fbpx

Sorveglianza radiometrica: proroga al 30 novembre 2021

318 0

All’interno del Decreto Legge 27 settembre 2021, n. 130 il Decreto Energia o “taglia-bollette” che ha calmierato l’aumento dei prezzi di luce e gas, c’è anche un rinvio delle nuove regole in materia di sorveglianza radiometrica prevista dal Decreto Legislativo 31 luglio 2020, n. 101 (il nuovo Decreto Radiazioni Ionizzanti).

L’art.4 proroga ancora, fino al 30 novembre 2021 il regime transitorio, attualmente esistente (ed in scadenza al 30 settembre 2021), sulle modalità esecutive della sorveglianza radiometrica.

Si tratta in un’attività che si esplica nella rilevazione di livelli anomali di radioattività o di eventuali sorgenti dismesse sui materiali derivanti principalmente da operazioni di fusione di rottami o altri materiali metallici di risulta.

La Sorveglianza radiometrica è funzionale alla protezione sanitaria dei lavoratori e della popolazione da eventi che possono comportare esposizioni alle radiazioni ionizzanti ed evitare la contaminazione dell’ambiente.

Sorveglianza radiometrica: la proroga 2020 ed il D.Lgs. n. 101/2021

Il D.Lgs. 101/2020 (il Decreto RADIAZIONI IONIZZANTI che sostituisce con abrogazione il precedente D.Lgs 230/95 formalmente in vigore dal 27 agosto 2020) aveva disposto la proroga al 30 settembre 2021 del cosiddetto “regime transitorio” attualmente esistente sulle modalità esecutive della sorveglianza radiometrica.

Sorveglianza radiologica: quali norme sono in vigore?

Attualmente, infatti, in materia di sorveglianza radiologica continua ad applicarsi

  • l‘articolo 2 del decreto legislativo 1° giugno 2011, n. 100 che rimanda al proprio Allegato 2 per l’elenco dei prodotti  semilavorati   metallici sui quali è necessario avere l’attestazione dell’avvenuta sorveglianza radiometrica, rilasciata da esperti qualificati di secondo  o  di  terzo  grado i cui  nominativi sono compresi  negli  elenchi istituiti ai sensi dell’articolo 78 del decreto legislativo 17  marzo 1995, n. 230
  • l’articolo 7 dell’allegato XIX del D.Lgs. 101/2020 che detta il mutuo riconoscimento delle attestazioni  ei  controlli  radiometrici sui rottami metallici o sugli altri materiali metallici di risulta  e sui prodotti semilavorati metallici o prodotti in metallo provenienti da Paesi terzi.

Il regime transitorio è dovuto alla ancora mancata emanazione di un decreto ministeriale che rendA applicative le modalità esecutive della sorveglianza radiometrica e ufficiale il nuovo elenco dei prodotti oggetto della sorveglianza, già previsti nell’Allegato XIX del DECRETO RADIAZIONI n.101/2021.

Sorveglianza radiometrica: la Proroga 2021

L’attuale regime transitorio resta dunque in vigore ancora nel 2021, in attesa dell’approvazione del Decreto ministeriale di cui scopra, e “comunque non oltre il 30 novembre 2021”.

Superata questa data (salvo nuova proroga) e con il Decreto ministeriale emanato, entreranno in vigore le disposizioni del DL 101/2021 (Allegato XIX).

L’Allegato XIX stabilisce

  • le modalità di applicazione
  • i contenuti delle attestazioni della sorveglianza radiometrica
  • i prodotti semilavorati metallici e prodotti in metallo oggetto della sorveglianza.

Leggi di più su InSic

Per approfondire sul DECRETO RADIAZIONI con EPC Editore

Dalla Rivista Ambiente&Sicurezza sul Lavoro

Rivista Ambiente e Sicurezza sul LavoroSettembre2020Radiazioni ionizzanti: ecco il nuovo Testo Unico di riferimento per la protezione dei lavoratori espostiGian Marco Contessa

Su Volume EPC:

Spirometria e audiometria

L’audiometria e la spirometria rappresentano le indagini diagnostiche mirate all’individuazione del rischio, più frequentemente eseguite ai lavoratori dell’industria, dove è ancora largamente diffusa l’esposizione a rumore e ad agenti tossici per l’apparato respiratorio.

Botti Cristian

Innocenti Andrea

Quercia Augusto

Roscelli Franco

Settembre 2020

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it