fbpx

Decreto attuativo del PNRR: gli interventi di efficientamento energetico

761 0

Il Decreto attuativo del PNRR, DECRETO-LEGGE 6 novembre 2021, n. 152 in Gazzetta del 6 novembre 2021 (ed in vigore dal 7 novembre 2021) contiene una intera sezione (artt. 20-23) dedicata ai temi dell’efficientamento energetico, rigenerazione urbana, mobilità sostenibile, messa in sicurezza degli edifici e del territorio e coesione territoriale.

Abbiamo visto cosa prevede il Decreto per la parte di tutela ambientale.

Vediamo di seguito la struttura del provvedimento e le principali novità in materia energetica in attuazione del PNRR.

DL 152/2021 attuativo del PNRR

Il DL 152/2021 contiene cinque diversi Titoli, che si occupano di diverse materie e sono stati anticipati dal Governo nei giorni scorsi:

  • Titolo I – Misure urgenti finalizzate alla realizzazione degli obiettivi del PNRR per il 2021 (relativamente a Turismo, Infrastrutture ferroviarie, edilizia giudiziaria, Innovazione tecnologica e transizione digitale, Procedure di spesa, Zone economiche speciali, Università e ricerca
  • Titolo II – Ulteriori misure urgenti finalizzate all’accelerazione delle iniziative PNRR con misure su Ambiente (artt.16-19), Efficientamento energetico, rigenerazione urbana, mobilità sostenibile, messa in sicurezza degli edifici e del territorio e coesione territoriale (Artt.20-23), e ancora Scuole innovative, Servizi digitali, Personale e organizzazione delle pubbliche amministrazioni e servizio civile.
  • Titolo III – Gestioni commissariali, imprese agricole, e sport
  • Titolo IV – Investimenti e rafforzamento del sistema di prevenzione antimafia
  • Titolo V – Abrogazioni e disposizioni finali.

Interventi energetici comunali: le novità del Decreto attuativo del PNRR

L’Art.20 del DL n.152/2021 regola gli interventi comunali in materia di

  • efficientamento energetico
  • rigenerazione urbana,
  • mobilità sostenibile
  • messa in sicurezza degli edifici
  • valorizzazione del territorio

e regola l’utilizzo delle risorse già stanziate con le precedenti Leggi di Bilancio.

Interventi energetici: PNRR e risorse da Finanziaria 2020

apporta modifica alla Legge Finanziaria 2020 (legge 27 dicembre 2019, n. 160)

  • Introduce un comma 31-bis all’art. 1 in base al quale i Comuni assegnatari delle risorse stabilite nella Finanziaria, confluite nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), possono utilizzare una quota pari o superiore al 50% delle risorse assegnate nel periodo dal 2020 al 2024, per investimenti destinati alle opere pubbliche (in lettera a) del comma 29, ovvero opere pubbliche  in  materia di efficientamento  energetico e sviluppo sostenibile);
  • Modifica il comma 31-ter richiedendo ai Comuni il rispetto degli obblighi di gestione, monitoraggio, controllo e valutazione della misura agevolativa, e di comunicazione e informazione;
  • Modifica il comma 32 richiedendo che il comune beneficiario inizi l’esecuzione dei lavori entro il 15  settembre  di ciascun anno di riferimento del contributo «e, per i contributi relativi al triennio 2022-2024, a concludere i lavori entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello di riferimento di ciascun anno del contributo.».
  • Modifica il comma 33 che riguarda l’erogazione dei contributi da parte del Ministero Interno ai beneficiari per il 45% (non più per il 50%) previa verifica dell’avvenuto inizio dell’esecuzione dei  lavori «e, per il restante 5 per cento previa verifica della completa alimentazione del sistema di monitoraggio di cui al comma 35 e del sistema di monitoraggio previsto dalla regolamentazione attuativa del PNRR.»;  
  • Inserisce ex novo i comma 42-bis-quater: si parla dei contributi  per  investimenti  in  progetti  di  rigenerazione urbana, volti alla  riduzione  di  fenomeni  di  marginalizzazione  e degrado sociale, al miglioramento della qualità del  decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale: le risorse relative agli anni dal 2021 al 2026, confluite nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), vengono integrate con 100 milioni di euro per l’anno 2022 e 200 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024 (art.42-bis). Agli oneri si provvede a valere sul Fondo di rotazione per l’attuazione del Next Generation EU-Italia (art. 42-ter) ed i comuni beneficiari (art.42-quater) devono rispettare ogni disposizione impartita in attuazione del PNRR per la gestione, controllo e valutazione della misura, ivi inclusi gli obblighi in materia di comunicazione e informazione.

Interventi energetici: PNRR e risorse da Finanziaria 2019

Un’ulteriore modifica riguarda le risorse assegnate con la Legge Finanziaria 2019 (legge 30 dicembre 2018, n. 145).

L’art. 20 del DL 152/21 inserisce ex novo le seguenti previsioni per i comuni beneficiari delle risorse (di cui al comma 139 per l’anno 2021, nonché delle risorse di cui al comma 139-bis della Finanziaria 2019 confluite nel PNRR):

  • devono concludere i lavori entro il 31 marzo 2026 e rispettare ogni disposizione impartita in attuazione del PNRR per la gestione, controllo e valutazione della misura, inclusi gli obblighi in materia di comunicazione (art. 139-ter).
  • devono inserire i dati sul sistema di monitoraggio per la rilevazione dei dati di avanzamento dei lavori relativi agli interventi finanziati, (elementi anagrafici e identificativi dell’operazione, della localizzazione, dei soggetti correlati all’operazione, informazioni inerenti alle procedure di affidamento dei lavori, costi previsionali e delle relative voci di spesa, degli avanzamenti fisici, procedurali e finanziari, milestone e target collegati e di ogni altro elemento necessario richiesto dalla regolamentazione attuativa del PNRR).
  • devono anche conservare tutti gli atti e la relativa documentazione giustificativa su supporti informatici adeguati e renderli disponibili per le attività di controllo e di audit. Per queste finalità devono conservano la documentazione dei lavori utilizzando le specifiche funzioni previste dal sistema informatico di cui all’articolo 1, comma 1043, della legge 30 dicembre 2020, n. 178. 

Per approfondire in materia di efficienza energetica

EPC Editore presenta il volume:

L’efficienza energetica nella P.A. e nelle imprese

Procedure, pianificazione, certificazione, incentivi e tecnologie per il risparmio energetico
Premessa di Francesco Sperandini Presidente e Amministratore Delegato del Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A.

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore