Safety Expo 2019
 Prevenzione Incendi
 SU ANTINCENDIO
Fire investigation: caso di studio, l'incendio alla Stazione Tiburtina del 2011
15 aprile 2019
fonte: 
area: Prevenzione incendi
Fire investigation: caso di studio, l'incendio alla Stazione Tiburtina del 2011 Durante il Forum di Prevenzione Incendi presso il Safety Expo 2018, A. De Rosa (ufficio Prevenzione Incendi e Rischi Industriali - Direzione centrale VV.F.) ha illustrato un caso di studio seguito dal Nucleo Investigativo Antincendi della Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica, relativo ad un evento particolarmente distruttivo avvenuto alla stazione di Roma Tiburtina il 24 luglio 2011, nell'ambito del quale, lo studio della dinamica d'incendio è stato affrontato con l'ausilio di modelli di calcolo di fluido dinamica computazionale al fine di evidenziarne i pregi e naturalmente i limiti.

La ricostruzione della dinamica di un incendio nell'ambito di un'investigazione, è uno dei compiti più spinosi con cui gli investigatori devono confrontarsi.
Tale fenomeno è infatti governato da una molteplicità di fattori che, l'investigatore deve necessariamente indagare al fine di comprendere quale possa essere stata la reale evoluzione dello scenario incidentale.
Tenuto conto della natura distruttiva di un incendio, si comprende facilmente quale e quante possano essere le difficoltà connesse all'individuazione del luogo di origine dell'evento, agli accertamenti sulla tipologia e distribuzione del materiale combustibile, ai rilievi delle superfici di ventilazione, all'indagine sull'attivazione di impianti antincendio e in generale all'influenza sulla dinamica dell'evento delle misure di protezione passiva o attiva eventualmente presenti.
Alle difficoltà connesse allo studio di un fenomeno complesso, si aggiungono dunque quelle di accertamenti svolti nell'ambito di scenari alterati rispetto alla iniziale configurazione dello stato dei luoghi.

Sulla rivista Antincendio n.3/2019 viene riportata la relazione presentata al Safety Expo 2018, in cui si ricostruisce l'incidente occorso alle 3.50 del 24 luglio 2011 all'interno dell'area della stazione ferroviaria dell'alta velocità di Roma Tiburtina, ove si era verificato un incendio che interessava il fabbricato degli Apparati Centrali Elettrici ad Itinerari (ACEI). Si ricostruisce l'attività di sopralluogo condotta, la sequenza degli eventi succedutisi a partire dall'allarme incendi, la dinamica d'incendio e le ipotesi investigative seguendo le linee guida sull'investigazione delle cause d'incendio ed esplosione NFPA 921 "Guide for Fire and Explosion Investigations".
Si fa poi riferimento al codice di calcolo numerico adoperato per lo studio delle fasi iniziali di sviluppo dell'incendio : Fire Dynamics Simulator (FDS) ed i suoi obiettivi riportando direttamente alcune immagini tratte dal visualizzatore smokeview 5.6 di FDS, indicative della dinamica di propagazione dei fumi nelle prime fasi d'incendio, riferite alla simulazione di calcolo con incendio scaturito all'interno del locale arrivo cavi al piano interrato.

"L'utilizzo dei modelli di calcolo, nell'ambito di un'investigazione volta alla ricostruzione della dinamica di un incendio, rappresenta un valido strumento attraverso cui poter operare test di verifica delle ipotesi investigative" spiega l'autore: "Un limite all'utilizzo di tali strumenti è, tuttavia, rappresentato dalla capacità e/o possibilità degli investigatori di poter ricostruire, sulla base dei dati raccolti, lo stato dei luoghi ex-ante l'evento nella maniera più fedele possibile".

Riferimenti bibliografici:
L'incendio alla stazione Av Roma Tiburtina: uso dei modelli di calcolo nella Fire Investigation
Armando De Rosa
Antincendio n.3/2019

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.epc.it 
oppure scrivi a clienti@epcperiodici.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!