUSTRIA: attivata task force per emergenza coronavirus e DPI
Soma 25 febbraio 2020
Assosistema Confindustria, con la sezione Safety, sta lavorando attivamente con Confindustria, il Ministero della Salute e la Protezione Civile per fronteggiare l'emergenza della diffusione del Coronavirus che si sta verificando in Italia in questi ultimi giorni, soprattutto per quanto riguarda l'approvvigionamento dei Dispositivi di protezione individuale e collettiva.
Per questo, Assosistema Confindustria ha creato un'apposita sezione sul proprio sito internet, denominata "Coronavirus Safety" (http://www.assosistema.it/coronavirus-safety/) contenente i documenti elaborati dalla sezione Safety e la lista dei prodotti maggiormente richiesti che l'Associazione sta coordinando per l'approvvigionamento, insieme a Protezione Civile e Ministero della Salute.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.assosistema.it 
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!
Selezionate per te da InSic