fbpx

Decreto taglia-bollette luce e gas: chi sono i beneficiari?

738 0

In Gazzetta il DECRETO-LEGGE 27 settembre 2021, n. 130, il cd. Decreto “Energia “ o “Taglia Bollette” che prevede il contenimento degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e nel gas naturale e riguarda sia privati che imprese.

In vigore dal 28 settembre 2021, è stato anticipato dal Consiglio dei Ministri del 23 settembre 2021, e segue l’annuncio di ARERA sul rincaro bollette di luce e gas per il secondo trimestre del 2021 e l’intenzione del Governo di correre ai ripari con una riduzione degli oneri generali di sistema per il prossimo trimestre.

Taglio bollette luce e gas: a chi si applica?

Il DECRETO ENERGIA o “Taglia-bollette” introduce misure urgenti per il contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale e di fatto “azzera” gli effetti del futuro aumento della bolletta. Ma non per tutti.

Taglio bollette luce: a chi si applica il Decreto Energia ?

Secondo il Governo, il provvedimento riguarderà oltre 3 milioni di famiglie che beneficiano del “bonus sociale elettrico”, ovvero:

  • nuclei che hanno un Isee inferiore a 8265 euro annui;
  • nuclei familiari numerosi (Isee 20.000 euro annui con almeno 4 figli);
  • percettori di reddito o pensione di cittadinanza;
  • utenti in gravi condizioni di salute, utilizzatori di apparecchiature elettromedicali.

Energia: nel Decreto Taglia bollette vantaggi anche per le imprese

Il provvedimento non riguarda però solo le famiglie: tocca anche circa 6 milioni di piccolissime e piccole imprese (con utenze in bassa tensione fino a 16,5kW) e circa 29 milioni di clienti domestici vedranno azzerate le aliquote relative agli oneri generali di sistema, per il quarto trimestre 2021.

Bollette gas e riduzione Iva per le imprese

L’intervento del Governo azzera anche il rincaro bollette per il gas.

Toccherà a circa 2,5 milioni di famiglie che beneficiano del “bonus gas”, già a partire dal quarto trimestre 2021.

Sempre nel quarto trimestre 2021, per tutti gli utenti del gas naturale, famiglie e imprese, l’Iva (oggi al 10 e al 22% a seconda del consumo) è portata al 5% e gli oneri di sistema sono azzerati.

Bonus Energia: cosa sono?

Il Decreto Taglia-Bollette varato dal Governo riguarda in particolare i titolari del Bonus Elettrico e del Bonus Gas. Si tratta di due dei tre Bonus Energia che sono:

  • Il Bonus Elettrico: l’agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica.
  • Il Bonus Gas: una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose.
  • Il Bonus Idrico: una riduzione della spesa per il consumo di acqua di famiglie in condizione di disagio economico e sociale.

[Maggiori informazioni per accedere al beneficio sul sito di Anci]

I Bonus si traducono dunque in sconti sulla bolletta introdotti dal Governo e resi operativi dall’ARERA  con la collaborazione dei Comuni. L’obiettivo è garantire un risparmio sulla spesa per l’energia elettrica e gas alle famiglie in condizione di disagio economico e fisico e alle famiglie numerose.

Bonus energia 2021

ARERA ricorda che dal 1° gennaio 2021 tutti i bonus sociali per disagio economico, tra cui il bonus gas ed elettrico, saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda.

La nuova modalità di erogazione del bonus per disagio economico sarà operativa, in base alla delibera ARERA n. 63/21, a partire dal secondo semestre 2021 : previsto un accredito in bolletta con le eventuali quote già maturate relative ai precedenti mesi dell’anno.

Chi sono i beneficiari del Bonus energia?

Le condizioni necessarie per avere diritto ai bonus per disagio economico sono:

  • appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro, oppure
  • appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro, oppure
  • appartenere ad un nucleo familiare ritolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

Le condizioni per accedere al Bonus energia

  • Uno dei componenti  del nucleo familiare ISEE deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica e/o gas e/o idrica con tariffa per usi domestici e attivo,
  • oppure usufruire di una fornitura condominiale gas e/o idrica attiva
  • Ogni nucleo familiare ha diritto a un solo bonus per tipologia – elettrico, gas, idrico – per anno di competenza.

[Per approfondire sul bonus e capire come ottenerlo si consiglia la consultazione del sito del Servizio energetico nazionale .]

Antonio Mazzuca

Coordinamento editoriale Portale InSic.it - Formatore in salute e sicurezza sul lavoro - Content editor e Social media manager InSic.it