APPROFONDIMENTO
Sulla rivista Antincendio n.7/2015 si parla di...
fonte: 
Rivista Antincendio
area: 
Prevenzione incendi
Sulla rivista Antincendio n.7/2015 si parla di... Il numero di Luglio della rivista Antincendio dedica diversi articoli all'Ingegneria antincendio con riferimento ad applicazioni pratiche. Non solo, anche un approfondimento sugli impianti elettrici alla luce delle previsioni del nuovo Codice di prevenzione Incendi e uno sguardo alle soluzioni antincendio epr le facciate degli edifici.
Fra le rubriche spazio alle Associazioni di Settore ( MAIA), ai Quesiti proposti dai nostri abbonati, e case history su casi di cronaca scottanti: in questo numero, il caso Norman Atlantic ed un focus sulla prevenzione degli incidenti marittimi con riferimento all'esperienza del Maritime Incident Group).
Infine, la consueta vetrina dei prodotti delle Aziende dell'antincendio (che verranno proposte su queste pagine prossimamente).

Il Sommario completo del numero di luglio di Antincendio è disponibile in allegato alla notizia.
Di seguito, un abstract degli articoli di luglio 2015.
Per abbonarsi alla rivista, compilare il seguente modulo, da inviare via fax (F: 06/33111043)

Palazzo Italia: un'appropriata applicazione dei metodi dell'ingegneria della sicurezza antincendio
Claudio Giacalone
Palazzo Italia è uno dei simboli dell'esposizione universale Expo 2015 di Milano e rappresenta un vanto dell'ingegno italiano per i motivi architettonici del fabbricato e per gli aspetti di sostenibilità e consumo energetico. È una struttura di grande complessità che è stata valutata, per la sicurezza antincendio, con i moderni metodi dell'ingegneria della sicurezza. L'analisi del rischio di incendio e la determinazione delle prestazioni dell'edificio in caso di incendio mediante approfondimento supportato da strumenti e codici di simulazione avanzata hanno permesso di verificare aspetti peculiari e problematiche che non sempre possono essere compiutamente analizzati e risolti con il ricorso ai codici prescrittivi ed alle regole tecniche.

Milano, Palazzo Clerici: l'approccio prestazionale applicato ad una deroga per un edificio storico
L. Boldoni, L. del Vecchio, E. Nicolini, P. Persico, T. Zuccaro
Il D.M. 9 maggio 2007: "Direttive per l'attuazione dell'approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio" ha introdotto per la prima volta in Italia i metodi propri della Fire Safety Engineering (FSE).
L'art. 2 del decreto identifica gli "edifici di particolare rilevanza architettonica e/o costruttiva, ivi compresi quelli pregevoli per arte o storia o ubicati in ambiti urbanistici di particolare specificità" come uno dei principali campi di applicazione della norma.
Essi rappresentano infatti uno dei più chiari esempi di possibilità/necessità di uscire dalla logica del metodo prescrittivo e di far uso del metodo prestazionale di gran lunga più flessibile.
Un caso esemplificativo è quello di Palazzo Clerici di Milano, sede dal 1942 dell'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI), ente di diritto privato con finalità di studio e di ricerca nel campo delle attività economiche e politiche.

L'archeologia industriale riprende vita attraverso l'ingegneria antincendio
Filippo Cosi
Ripercorrendo i tratti salienti di due progetti antincendio predisposti nella sua vita professionale, l'autore descrive come l'Ingegneria Antincendio possa fornire utili strumenti al fine di affrontare con esito positivo le problematiche tipiche degli edifici tutelati e vincolati, appartenenti alla fattispecie dell'Archeologia Industriale, molto diffusa nel nostro Paese. In tali progetti vengono applicati metodi ingegneristici con riferimento alle normative internazionali ed al Codice di prevenzione incendi di prossima pubblicazione. Gli aspetti della prevenzione incendi vengono affrontati anche con l'ausilio delle simulazioni con il software FDS, con il risultato di conciliare le esigenze di tutela storica con quelle della libera scelta architettonica, conseguendo nel contempo un livello di sicurezza contro gli incendi analogo a quello ottenuto con il rigido rispetto del disposto normativo esistente, che a volte risulta di difficile applicazione nella tipologia di fabbricati considerati.

Impianti elettrici: indicazioni dal nuovo Codice per progettare senza rischio di incendio
Gianfranco Tripi
Un sistema elettrico è costituito dall'impianto elettrico vero e proprio, composto dai propri componenti (condutture, quadri elettrici, prese a spina, ecc.) e dagli utilizzatori elettrici (motori, elettrodomestici, macchine utensili, ecc.). Sia l'impianto che gli utilizzatori possono essere sia sorgenti di accensione che veicolo di propagazione dell'incendio.
Il nuovo codice di prevenzione incendi dedica un apposito capitolo (S.10) alla "Sicurezza degli impianti tecnologici e di servizio". In considerazione dell'attualità del provvedimento, seppure ancora non emanato, e della sua portata, essendo applicabile a gran parte delle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi, si può ritenere che esso costituisca il riferimento principale per l'individuazione delle caratteristiche che un impianto elettrico deve possedere ai fini della sicurezza antincendio.
Nell'articolo si evidenziano i soli punti del suddetto capitolo relativi ai requisiti che gli impianti elettrici devono possedere affinché non costituiscano un indebito rischio di incendio, omettendo per brevità le caratteristiche previste ai fini della continuità di esercizio e della gestione dell'emergenza, che necessitano di considerazioni a parte.


L'incendio delle facciate esterne degli edifici: l'altezza di fiamma
Lamberto Mazziotti
L'altezza di fiamma che si genera a causa di incendi che, attraverso le aperture (finestre), interessano le facciate esterne degli edifici costituisce un parametro fondamentale ai fini della previsione del rischio di propagazione esterna ed il suo studio è stato diffusamente affrontato negli ultimi anni.
Nell'articolo viene presentata una breve e sintetica panoramica sui vari modelli sperimentali che, fino all'epoca attuale, hanno avuto l'obiettivo di approfondire tale complesso problema.
Risulta alla fine evidente il fatto, e gli studi su tale parametro ne sono una chiara dimostrazione, che la sicurezza antincendi è materia sempre in forte e inarrestabile evoluzione.

Verso il Forum di prevenzione Incendi
Dal 30 settembre al 1 ottobre 2015 torna a Milano il Forum di Prevenzione Incendi, evento imperdibile per il professionista dell'antincendio.
Anche quest'anno spazio alle principali novità della normativa di prevenzione incendi con interventi di Esperti ed Istituzioni (vedi le anticipazioni dell'Agenda di lavoro), una vetrina delle aziende di settore, workshop tecnici e sessioni di approfondimento.

Per maggiori informazioni  
consulta il sito www.insic.it 
oppure scrivi a antincendio@epcperiodici.it  
Selezionate per te da InSic
Hai trovato questo contenuto interessante? Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla newsletter  Scarica l'app di InSic
Leggi su Google Edicola  Iscriviti al feed RSS

 
 
 
Tutta la normativa e la giurisprudenza sulla Banca Dati Sicuromnia: