fbpx

Quesito Seveso: rintraccio di sostanze pericolose e applicazione del D.lgs. n.105/2020

306 0

IlComitato di Coordinamento per l’uniforme applicazione sul territorio nazionale del D.Lgs. 105/2015ha approvatodue nuovi quesiti(n.20 e 21 del 2020) in materia di Seveso III, che seguono a quelli pubblicati nel 2018 e 2019 su tematiche affini alla disciplina degli stabilimenti a rischio di incidente rilevante.
Si tratta dirisposte ai quesiti pervenuti ed elaboratia seguito della riunione del Coordinamento nazionale del 20 luglio 2020.

Il Quesito n.21/2020 riguarda l’identificazione di uno stabilimento come Seveso o meno, a seguito dell’individuazione di una sostanza ritenuta “pericolosa” ai sensi del D.Lgs. n.105/2015, ed i correlati obblighi di presentazione della Notifica.

Il Quesito Seveso n.21/2020: Seveso in stabilimento portuale

L’applicazione di un nuovo protocollo sperimentale, da parte di un gestore, ha permesso di definire pericolosa, ai sensi del D.lgs. 105/2015, una specifica sostanza presente in uno stabilimento che, in conseguenza di ciò, rientra negli obblighi di cui al decreto stesso. A quale fattispecie appartiene lo stabilimento, ai fini della individuazione delle tempistiche previste dall’art. 13 del D.lgs. 105/2015 per la presentazione della Notifica e quale termine di decorrenza deve essere applicato?

Quesito Seveso n.21/2020, la risposta del Comitato di Coordinamento Seveso

Uno stabilimento in cui è presente una sostanza classificata, in seguito all’applicazione di un nuovo protocollo sperimentale, come pericolosa, ai sensi del D.lgs. 105/2015, rientra negli obblighi di cui al decreto stesso secondo la definizione di “altro stabilimento”, ai sensi dell’art. 3, comma 1, lettera g), in quanto non avvia le attività o è costruito il l° giugno 2015 o successivamente a tale data, né è caratterizzato da modifiche ai suoi impianti o attività che determinino un cambiamento del suo inventario delle sostanze pericolose.

Conseguentemente, va applicata la tempistica individuata dall’art 13, comma 1, lettera b) del D.lgs. 105/2015, che prevede la presentazione della Notifica, redatta secondo l’allegato 5, entro un anno a decorrere dalla data nella quale il decreto si applica allo stabilimento. Tale data è da intendersi come quella in cui, al termine del periodo di applicazione del protocollo, il gestore ha adottato la nuova classificazione ai fini Seveso della sostanza pericolosa.

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore