fbpx

DECRETO MINICODICE – DM 3/9/2021: le indicazioni su rilevazione, controllo fumi e operatività antincendio

416 0

Terminiamo l’analisi dell’allegato unico al DECRETO MINICODICE, il DM 3/9/2021 riportando le prescrizioni in materia di  Rivelazione ed allarme (punto 4.5), Controllo di fumo e calore (4.6) e Operatività antincendio (4.7) e Sicurezza degli impianti tecnologici e di servizio (punto 4.8) contenute nella parte 4 Strategia Antincendio.

Aggiornati sulla riforma del DM 10 marzo 1998!

Istituto Informa organizza il corso:

La sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro alla luce dei decreti sostitutivi del D.M. 10 Marzo 1998 (D.M. 1/9/2021 – D.M. 2/9/2021 – D.M. 3/9/2021)

Roma, 29 novembre 2021

Valido come Aggiornamento per RSPP, ASPP, Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti, Formatori e Coordinatori sicurezza cantieri (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)

Rivelazione ed allarme antincendio

Al punto 4.6 della parte 4 Strategia Antincendio dell’Allegato al Minicodice vengono fornite alcune indicazioni specifiche su

Cosa si intende per Rivelazione Incendi?

La rivelazione incendi comprende un insieme di apparecchiature e sensori antincendio che vengono installati in ambienti e edifici per rilevare e segnalare la presenza di fumo.

Lo scopo degli impianti di rivelazione incendi è individuare il fenomeno fisico e/o chimico (fumi antincendio) prodotto dall’ incendio e favorire un tempestivo esodo degli occupanti, attivare i piani di intervento e i sistemi di protezione antincendio ed eventuali altre misure di sicurezza.

Approfondisci su InSic su come funzionano i rivelatori di fumo antincendio:

Le procedure di rivelazione incendi secondo il Decreto Minicodice

Al punto 4.5 si suggerisce di codificare idonee procedure di emergenza finalizzate:

a) al rapido e sicuro allertamento degli occupanti in caso di incendio;

b) alla messa in sicurezza degli impianti tecnologici (es. arresto di impianti di produzione, chiusura delle valvole di adduzione di gas o liquidi combustibili, distacco dell’alimentazione elettrica, …).

Come trasmettere l’allarme incendio?

Secondo il Minicodice l’allarme può essere trasmesso tramite segnali convenzionali codificati nelle procedure di emergenza (es. a voce, suono di campana, accensione di segnali luminosi, …) comunque percepibili da parte degli occupanti.

Come progettare un impianto di rivelazione allarme incendi (IRAI)?

Secondo le indicazioni fornite al punto 4.6.2 per l’installazione di un impianto di rivelazione allarme incendi (IRAI) può essere impiegata la norma UNI 9795 (recentemente oggetti di aggiornamento).

L’IRAI deve essere dotato delle seguenti funzioni principali:

B, funzione di controllo e segnalazione;

D, funzione di segnalazione manuale;

L, funzione di alimentazione;

C, funzione di allarme incendio: i segnali devono rispondere alla norma UNI 11744.

Rilevazione automatica d’incendio: per quali spazi?

La funzione (A) di rivelazione automatica, se prevista, deve essere estesa almeno agli spazi comuni, alle vie d’esodo (anche facenti parte di sistema d’esodo comune) e agli spazi limitrofi, alle aree dei beni da proteggere ed agli ambiti a rischio specifico.

Controllo di fumi e calore

Siamo nel punto 4.6 dell’Allegato unico del Minocodice, che riguarda come smaltire fumi e calore in caso d’incendio: deve essere garantito attraverso la presenza di aperture che possono coincidere con gli infissi (es. finestre, lucernari, porte, …) già presenti e richiesti per il luogo di lavoro ai fini igienico-sanitari.

Le modalità di apertura devono essere considerate nella pianificazione di emergenza.

Operatività antincendio

Al punto 4.7 dell’Allegato unico al Minicodice si richiede di assicurare l’avvicinamento dei mezzi di soccorso antincendio a distanza di 50 m dagli accessi dell’attività, in alternativa occorre adottare specifiche misure di operatività antincendio quali: accessi protetti a tutti i piani dell’attività, disponibilità di agenti estinguenti per i soccorritori.

Sicurezza degli impianti tecnologici e di servizio

Al punto 4.8 si richiede che gli impianti tecnologici e di servizio siano

  • realizzati, eserciti e mantenuti in efficienza secondo la regola dell’arte.
  • disattivabili, o altrimenti gestibili, a seguito di incendio.

Approfondisci sulla riforma del DM 10 marzo 1998 su InSic!

Approfondisci con EPC Editore sulla normativa antincendio!

Codice di prevenzione incendi commentato + Le nuove Regole Tecniche Verticali di prevenzione incendi commentate IN OMAGGIO

a cura di Fabio Dattilo e Marco Cavriani

Rispetto alle edizioni precedenti, il volume è stato arricchito con ulteriori e numerose note esplicative per favorirne la lettura e l’utilizzo, aggiornato anche con le più recenti regole tecniche verticali e rinnovato con nuovi esempi applicativi e commenti.

Per approfondire sul Decreto GSA e su DECRETO CONTROLLI: i corsi di Istituto informa

Gestione della Sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro: aggiornati sul nuovo Decreto GSA con Istituto Informa!

CORSO: Gestione della sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro
IN VIDEOCONFERENZA
3 novembre 2021
Le novità introdotte dal nuovo DM 02/09/2021 (GU 4 ottobre 2021 n. 237)

Dott. Emanuele Nicolini
Consulente esperto sicurezza antincendio, piani di emergenza e ingegneria antincendio

Valido come Aggiornamento per RSPP, ASPP, Datori di lavoro, Dirigenti, Preposti, Formatori e Coordinatori sicurezza cantieri (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)

Controlli antincendio sugli impianti e sistemi: cosa fare? – nuovo corso INFORMA!

Istituto Informa organizza il corso:

Controlli e manutenzione di sistemi, impianti ed apprestamenti antincendio

Roma, 27 maggio 2022

Linee guida e indicazioni operative – Le novità del D.M. 01/09/2021

Valido come Aggiornamento per RSPP, ASPP e Coordinatori progettazione ed esecuzione dei lavori (D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)

8 Crediti CNI
INFORMA- Roma

Redazione InSic

Una squadra di professionisti editoriali ed esperti nelle tematiche della salute e sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, tutela dell'ambiente, edilizia, security e privacy. Da oltre 20 anni alla guida del canale di informazione online di EPC Editore